Venerdì, 22 Giugno 2018

Lettori e-reader

Di più
24/05/2015 20:16 #1 da EmilyJane
Lettori e-reader è stato creato da EmilyJane
Dunque, apro un nuovo argomento per non trarre in inganno con il titolo dell'altro che sembra riguardare solo il kindle. ;)

Allora...mi è arrivato il tolino!!! Già la delusione a vedere che gli e-reader sono così piccolini, sigh, l'avrei preferito un pelo più grande. Poi l'e-ink carta mi sembra molto grigio, è strano, sembra poco luminoso, non è esattamente come un foglio di carta.
E poi capita anche a voi che cambiando di schermata in schermata (tipo dalla home alla biblioteca o ad un ebook specifico) abbia tipo delle interferenze? E' una cosa normale o tipo mi capita perchè non è ancora configurato? (non avendo ancora trovato un posto col wi fi libero)

Boh, al momento non sono proprio entusiasta, ma ho appena iniziato la lettura del mio primo ebook quindi vedremo

"No one ever made a difference by being like everyone else." (The greatest showman)

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
24/05/2015 22:08 #2 da porthosearamis
Risposta da porthosearamis al topic Lettori e-reader
la grandezza è simile ad una edizione economica tascabile...

per i grigi...anche il kindle non è che sia bianco bianco...grigio chiaro...grigetto grigettino.....penso però che dipende anche dalla versione che hai preso...con luce integrata o meno......

interferenze di che tipo? hai l'ombra delle pagine già lette?

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
25/05/2015 06:48 #3 da Elle
Risposta da Elle al topic Lettori e-reader
l'e ink è fatto apposta per non stancare gli occhi, se lo facessero, ed esiste, il paperwhite, purtroppo alla lunga, per chi ha gli occhi sensibili, potrebbe causare danni.
la "pagina fantasma" che tu chiami interferenze è normalissima, è dovuta al fatto che le scritte sono in inchiostro vero ( la parte ink di e-ink) quindi quando cambi ci vuole un attimo prima che riesca a defluire correttamente. nulla che stravolge troppo, dopo un po non ci fai più caso. però pensa che per i tuoi occhietti è esattamente come leggere su carta quindi ti ringrazierà tra qualche tempo... visto che ci devi stare delle ore!

E il genio, che ne sarà mentre baderò all'ordine? Dumas padre

"L'ecologia è la compresione delle conseguenze" Liet Kynes, Dune

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
26/05/2015 15:55 #4 da EmilyJane
Risposta da EmilyJane al topic Lettori e-reader
Grazie per i consigli ma come interferenze non intendevo le parole che rimangono dalla pagina precedente, quello a me non succede...intendevo proprio una cosa tipo gli sbalzi di corrente che vedi alla tv quando fuori c'è il temporale ;) ma succede solo quando passo dall'homepage alla biblioteca oppure quando apro uno degli ebook ma solo all'inizio...credo che alla fine sia connaturato al funzionamento stesso dell'ereader.

Per quanto riguarda il grigio della pagina...si, a momenti sembra di più a momenti meno, probabilmente è solo questione di abituarmi (in ogni caso il mio ha anche la luce integrata regolabile ma non la uso).

Beh, grazie nuovamente per le delucidazioni. :)

"No one ever made a difference by being like everyone else." (The greatest showman)

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
17/08/2015 12:10 #5 da Giacovet
Risposta da Giacovet al topic Lettori e-reader
Ciao a tutti! Mi permetto di rispondere al topic con un muro di testo sugli ereader in generale, perché ho fatto un bel po' di ricerca quando decisi di acquistare il mio e mi pare che a volte chi vi si affacci abbia aspettative un po' diverse. Magari chi vuole passare al lato oscuro della forza (cit.) ha qualche idea in più.

Premessa: l'ereader non è un tablet: La prima cose che il 99% delle persone a cui io e amici abbiamo mostrato il lettore mi ha detto è "Così lento?/Non è a colori!/Non ha il 3G!". L'ereader serve praticamente solo a leggere, al massimo leggere qualche mail. I suoi punti di forza sono lo schermo, che non stanca gli occhi, e la batteria. Alcuni lettori hanno la possibilità di navigare in internet, ma è per lo più lento e un po' frustrante.

