Lunedì, 22 Aprile 2019

Gennaio 2019 - Middlemarch

Di più
22/01/2019 14:17 #51 da vanna
Risposta da vanna al topic Gennaio 2019 - Middlemarch
Pier , se non erro, molto tempo fa abbiamo letto di Thackeray La fiera della vanità di oltre 900 pagine .
Quest'ultimo ancora non l' ho finito mi manca oltre il 20% ma sto facendo molta fatica forse per le traduzioni non buone , ne ho una di Michele Bottalico ed.Mondadori su cartaceo e quella su Kindle di Silvia Ceccherini ed. Ascoltalibri del 2015 , ho pensato che la più recente fosse migliore invece o leggere l' una o l'altra ho notato in alcuni punti una prosa non lineare con costrutti complessi tanto che arrivata alla fine di un lungo periodo ho avuto l'impressione di non averne capito il senso.
Non so se la traduzione non ha reso giustizia all'originale oppure dipende da me!

Inviato dal mio SM-J510FN utilizzando Tapatalk

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
22/01/2019 19:48 #52 da Bibi
Risposta da Bibi al topic Gennaio 2019 - Middlemarch
Ho ricominciato anche io a leggerlo e sono a poco più di metà. Spero di finirlo entro il mese. Ho cambiato edizione perché quella dovevo riconsegnarla in biblioteca e devo dire che questa di adesso risulta più scorrevole. Sicuramente anche perché il libro preso in biblioteca era scritto veramente troppo piccolo e l'occhio non era per niente agevolato. Adesso ho l'edizione di Pier.

Ho solo un appunto crudele da fare
Attenzione: Spoiler! [Clicca per espandere]
:evil: :evil: :evil:

"Io credo nel mistero delle parole, e che le parole possano diventare vita, destino; così come diventano bellezza".
- Leonardo Sciascia

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
22/01/2019 23:33 #53 da porthosearamis

EmilyJane ha scritto: La minuzia con cui descrive i suoi personaggi e come scandaglia a fondo il loro animo, con i dolori, i dubbi, le lacerazioni interiori e assumendo di volta in volta il punto di vista di chi parla è incomparabile.
Anche l'ambiente è descritto così bene da sembrare reale davanti agli occhi.


condivido in pieno le tue parole e mi sembra che sia uno degli aspetti più interessanti del libro

a tale proposito, ricordo come la Eliot faccia riferimento all'uso massiccio di oppio. il riferimento non è sicuramente decisivo per il libro, però possiamo ricomprendere anche la Eliot tra le scrittrici affascinate da questa droga come molti altri scrittori dell'epoca vittoriana

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
23/01/2019 18:19 #54 da SARA1984
Risposta da SARA1984 al topic Gennaio 2019 - Middlemarch
ho finito il quarto libro e gli intrecci amorosi si fanno sempre più interessanti....
stendiamo un velo pietoso su Dorothea che o ci fa o ci è ...ancora a giustificare suo marito :evil:

comunque vi scrivo perchè stavo lavorando mentre ascoltavo la canzone di DE Andre "il testamento" e mi è venuto subito in mente a morte e poi lettura dei testamenti del sig. Featherstone che secondo me rispecchia in pieno quel momento :laugh:

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
24/01/2019 13:55 #55 da Librotta
Risposta da Librotta al topic Gennaio 2019 - Middlemarch
Ho finito da poco il quarto libro, non è il genere di lettura che prediligo ,chissà se riuscirò a finirlo!
La trama non mi interessa ,è molto particolareggiato e la scrittura scorrevole,ma temo sia il periodo in cui si svolge che digerisco poco.

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
27/01/2019 12:39 #56 da EmilyJane
Risposta da EmilyJane al topic Gennaio 2019 - Middlemarch
Ho finito il libro già il week end scorso ma non ho mai avuto il tempo di commentare.
A me il finale è parso in perfetta linea con lo stile della Eliot: non è edulcorato, non finisce "e tutti vissero felici e contenti", la vita è fatta di una scala di grigi e in questo modo il romanzo lo rispecchia anche se magari non ne siamo molto contenti
Attenzione: Spoiler! [Clicca per espandere]

Anna96 ha scritto: La parte del libro che mi ha fatto più riflettere è quella sui pettegolezzi e su quanto questi, indipendentemente dal fatto che siano fondati o meno, possono rovinare la vita delle persone.

