Lunedì, 22 Aprile 2019

Febbraio 2019 - La storia infinita

  • guidocx84
  • Avatar di guidocx84 Autore della discussione
  • Offline
  • Amministratore
  • Amministratore
  • Founder & Community Manager
Di più
11/02/2019 18:04 #21 da guidocx84

SARA1984 ha scritto: ho iniziato da poco ma volete sapere cosa più mi ha catturato di questo libro ................per me vive di vita propria ......ti catapulta nelle vicende e ti coinvolge e decide lui quando devi smettere di leggerlo (credetemi ho perso un paio di giorni di lavoro aprendo questo libro ) ora capisco perchè Ende non riusciva a finirlo era proprio come diceva al suo editore:

«Ne La storia infinita era così che non avevo idea di dove fosse l'uscita di Fantàsia. Il libro sarebbe dovuto uscire già un anno prima. L'editore aveva organizzato le stampe, la carta era già pronta e mi chiamava continuamente per chiedermi; "Quando me lo consegnerai finalmente?", e io dovevo sempre rispondere: "Non posso darti niente, Bastiano non torna più indietro. Cosa devo fare? Devo aspettare il momento giusto, quando emergerà dal personaggio stesso la necessità di ritornare", e per questo diventò quest'odissea.»


Le lettere dell'alfabeto poste all'inizio di ogni capitolo dell'edizione Longanesi (sia quella dell'81 che quella celebrativa di fine 2018) le potete trovare QUI , insieme alla loro storia.

""Se ci pensi bene, ti avvedi subito che tutte le storie del mondo sono in fondo contenute nelle 26 lettere dell'alfabeto. Le lettere sono sempre le stesse, sono solo le combinazioni che cambiano. E con le stesse lettere si formano parole, con le parole frasi, con le frasi capitoli e con i capitoli le storie. (...)
"
(La scimmia Argax a Bastiano)

Io ieri sera sono arrivato al punto di svolta della storia e mi sono letteralmente esaltato! :woohoo:
Quindi mi ritrovo in quel che dice Sara... difficile staccarsi dalla lettura ieri sera... non ero stanco, avrei continuato... ma era tardi e stamani dovevo alzarmi presto... ma quanto ti prende!

Attenzione: Spoiler! [Clicca per espandere]


Molto bella anche la riflessione sui desideri (che metto fuori spoiler perché non rovinerebbe la storia a nessuno).

"Si può essere perfettamente convinti di desiderare una cosa, magari per anni interi, fintanto che si sa che il desiderio non è realizzabile. Ma nel momento stesso in cui, all'improvviso, ci si trova di fronte alla possibilità ch'esso si trasformi in realtà, allora non si ha più che un solo desiderio: non averlo desiderato mai."

A voi è mai capitato? ;)

"Non leggete, come fanno i bambini, per divertirvi, o, come gli ambiziosi, per istruirvi. No, leggete per vivere." Gustave Flaubert
Ringraziano per il messaggio: IlariaAngelicchio

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
11/02/2019 18:14 #22 da VFolgore72
Anche a me il genere fantasy non mi ha mai esaltato. Ci sono però eccezioni e il libro di Ende lo è. Quello che mi ha colpito, è la presenza del lato comico, buffo del libro.

Penso al capitolo dedicato agli Acharai. Spassosissimo!

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
12/02/2019 11:57 #23 da IlariaAngelicchio
Ciao a tutti,
Sto apprezzando molto questo romanzo. Riesco a sentire nella mia testa la voce di un nonno che me la legge.
È una lettura rassicurante da alcuni punti di vista.