Capitolo 1: perché penso che gli ereader siano una grande invenzione: se leggete ovunque, si parla di spazio risparmiato in casa (confermo), portabilità di moltissimi testi (confermo), possibilità di annotare i testi (dipende), risparmio in soldi sull'acquisto dei libri (confermo, ma penso che dipenda anche qui).
Con il lettore riesco a sfruttare spezzoni di tempo che spesso con il libro non riuscivo a utilizzare: se il libro che leggevo era troppo grande per la mia borsa (chi legge Ken Follet capirà XD), se era scomodo perché avevo una sola mano disponibile (es. in piedi nel metro affollato), la notte la sera tardi perché non volevo rischiare di addormentarmi leggendo e lasciare la luce accesa. In più se ne finisco uno, ne ho subito un altro sottomano.
Io che leggo moltissimo in inglese ho risparmiato montagne di soldi soprattutto sui classici: è facilissimo online trovare libri non più protetti da Copyright e quindi disponibili legalmente gratuitamente (vedi siti come Liber Liber e progetto Gutenberg). Un po' meno per le traduzioni in italiano, perché spesso è la traduzione a essere ancora protetta, ma anche qui si trovano testi da .50 ai 1 euro come niente. Inoltre è facile trovare la traduzione di una parola sconosciuta rapidamente (ma anche la definizione, per chi legge solo in italiano).
Per chi ha un po' la mano nelle faccende informatiche e conosce programmi come Calibre è anche comodo per lo studio, potendo comprimere dispense e portarsele dietro ovunque.
Inoltre è effettivamente comodissimo per chi ha difficoltà di vista, potendo settare le dimensioni del carattere a piacere, anche molto grande.
Le annotazioni sono una faccenda così così: io non ho mai sottolineato i miei libri, ma su lettore è un faccenda un po' scomoda a volte, mentre annotare è sicuramente più lento perché non scrive con la stessa velocità di un tablet.

Capitolo 2: i contro degli ereader: costano. Sia in senso letterale (si va dai 70/80 euro minimo, ma se parliamo di lettori decenti siamo sui 100 in su), ma anche per tutta una serie di corollari: se lo dimentico, se me lo rubano (a volte leggendo in metrò butto sempre l'occhio in giro) non ci ho rimesso 10 euro di volume. Inoltre lo schermo dei lettori contiene uno strato di vetro sottile che si può rompere e in quel caso il lettore è inservibile. Da notare che la garanzia non copre mai questo tipo di danno. Quasi tutte le ditte non offrono la possibilità di sostituire lo schermo (la Cybook è l'unica che lo ha fatto in un caso di mia conoscenza). Amazon offre però la possibilità di assicurare i Kindle per danni accidentali e sostituirlo. In ogni caso una custodia rigida e d'obbligo e vanno trattati con un minimo di cura.
Altro contro è per i manuali con molte immagini: il bianco e nero certo non rende, e la formattazione, soprattutto per i pdf, è in molti casi un peregrina. In quel caso sono sicuramente meglio i tablet.

Quali scegliere: il Italia forse i più conosciuti sono Kindle, Kobo e Tolino, ma non sono gli unici! Ogni brand ha i suoi pro e contro.

Kindle: ha alle spalle l'assistenza clienti migliore del mondo conosciuto, alcuni modelli hanno il 3G, è facilissimo da usare per i poco smanettoni, ma lavora su un cosiddetto ecosistema chiuso: supporta solo il formato azw/mobi (protetto e non), per cui puoi comprare da altri siti (anche se a quel punto Amazon spesso costa meno) in formato mobi, ma se cambi lettore convertire la biblioteca di Amazon in epub non è così banale.

Kobo & Tolino: supportano gli epub. La Kobo offre anche lettori più grandi (l'Aura H2O è un 6,8") dello standard 6" e in teoria supporta moltissimi più formati, compressi quelli da fumetto. Per chi ama smanettare, il Kobo ha una folta schiera di aggiunte sul software (le 'patch') non ufficiali che lo rendono molto versatile. L'area personale del sito della Kobo fa abbastanza schifo e mi hanno parlato maluccio dell'assistenza.