Attenzione: Spoiler! [Clicca per espandere]


Concordo assolutamente Anna, quello che viene fuori in maniera più forte dal libro è proprio questo. Cito:
"La gente parla", disse. "Anche quando un uomo è stato assolto dalla giuria la gente parla, scuote la testa, strizza l'occhio - e per quel che riguarda l'opinione generale l'assoluzione vale quanto la condanna. [...]"
Purtroppo ciò che prima accadeva solo nelle cittadine o nei villaggi oggi, con i social network dove tutti sanno tutto di tutti, oguno si permette di emettere giudizi e condanne senza avere le prove (vedi i casi del MeToo, di Kevin Spacey, ecc. ecc.) ed è una cosa tristissima e che rovina la vita a delle persone. Perché siamo sempre pronti a emettere giudizi, a giudicare l'operato e i difetti altrui e non guardiamo prima di tutto la nostra vita e i nostri comportamenti? :(

porthosearamis ha scritto: a tale proposito, ricordo come la Eliot faccia riferimento all'uso massiccio di oppio. il riferimento non è sicuramente decisivo per il libro, però possiamo ricomprendere anche la Eliot tra le scrittrici affascinate da questa droga come molti altri scrittori dell'epoca vittoriana


In realtà nell'epoca vittoriana l'oppio era considerato un medicinale perciò non è una sorpresa che la Eliot ne parli, soprattutto visto che uno dei protagonisti è un medico ;)
Vi lascio due link che approfondiscono questo argomento, l'uso sconsiderato di oppio e laudano e soprattutto per i bambini mi mette i brividi!

weirdposse.wordpress.com/tag/droghe-vittoriane/
www.missdarcy.it/la-medicina-in-epoca-vittoriana/

"No one ever made a difference by being like everyone else." (The greatest showman)

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
27/01/2019 19:00 #57 da vanna
Risposta da vanna al topic Gennaio 2019 - Middlemarch
Finito anch'io e in generale concordo con Erica ed Anna. Il finale l' ho trovato in perfetta sintonia con il resto, non stonato, non sdolcinato ma realistico come vuol essere questo romanzo che è uno spaccato di vita provinciale dell'età vittoriana dove le apparenze vanno salvate e l' ipocrisia regna sovrana. L' autrice che ha vissuto in quel periodo e sulla propria pelle tutto ciò per le sue scelte sentimentali anticonformiste , visto che si lega fino a tarda età al marito di un' altra donna e morto il compagno sposa un uomo più giovane 20 anni più giovane, trasporta questa mirabile larghezza di vedute nella scrittura. I matrimoni le cui sorti non sempre felici costituiscono il fulcro intorno a cui ruotano le grandi e piccole vicende del romanzo e la messa in ridicolo di certi personaggi come Mr.Casaboun, mettono in evidenza l' ironia pungente della Eliot su velleità letterarie , fervore religioso, ma anche le difficoltà della coppia, la differenza di età , le incompatibilità in una relazione.
Ho apprezzato come viene descritta la societa' dell' epoca con la preponderante mentalità reazionaria che ostacola i cambiamenti non desiderati in ambito politico, sociale , medico. Altro pregio l' attenzione per l' animo umano sempre mutevole ed in una continua alternanza di luci e ombre in cui i confini sono indefinibili.
Un difetto è per me l'indugiare con troppa dovizia di particolari nell' analisi di ogni palpito dell' animo per pagine e pagine e alla fine stucca, del resto è uno stile ottocentesco e un po' di pesantezza è d'obbligo!
Nel complesso sono contenta di aver fatto questa lettura più per rinnovare certe conoscenze che per piacere vista la mole del libro .

Inviato dal mio SM-J510FN utilizzando Tapatalk
Ringraziano per il messaggio: EmilyJane

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
28/01/2019 11:59 #58 da pierbusa
Risposta da pierbusa al topic Gennaio 2019 - Middlemarch