Vorrei prendere parte alla questione educativa e di genere relativa a questo romanzo. Non mi sorprende molto che Atreiu sia un bambino e non lo trovo fastidioso. Il tema dell'educazione alla parità di genere secondo me non si può risolvere in un libro, ma è più ampia e riguarda tutti le storie, giochi e gli intrattenimenti proposti ai bambini. Mi spiego meglio, l'Ilaria bambina ha visto la storia infinita, ma ha anche giocato al meccanico e visto sailor moon. Il problema si sarebbe posto se avessi visto la storia infinita, guardato cenerentola e avessi giocato solo con l'asse da stiro giocattolo.
Credo che se i bambini vengono esposti ad una pluralità di stimoli possono davvero scegliere e formarsi alla scelta. Sia le femminucce che i maschietti. Un solo romanzo può dare una visione o un numero limitato di visioni del mondo. È la omogeneità degli stimoli che mi.preoccupa di più e che vedo crescere anziché diminuire.
Ringraziano per il messaggio: EmilyJane

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
12/02/2019 14:04 #24 da Ariel
Io devo ancora iniziare.... Sono indietro colpa di Middlemarch :(

Inviato dal mio TRT-LX1 utilizzando Tapatalk

"...Non importa quanto sia stretta la porta,
quanto piena di castighi la vita,
io sono il padrone del mio destino:
io sono il capitano della mia anima." William Ernest Henley
Ringraziano per il messaggio: clob

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

  • guidocx84
  • Avatar di guidocx84 Autore della discussione
  • Offline
  • Amministratore
  • Amministratore
  • Founder & Community Manager
Di più
12/02/2019 18:09 #25 da guidocx84

IlariaAngelicchio ha scritto: Credo che se i bambini vengono esposti ad una pluralità di stimoli possono davvero scegliere e formarsi alla scelta. Sia le femminucce che i maschietti. Un solo romanzo può dare una visione o un numero limitato di visioni del mondo. È la omogeneità degli stimoli che mi.preoccupa di più e che vedo crescere anziché diminuire.


Sono totalmente d'accordo con te. Purtroppo, da quel che vedo a giro, anche per esperienza diretta con amici, gli stimoli che avevamo noi da piccoli stanno svanendo per fare spazio ad un unico stimolo: il cellulare/tablet che sta isolando e friggendo il cervello ai bambini.
Fortunatamente non è così in tutti i casi. Ci sono ancora genitori che optano per la "vecchia maniera" ottenendo grandi risultati. Però sono sempre meno e succederà che saranno guardati come se fossero quelli "strani" da coloro che si sentiranno invece "moderni"... Non ho figli e non posso permettermi di giudicare ma è evidente che se ad un tavolo con due bambini, questi non si rivolgono la parola tutta la sera perché preferiscono giocare ognuno con il suo cellulare... evidentemente c'è qualcosa che non va...

"Non leggete, come fanno i bambini, per divertirvi, o, come gli ambiziosi, per istruirvi. No, leggete per vivere." Gustave Flaubert
Ringraziano per il messaggio: hallerina37

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
12/02/2019 18:52 #26 da SARA1984

guidocx84 ha scritto:

IlariaAngelicchio ha scritto: Credo che se i bambini vengono esposti ad una pluralità di stimoli possono davvero scegliere e formarsi alla scelta. Sia le femminucce che i maschietti. Un solo romanzo può dare una visione o un numero limitato di visioni del mondo. È la omogeneità degli stimoli che mi.preoccupa di più e che vedo crescere anziché diminuire.


Sono totalmente d'accordo con te. Purtroppo, da quel che vedo a giro, anche per esperienza diretta con amici, gli stimoli che avevamo noi da piccoli stanno svanendo per fare spazio ad un unico stimolo: il cellulare/tablet che sta isolando e friggendo il cervello ai bambini.
Fortunatamente non è così in tutti i casi. Ci sono ancora genitori che optano per la "vecchia maniera" ottenendo grandi risultati. Però sono sempre meno e succederà che saranno guardati come se fossero quelli "strani" da coloro che si sentiranno invece "moderni"... Non ho figli e non posso permettermi di giudicare ma è evidente che se ad un tavolo con due bambini, questi non si rivolgono la parola tutta la sera perché preferiscono giocare ognuno con il suo cellulare... evidentemente c'è qualcosa che non va...