Pocketbook, Cybook, Treckstor, etc.: case 'minori' che supportano gli epub, senza una libreria predefinita come quelli sopra. La Pocketbook (quella del vecchio Leggo IBS, per intenderci) ha una scelta vastissima di dispositivi e ha vinto diversi premi di design. I Cybook sono francesi con schermi da 6" o 8". La Trekstore ha uno dei lettori illuminati più economici in commercio.

Onyx, Bouye e Icarus: sono lettori che si basano sul sistema Android, quindi molto versatili, ma proprio per questo le batterie non durano come quelle degli altri lettori. Si sceglie/scarica la app di lettura che si vuole (Kindle, Kobo, etc. ma anche generiche) e si usa. Alcuni modelli offrono anche la possibilità di usare gli Audiobook (hanno il jack per le cuffie) e il text-to-speech. Ci sono modelli con schermi da 8"/9" con pennino ideali per chi usa molti pdf per studio, ma vanno dai 300 euro in su (non illuminati).

Nota: da quello che ricordo, nessuno dei modelli da 8/9" ha il touchscreen, ma solo bottoni fisici e/o pennini.

Orogliosa proprietaria di un Kobo Glo e ferma sostenitrice della lettura digitale.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
17/08/2015 19:56 #6 da pierbusa
Risposta da pierbusa al topic Lettori e-reader

Giacovet ha scritto: Ciao a tutti! Mi permetto di rispondere al topic con un muro di testo sugli ereader in generale, perché ho fatto un bel po' di ricerca quando decisi di acquistare il mio e mi pare che a volte chi vi si affacci abbia aspettative un po' diverse. Magari chi vuole passare al lato oscuro della forza (cit.) ha qualche idea in più.

Premessa: l'ereader non è un tablet: La prima cose che il 99% delle persone a cui io e amici abbiamo mostrato il lettore mi ha detto è "Così lento?/Non è a colori!/Non ha il 3G!". L'ereader serve praticamente solo a leggere, al massimo leggere qualche mail. I suoi punti di forza sono lo schermo, che non stanca gli occhi, e la batteria. Alcuni lettori hanno la possibilità di navigare in internet, ma è per lo più lento e un po' frustrante.

Capitolo 1: perché penso che gli ereader siano una grande invenzione: se leggete ovunque, si parla di spazio risparmiato in casa (confermo), portabilità di moltissimi testi (confermo), possibilità di annotare i testi (dipende), risparmio in soldi sull'acquisto dei libri (confermo, ma penso che dipenda anche qui).
Con il lettore riesco a sfruttare spezzoni di tempo che spesso con il libro non riuscivo a utilizzare: se il libro che leggevo era troppo grande per la mia borsa (chi legge Ken Follet capirà XD), se era scomodo perché avevo una sola mano disponibile (es. in piedi nel metro affollato), la notte la sera tardi perché non volevo rischiare di addormentarmi leggendo e lasciare la luce accesa. In più se ne finisco uno, ne ho subito un altro sottomano.
Io che leggo moltissimo in inglese ho risparmiato montagne di soldi soprattutto sui classici: è facilissimo online trovare libri non più protetti da Copyright e quindi disponibili legalmente gratuitamente (vedi siti come Liber Liber e progetto Gutenberg). Un po' meno per le traduzioni in italiano, perché spesso è la traduzione a essere ancora protetta, ma anche qui si trovano testi da .50 ai 1 euro come niente. Inoltre è facile trovare la traduzione di una parola sconosciuta rapidamente (ma anche la definizione, per chi legge solo in italiano).
Per chi ha un po' la mano nelle faccende informatiche e conosce programmi come Calibre è anche comodo per lo studio, potendo comprimere dispense e portarsele dietro ovunque.
Inoltre è effettivamente comodissimo per chi ha difficoltà di vista, potendo settare le dimensioni del carattere a piacere, anche molto grande.
Le annotazioni sono una faccenda così così: io non ho mai sottolineato i miei libri, ma su lettore è un faccenda un po' scomoda a volte, mentre annotare è sicuramente più lento perché non scrive con la stessa velocità di un tablet.