vanna ha scritto: Finito anch'io e in generale concordo con Erica ed Anna. Il finale l' ho trovato in perfetta sintonia con il resto, non stonato, non sdolcinato ma realistico come vuol essere questo romanzo che è uno spaccato di vita provinciale dell'età vittoriana dove le apparenze vanno salvate e l' ipocrisia regna sovrana. L' autrice che ha vissuto in quel periodo e sulla propria pelle tutto ciò per le sue scelte sentimentali anticonformiste , visto che si lega fino a tarda età al marito di un' altra donna e morto il compagno sposa un uomo più giovane 20 anni più giovane, trasporta questa mirabile larghezza di vedute nella scrittura. I matrimoni le cui sorti non sempre felici costituiscono il fulcro intorno a cui ruotano le grandi e piccole vicende del romanzo e la messa in ridicolo di certi personaggi come Mr.Casaboun, mettono in evidenza l' ironia pungente della Eliot su velleità letterarie , fervore religioso, ma anche le difficoltà della coppia, la differenza di età , le incompatibilità in una relazione.
Ho apprezzato come viene descritta la societa' dell' epoca con la preponderante mentalità reazionaria che ostacola i cambiamenti non desiderati in ambito politico, sociale , medico. Altro pregio l' attenzione per l' animo umano sempre mutevole ed in una continua alternanza di luci e ombre in cui i confini sono indefinibili.
Un difetto è per me l'indugiare con troppa dovizia di particolari nell' analisi di ogni palpito dell' animo per pagine e pagine e alla fine stucca, del resto è uno stile ottocentesco e un po' di pesantezza è d'obbligo!
Nel complesso sono contenta di aver fatto questa lettura più per rinnovare certe conoscenze che per piacere vista la mole del libro .

Inviato dal mio SM-J510FN utilizzando Tapatalk


Io sono ancora indeciso se iniziarlo o meno. Le vostre discussioni mi hanno fatto comprendere meglio lo spirito di questo libro e mi hanno messo un po' di curiosità.

Mi manca di capire se è un romanzo a tinte "rosa" o di qualche altro colore. E quindi anche il suo "sapore", è drammatico? O lieve come "Orgoglio e pregiudizio"? I personaggi si confrontano con le grandi domande dell'esistenza? O è tutto un fidanzarsi e sposarsi?


Quattro (4) anni al club.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
28/01/2019 12:00 #59 da pierbusa
Risposta da pierbusa al topic Gennaio 2019 - Middlemarch

vanna ha scritto: Pier , se non erro, molto tempo fa abbiamo letto di Thackeray La fiera della vanità di oltre 900 pagine .
Quest'ultimo ancora non l' ho finito mi manca oltre il 20% ma sto facendo molta fatica forse per le traduzioni non buone , ne ho una di Michele Bottalico ed.Mondadori su cartaceo e quella su Kindle di Silvia Ceccherini ed. Ascoltalibri del 2015 , ho pensato che la più recente fosse migliore invece o leggere l' una o l'altra ho notato in alcuni punti una prosa non lineare con costrutti complessi tanto che arrivata alla fine di un lungo periodo ho avuto l'impressione di non averne capito il senso.
Non so se la traduzione non ha reso giustizia all'originale oppure dipende da me!

Inviato dal mio SM-J510FN utilizzando Tapatalk


Hai ragione c'era già un precedente "estivo" (libro che non ho mai finito abbandonato per noia a metà).


Quattro (4) anni al club.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
28/01/2019 12:03 - 28/01/2019 12:04 #60 da pierbusa
Risposta da pierbusa al topic Gennaio 2019 - Middlemarch

EmilyJane ha scritto: Ho finito il libro già il week end scorso ma non ho mai avuto il tempo di commentare.
A me il finale è parso in perfetta linea con lo stile della Eliot: non è edulcorato, non finisce "e tutti vissero felici e contenti", la vita è fatta di una scala di grigi e in questo modo il romanzo lo rispecchia anche se magari non ne siamo molto contenti

Attenzione: Spoiler! [Clicca per espandere]

Anna96 ha scritto: La parte del libro che mi ha fatto più riflettere è quella sui pettegolezzi e su quanto questi, indipendentemente dal fatto che siano fondati o meno, possono rovinare la vita delle persone.

Attenzione: Spoiler! [Clicca per espandere]


Concordo assolutamente Anna, quello che viene fuori in maniera più forte dal libro è proprio questo. Cito:
"La gente parla", disse. "Anche quando un uomo è stato assolto dalla giuria la gente parla, scuote la testa, strizza l'occhio - e per quel che riguarda l'opinione generale l'assoluzione vale quanto la condanna. [...]"
Purtroppo ciò che prima accadeva solo nelle cittadine o nei villaggi oggi, con i social network dove tutti sanno tutto di tutti, oguno si permette di emettere giudizi e condanne senza avere le prove (vedi i casi del MeToo, di Kevin Spacey, ecc. ecc.) ed è una cosa tristissima e che rovina la vita a delle persone. Perché siamo sempre pronti a emettere giudizi, a giudicare l'operato e i difetti altrui e non guardiamo prima di tutto la nostra vita e i nostri comportamenti? :(

porthosearamis ha scritto: a tale proposito, ricordo come la Eliot faccia riferimento all'uso massiccio di oppio. il riferimento non è sicuramente decisivo per il libro, però possiamo ricomprendere anche la Eliot tra le scrittrici affascinate da questa droga come molti altri scrittori dell'epoca vittoriana