sai Guido è come se noi stessimo in fantasia e il Nulla sta facendo scomparire piano piano tutte le creature fantastiche che esistevano nella nostra infanzia ..............
........però come in fantasia anche qui ai giorni nostri c'è una rinascita diversa da come la intendiamo noi che siamo un pò vecchiotti e abbiamo vissuto fantasia ma ugualmente potente e bella che cambia personaggi e giochi ma ugualmente stimolante e fantastica...
... io ho due figli uno di 2 anni e mezzo e l'altro di 10 mesi è incredibile come apprendono in maniera velocissima sono nati già con degli stimoli diversi dai nostri e ti copro e ti vendono in un attimo è vero i nostri giochi non li conoscono anzi quando glieli propongo sono interessati per un pò ma poi si stancano presto hanno una mente così elastica e rivoluzionaria in tutto che innescano la loro fantasia creando e anche perchè no utilizzando mezzi elettronici (che io personalmente non so come si usano) secondo me non dovremmo frenarli e cambiare in loro mondo attuale che per forza di cose è diverso dal nostro come il nostro era diverso da quello dei nostri genitori ma semplicemente farli parlare del loro mondo facendoci spiegare quanto più possibile e capire che nome hanno dato alla loro infante imperatrice forse è proprio questo che si legge nella storia infinita il cambiamento l'infante imperatrice cambia nome come cambiano le epoche ma fantasia continua a non avere confini.
Ringraziano per il messaggio: hallerina37, IlariaAngelicchio

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

  • guidocx84
  • Avatar di guidocx84 Autore della discussione
  • Offline
  • Amministratore
  • Amministratore
  • Founder & Community Manager
Di più
12/02/2019 19:17 #27 da guidocx84

SARA1984 ha scritto:

guidocx84 ha scritto:

IlariaAngelicchio ha scritto: Credo che se i bambini vengono esposti ad una pluralità di stimoli possono davvero scegliere e formarsi alla scelta. Sia le femminucce che i maschietti. Un solo romanzo può dare una visione o un numero limitato di visioni del mondo. È la omogeneità degli stimoli che mi.preoccupa di più e che vedo crescere anziché diminuire.


Sono totalmente d'accordo con te. Purtroppo, da quel che vedo a giro, anche per esperienza diretta con amici, gli stimoli che avevamo noi da piccoli stanno svanendo per fare spazio ad un unico stimolo: il cellulare/tablet che sta isolando e friggendo il cervello ai bambini.
Fortunatamente non è così in tutti i casi. Ci sono ancora genitori che optano per la "vecchia maniera" ottenendo grandi risultati. Però sono sempre meno e succederà che saranno guardati come se fossero quelli "strani" da coloro che si sentiranno invece "moderni"... Non ho figli e non posso permettermi di giudicare ma è evidente che se ad un tavolo con due bambini, questi non si rivolgono la parola tutta la sera perché preferiscono giocare ognuno con il suo cellulare... evidentemente c'è qualcosa che non va...


sai Guido è come se noi stessimo in fantasia e il Nulla sta facendo scomparire piano piano tutte le creature fantastiche che esistevano nella nostra infanzia ..............
........però come in fantasia anche qui ai giorni nostri c'è una rinascita diversa da come la intendiamo noi che siamo un pò vecchiotti e abbiamo vissuto fantasia ma ugualmente potente e bella che cambia personaggi e giochi ma ugualmente stimolante e fantastica...
... io ho due figli uno di 2 anni e mezzo e l'altro di 10 mesi è incredibile come apprendono in maniera velocissima sono nati già con degli stimoli diversi dai nostri e ti copro e ti vendono in un attimo è vero i nostri giochi non li conoscono anzi quando glieli propongo sono interessati per un pò ma poi si stancano presto hanno una mente così elastica e rivoluzionaria in tutto che innescano la loro fantasia creando e anche perchè no utilizzando mezzi elettronici (che io personalmente non so come si usano) secondo me non dovremmo frenarli e cambiare in loro mondo attuale che per forza di cose è diverso dal nostro come il nostro era diverso da quello dei nostri genitori ma semplicemente farli parlare del loro mondo facendoci spiegare quanto più possibile e capire che nome hanno dato alla loro infante imperatrice forse è proprio questo che si legge nella storia infinita il cambiamento l'infante imperatrice cambia nome come cambiano le epoche ma fantasia continua a non avere confini.