Capitolo 2: i contro degli ereader: costano. Sia in senso letterale (si va dai 70/80 euro minimo, ma se parliamo di lettori decenti siamo sui 100 in su), ma anche per tutta una serie di corollari: se lo dimentico, se me lo rubano (a volte leggendo in metrò butto sempre l'occhio in giro) non ci ho rimesso 10 euro di volume. Inoltre lo schermo dei lettori contiene uno strato di vetro sottile che si può rompere e in quel caso il lettore è inservibile. Da notare che la garanzia non copre mai questo tipo di danno. Quasi tutte le ditte non offrono la possibilità di sostituire lo schermo (la Cybook è l'unica che lo ha fatto in un caso di mia conoscenza). Amazon offre però la possibilità di assicurare i Kindle per danni accidentali e sostituirlo. In ogni caso una custodia rigida e d'obbligo e vanno trattati con un minimo di cura.
Altro contro è per i manuali con molte immagini: il bianco e nero certo non rende, e la formattazione, soprattutto per i pdf, è in molti casi un peregrina. In quel caso sono sicuramente meglio i tablet.

Quali scegliere: il Italia forse i più conosciuti sono Kindle, Kobo e Tolino, ma non sono gli unici! Ogni brand ha i suoi pro e contro.

Kindle: ha alle spalle l'assistenza clienti migliore del mondo conosciuto, alcuni modelli hanno il 3G, è facilissimo da usare per i poco smanettoni, ma lavora su un cosiddetto ecosistema chiuso: supporta solo il formato azw/mobi (protetto e non), per cui puoi comprare da altri siti (anche se a quel punto Amazon spesso costa meno) in formato mobi, ma se cambi lettore convertire la biblioteca di Amazon in epub non è così banale.

Kobo & Tolino: supportano gli epub. La Kobo offre anche lettori più grandi (l'Aura H2O è un 6,8") dello standard 6" e in teoria supporta moltissimi più formati, compressi quelli da fumetto. Per chi ama smanettare, il Kobo ha una folta schiera di aggiunte sul software (le 'patch') non ufficiali che lo rendono molto versatile. L'area personale del sito della Kobo fa abbastanza schifo e mi hanno parlato maluccio dell'assistenza.

Pocketbook, Cybook, Treckstor, etc.: case 'minori' che supportano gli epub, senza una libreria predefinita come quelli sopra. La Pocketbook (quella del vecchio Leggo IBS, per intenderci) ha una scelta vastissima di dispositivi e ha vinto diversi premi di design. I Cybook sono francesi con schermi da 6" o 8". La Trekstore ha uno dei lettori illuminati più economici in commercio.

Onyx, Bouye e Icarus: sono lettori che si basano sul sistema Android, quindi molto versatili, ma proprio per questo le batterie non durano come quelle degli altri lettori. Si sceglie/scarica la app di lettura che si vuole (Kindle, Kobo, etc. ma anche generiche) e si usa. Alcuni modelli offrono anche la possibilità di usare gli Audiobook (hanno il jack per le cuffie) e il text-to-speech. Ci sono modelli con schermi da 8"/9" con pennino ideali per chi usa molti pdf per studio, ma vanno dai 300 euro in su (non illuminati).

Nota: da quello che ricordo, nessuno dei modelli da 8/9" ha il touchscreen, ma solo bottoni fisici e/o pennini.


Grosso modo concordo con quasi tutto...segnalo solo che il problema dell'uso degli eBook reader con i PDF non è la formattazione. Infatti il pdf è un formato che rispetta per definizione ogni formattazione e proprio per questo non è adatto ai piccoli schermi da 6-7 pollici della maggior parte degli eBook reader. Lettori questi che sono stati concepiti per dare il meglio con i formati "liquidi" come ePub o Mobi. Attualmente per un forte lettore non esiste altra scelta sensata che dotarsi di uno di questi device e dedicare una piccola libreria tradizionale cartacea ai libri del "cuore".


Tre anni al club...tre stelle. Una per me, una per il Club e una sia di buon auspicio...