In realtà nell'epoca vittoriana l'oppio era considerato un medicinale perciò non è una sorpresa che la Eliot ne parli, soprattutto visto che uno dei protagonisti è un medico ;)
Vi lascio due link che approfondiscono questo argomento, l'uso sconsiderato di oppio e laudano e soprattutto per i bambini mi mette i brividi!

weirdposse.wordpress.com/tag/droghe-vittoriane/
www.missdarcy.it/la-medicina-in-epoca-vittoriana/


Meno male che ci sei tu a sostenere la lettura di questo libro e a farmene incuriosire. Ovviamente le domande che ho fatto a Vanna le pongo anche a te (e a chi abbia voglia di rispondere).

Aggiungo un altro questito. Come mai in italia George Eliot è una scoperta abbastanza recente per cui le traduzioni dei suoi libri sono veramente poche? C'è un motivo letterario, storico, intendo dire?


Quattro (4) anni al club.
Ultima Modifica 28/01/2019 12:04 da pierbusa.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Shoutbox

Avatar di Bibi Bibi - 18/04/2019 - 09:08

Se hai bisogno di aiuto chiedi pure.

Avatar di Bibi Bibi - 18/04/2019 - 09:07

l'autore dell'anno, oppure nella sezione Parliamo di Libri puoi scrivere di un libro che ti è piaciuto e trovare qualcuno che lo ha apprezzato come te. In linea di massima queste sono le basi :D :D

Avatar di Bibi Bibi - 18/04/2019 - 09:06

Ciao Stefano, benvenuto! In breve, l'attività principale del Club è il Libro del Mese, quindi ti consiglio di partire da li. Ma c'è tanto altro.. Maratone di lettura, l'autore dell'anno...

Avatar di liar liar - 18/04/2019 - 07:40

Buondí mi chiamo Stefano e mi sono appena iscritto al club, ho 40 ed amo definirmi un "lettore seriale", qualcuno potrebbe darmi qualche spiegazione in merito al funzionamento del suddetto club grazie

Avatar di guidocx84 guidocx84 - 12/04/2019 - 18:23

Avanti con le adesioni al raduno nazionale di Firenze! Mi raccomando, non vi riducete all'ultimo. Prima vi registrate e meglio è, così ci date anche modo di organizzare meglio il weekend ;)

Avatar di francesco3 francesco3 - 11/04/2019 - 17:21

Sono rimasto sorpreso dalla fluidita' di Vichi.

Avatar di francesco3 francesco3 - 11/04/2019 - 17:20

Due libri molto diversi fra loro,Il Brigante di Marco Vichi e La luce della notte di Pietro Citati.

Avatar di Bibi Bibi - 11/04/2019 - 14:30

Ciao Francesco, benvenuto! Cosa sta leggendo in questo periodo?

Avatar di francesco3 francesco3 - 10/04/2019 - 17:44

Buonasera,mi chiamo Francesco.

Avatar di Bibi Bibi - 10/04/2019 - 10:59

Ciao! Che bello vedere i saluti dei nuovi iscritti! Buone letture, se avete bisogno di aiuto siamo a vostra disposizione!

The shoutbox is unavailable to non-members

Ultimi commenti

  • Le nostre anime di notte
    Bibi 16.04.2019 17:40
    L’ho aggiunto alla readlist, in base alla tua recensione credo che mi piacerà. :)
     
  • Le nostre anime di notte
    remembrandt 15.04.2019 23:29
    Ottima recensone Anna! E' un libro che ho tra i miei desiderata da un po' e spero di leggerlo presto!
     
  • Stargirl
    EmilyJane 11.04.2019 22:50
    Ho letto proprio di recente il seguito e, anche se carino, non ha nulla della grande forza del primo.
     
  • Scolpitelo nel vostro cuore
    IlariaAngelicchio 27.02.2019 14:23
    Ciao Graziella, sono contenta che la recensione ti sia piaciuta. Non ho avuto modo di incontrare ...
     
  • Scolpitelo nel vostro cuore
    Graziella 27.02.2019 12:47
    Ciao Ilaria, non ti si sente più sul forum. Bella la recensione sul libro di Liliana Segre, io l'ultima ...

 

STATISTICHE

Utenti
3755
Articoli
1579
Visite agli articoli
1953909

Iscriviti alla newsletter

Compila il form per iscriverti alla nostra Newsletter ed essere sempre aggiornato sulle attività, gli eventi e le novità che riguardano Il Club del Libro!