Sono d'accordo sul fatto che i nativi digitali siano diversi da noi e che debbano esprimere assolutamente tutto il loro potenziale senza freni o inibizioni da parte nostra che siamo nati qualche anno prima. Non sarebbe giusto tentare di cambiarli o di farli giocare con giochi fuori dal loro tempo, se non sono minimamente interessati.

Però secondo me è dovere di un genitore intervenire quando sono presenti rischi per la salute. E siccome è troppo facile dare un cellulare in mano ad un bambino per farlo stare buono, bisognerebbe rendersi conto che il beneficio di breve periodo, può introdurre un problema sul lungo periodo.
Non è una cosa che dico io ovviamente. L'ho letta tempo fa e con una semplice ricerca in rete l'ho ritrovata ad esempio riportata IN QUESTA PAGINA .

Riporto di seguito un trafiletto che esprime proprio il mio concetto.

“Nessuna criminalizzazione delle tecnologie digitali, anzi alcune applicazioni hanno mostrato di avere un impatto positivo sull’apprendimento in età prescolare, purché usate insieme ai genitori. Ma come pediatri che hanno a cuore la salute psicofisica dei bambini non possiamo trascurare i rischi documentati di un’esposizione precoce e prolungata a smartphone e tablet”, spiega il Presidente della Società Italiana di Pediatria Alberto Villani. Numerose infatti sono le evidenze scientifiche sulle interazioni con lo sviluppo neuro-cognitivo, il sonno, la vista, l’udito, le funzioni metaboliche, le relazioni genitori-figli e lo sviluppo emotivo in età evolutiva.

Poi ognuno ovviamente agisce come crede e lungi da me giudicare. Dico solo che quel che vedo a giro mi lascia quantomeno stranito... :laugh: ;)

"Non leggete, come fanno i bambini, per divertirvi, o, come gli ambiziosi, per istruirvi. No, leggete per vivere." Gustave Flaubert
Ringraziano per il messaggio: hallerina37

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
12/02/2019 21:37 #28 da SARA1984

guidocx84 ha scritto:

SARA1984 ha scritto:

guidocx84 ha scritto:

IlariaAngelicchio ha scritto: Credo che se i bambini vengono esposti ad una pluralità di stimoli possono davvero scegliere e formarsi alla scelta. Sia le femminucce che i maschietti. Un solo romanzo può dare una visione o un numero limitato di visioni del mondo. È la omogeneità degli stimoli che mi.preoccupa di più e che vedo crescere anziché diminuire.


Sono totalmente d'accordo con te. Purtroppo, da quel che vedo a giro, anche per esperienza diretta con amici, gli stimoli che avevamo noi da piccoli stanno svanendo per fare spazio ad un unico stimolo: il cellulare/tablet che sta isolando e friggendo il cervello ai bambini.
Fortunatamente non è così in tutti i casi. Ci sono ancora genitori che optano per la "vecchia maniera" ottenendo grandi risultati. Però sono sempre meno e succederà che saranno guardati come se fossero quelli "strani" da coloro che si sentiranno invece "moderni"... Non ho figli e non posso permettermi di giudicare ma è evidente che se ad un tavolo con due bambini, questi non si rivolgono la parola tutta la sera perché preferiscono giocare ognuno con il suo cellulare... evidentemente c'è qualcosa che non va...


sai Guido è come se noi stessimo in fantasia e il Nulla sta facendo scomparire piano piano tutte le creature fantastiche che esistevano nella nostra infanzia ..............
........però come in fantasia anche qui ai giorni nostri c'è una rinascita diversa da come la intendiamo noi che siamo un pò vecchiotti e abbiamo vissuto fantasia ma ugualmente potente e bella che cambia personaggi e giochi ma ugualmente stimolante e fantastica...
... io ho due figli uno di 2 anni e mezzo e l'altro di 10 mesi è incredibile come apprendono in maniera velocissima sono nati già con degli stimoli diversi dai nostri e ti copro e ti vendono in un attimo è vero i nostri giochi non li conoscono anzi quando glieli propongo sono interessati per un pò ma poi si stancano presto hanno una mente così elastica e rivoluzionaria in tutto che innescano la loro fantasia creando e anche perchè no utilizzando mezzi elettronici (che io personalmente non so come si usano) secondo me non dovremmo frenarli e cambiare in loro mondo attuale che per forza di cose è diverso dal nostro come il nostro era diverso da quello dei nostri genitori ma semplicemente farli parlare del loro mondo facendoci spiegare quanto più possibile e capire che nome hanno dato alla loro infante imperatrice forse è proprio questo che si legge nella storia infinita il cambiamento l'infante imperatrice cambia nome come cambiano le epoche ma fantasia continua a non avere confini.


Sono d'accordo sul fatto che i nativi digitali siano diversi da noi e che debbano esprimere assolutamente tutto il loro potenziale senza freni o inibizioni da parte nostra che siamo nati qualche anno prima. Non sarebbe giusto tentare di cambiarli o di farli giocare con giochi fuori dal loro tempo, se non sono minimamente interessati.

Però secondo me è dovere di un genitore intervenire quando sono presenti rischi per la salute. E siccome è troppo facile dare un cellulare in mano ad un bambino per farlo stare buono, bisognerebbe rendersi conto che il beneficio di breve periodo, può introdurre un problema sul lungo periodo.
Non è una cosa che dico io ovviamente. L'ho letta tempo fa e con una semplice ricerca in rete l'ho ritrovata ad esempio riportata IN QUESTA PAGINA .

Riporto di seguito un trafiletto che esprime proprio il mio concetto.

“Nessuna criminalizzazione delle tecnologie digitali, anzi alcune applicazioni hanno mostrato di avere un impatto positivo sull’apprendimento in età prescolare, purché usate insieme ai genitori. Ma come pediatri che hanno a cuore la salute psicofisica dei bambini non possiamo trascurare i rischi documentati di un’esposizione precoce e prolungata a smartphone e tablet”, spiega il Presidente della Società Italiana di Pediatria Alberto Villani. Numerose infatti sono le evidenze scientifiche sulle interazioni con lo sviluppo neuro-cognitivo, il sonno, la vista, l’udito, le funzioni metaboliche, le relazioni genitori-figli e lo sviluppo emotivo in età evolutiva.

Poi ognuno ovviamente agisce come crede e lungi da me giudicare. Dico solo che quel che vedo a giro mi lascia quantomeno stranito... :laugh: ;)


Sono perfettamente d’accordo con te è proprio lì dove si supera il limite che scatta il concetto del “ buon padre di famiglia” (mi sembra che si dica così in giurisprudenza giusto?) insomma tutto parte dal buon senso dei genitori
Ringraziano per il messaggio: guidocx84

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
12/02/2019 23:30 #29 da Anna96
Sono arrivata alla fine! Che dire? Anche se forse la mia considerazione iniziale è stata un po' affrettata, nemmeno la storia mi ha convinta tantissimo...
Attenzione: Spoiler! [Clicca per espandere]


Per la questione dell'utilizzo dei telefoni e dei tablet da parte dei bambini devo dire che sono abbastanza d'accordo... Qualche tempo fa avevo letto un articolo in cui si parlava di correlazione tra utilizzo massiccio di telefoni e tablet da parte di ragazzi in età prescolare e successivo insorgere del disturbo dell'attenzione... Anche se è vero che su questo tema si fa sempre un certo allarmismo, quindi le notizie vanno prese un po' con le pinze, non mi stupirebbe se poi questa tesi risultasse fondata. In fondo il telefono fornisce molti più stimoli visivi rispetto alle pagine di un libro e quindi abituarsi ad utilizzare i libri dopo anni che si è fatto uso esclusivo di dispositivi elettronici può creare dei problemi.

Comunque di Ende voglio sicuramente leggere Momo, per vedere se riesco a ricredermi un po' :)

«Questa è la parte più bella di tutta la letteratura: scoprire che i tuoi desideri sono desideri universali, che non sei solo o isolato da nessuno. Tu appartieni»
- Francis Scott Fitzgerald

Ringraziano per il messaggio: hallerina37

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
13/02/2019 18:02 #30 da VFolgore72
Finito. Il miglior libro fantasy finora mai letto. Plauso allo scrittore rendendo il libro piacevolissimo, molto scorrevole, senza momenti di stanca e con quella dose di comicità che non guasta mai.

Trama gestita con nonchalance e senza inutili torsioni carpiali.

Mi ha fatto trascorrere momenti lieti della serata, oltre che una piacevolissima scoperta. Dipendesse da me, non l’avrai mai degnato di uno sguardo.

Grazie forum, in particolare a Guido84 che l’ha proposto.
Ringraziano per il messaggio: guidocx84

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Shoutbox

Avatar di Bibi Bibi - 18/04/2019 - 09:08

Se hai bisogno di aiuto chiedi pure.

Avatar di Bibi Bibi - 18/04/2019 - 09:07

l'autore dell'anno, oppure nella sezione Parliamo di Libri puoi scrivere di un libro che ti è piaciuto e trovare qualcuno che lo ha apprezzato come te. In linea di massima queste sono le basi :D :D

Avatar di Bibi Bibi - 18/04/2019 - 09:06

Ciao Stefano, benvenuto! In breve, l'attività principale del Club è il Libro del Mese, quindi ti consiglio di partire da li. Ma c'è tanto altro.. Maratone di lettura, l'autore dell'anno...

Avatar di liar liar - 18/04/2019 - 07:40

Buondí mi chiamo Stefano e mi sono appena iscritto al club, ho 40 ed amo definirmi un "lettore seriale", qualcuno potrebbe darmi qualche spiegazione in merito al funzionamento del suddetto club grazie

Avatar di guidocx84 guidocx84 - 12/04/2019 - 18:23

Avanti con le adesioni al raduno nazionale di Firenze! Mi raccomando, non vi riducete all'ultimo. Prima vi registrate e meglio è, così ci date anche modo di organizzare meglio il weekend ;)

Avatar di francesco3 francesco3 - 11/04/2019 - 17:21

Sono rimasto sorpreso dalla fluidita' di Vichi.

Avatar di francesco3 francesco3 - 11/04/2019 - 17:20

Due libri molto diversi fra loro,Il Brigante di Marco Vichi e La luce della notte di Pietro Citati.

Avatar di Bibi Bibi - 11/04/2019 - 14:30

Ciao Francesco, benvenuto! Cosa sta leggendo in questo periodo?

Avatar di francesco3 francesco3 - 10/04/2019 - 17:44

Buonasera,mi chiamo Francesco.

Avatar di Bibi Bibi - 10/04/2019 - 10:59

Ciao! Che bello vedere i saluti dei nuovi iscritti! Buone letture, se avete bisogno di aiuto siamo a vostra disposizione!

The shoutbox is unavailable to non-members

Ultimi commenti

  • Le nostre anime di notte
    Bibi 16.04.2019 17:40
    L’ho aggiunto alla readlist, in base alla tua recensione credo che mi piacerà. :)
     
  • Le nostre anime di notte
    remembrandt 15.04.2019 23:29
    Ottima recensone Anna! E' un libro che ho tra i miei desiderata da un po' e spero di leggerlo presto!
     
  • Stargirl
    EmilyJane 11.04.2019 22:50
    Ho letto proprio di recente il seguito e, anche se carino, non ha nulla della grande forza del primo.
     
  • Scolpitelo nel vostro cuore
    IlariaAngelicchio 27.02.2019 14:23
    Ciao Graziella, sono contenta che la recensione ti sia piaciuta. Non ho avuto modo di incontrare ...
     
  • Scolpitelo nel vostro cuore
    Graziella 27.02.2019 12:47
    Ciao Ilaria, non ti si sente più sul forum. Bella la recensione sul libro di Liliana Segre, io l'ultima ...

 

STATISTICHE

Utenti
3755
Articoli
1579
Visite agli articoli
1953909

Iscriviti alla newsletter

Compila il form per iscriverti alla nostra Newsletter ed essere sempre aggiornato sulle attività, gli eventi e le novità che riguardano Il Club del Libro!