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
17/08/2015 20:15 #7 da pierbusa
Risposta da pierbusa al topic Lettori e-reader
Dimenticavo di aggiungere una cosa importante. Acquistando un eBook non si acquista un bene materiale ma solo un servizio ossia il diritto di leggerlo e se poi c'è una protezione gestita tramite l'adobe id si ha il diritto di averlo solo su un limitato numero di dispositivi (mi pare sei). Pensate voi se nel corso della propria vita non capiterà di cambiare o acquistare almeno sei smartphone tablet eBook reader.


Tre anni al club...tre stelle. Una per me, una per il Club e una sia di buon auspicio...

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
19/08/2015 13:43 #8 da Giacovet
Risposta da Giacovet al topic Lettori e-reader

pierbusa ha scritto: Dimenticavo di aggiungere una cosa importante. Acquistando un eBook non si acquista un bene materiale ma solo un servizio ossia il diritto di leggerlo e se poi c'è una protezione gestita tramite l'adobe id si ha il diritto di averlo solo su un limitato numero di dispositivi (mi pare sei). Pensate voi se nel corso della propria vita non capiterà di cambiare o acquistare almeno sei smartphone tablet eBook reader.


A onor della precisione, se si sa che cambierà/venderà un dispositivo vi si può togliere l'autorizzazione Adobe e impedire che conti in quei massimo 6 dispositivi. La parte ridicola è che se supero i sei, devo contattare l'assistenza Adobe perché mi resettino i dispositivi autorizzati da remoto.

La parte grave è che se cambio mail e quindi "ID Adobe" gli ebook acquistati con quello precedente sono perduti se non ne ho un backup, in quanto acquistati con ID differente e quindi a quanto pare non da me...

Questo per me conferma il concetto che:
  1. il DRM è il male e ne andrebbero cercate soluzioni alternative (es. il Watermark)
  2. è limitativo solo per l'utente poco informatizzato/iper-onesto (inteso come quello che non toglie protezione ai libri nemmeno per un back up dei file), ma per il resto inutile perché aggirabile da chiunque sappia usare un qualsiasi motore di ricerca

Io da quando ho il lettore leggo soprattutto classici e romanzi 'indipendenti' senza DRM, il resto li prendo in prestito dai servizi bibliotecari digitali. Se proprio adoro il libro e/o l'autore, compro la copia cartacea XD

Orogliosa proprietaria di un Kobo Glo e ferma sostenitrice della lettura digitale.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
19/08/2015 19:15 #9 da pierbusa
Risposta da pierbusa al topic Lettori e-reader

Giacovet ha scritto:

pierbusa ha scritto: Dimenticavo di aggiungere una cosa importante. Acquistando un eBook non si acquista un bene materiale ma solo un servizio ossia il diritto di leggerlo e se poi c'è una protezione gestita tramite l'adobe id si ha il diritto di averlo solo su un limitato numero di dispositivi (mi pare sei). Pensate voi se nel corso della propria vita non capiterà di cambiare o acquistare almeno sei smartphone tablet eBook reader.


A onor della precisione, se si sa che cambierà/venderà un dispositivo vi si può togliere l'autorizzazione Adobe e impedire che conti in quei massimo 6 dispositivi. La parte ridicola è che se supero i sei, devo contattare l'assistenza Adobe perché mi resettino i dispositivi autorizzati da remoto.

La parte grave è che se cambio mail e quindi "ID Adobe" gli ebook acquistati con quello precedente sono perduti se non ne ho un backup, in quanto acquistati con ID differente e quindi a quanto pare non da me...

Questo per me conferma il concetto che:
  1. il DRM è il male e ne andrebbero cercate soluzioni alternative (es. il Watermark)
  2. è limitativo solo per l'utente poco informatizzato/iper-onesto (inteso come quello che non toglie protezione ai libri nemmeno per un back up dei file), ma per il resto inutile perché aggirabile da chiunque sappia usare un qualsiasi motore di ricerca

Io da quando ho il lettore leggo soprattutto classici e romanzi 'indipendenti' senza DRM, il resto li prendo in prestito dai servizi bibliotecari digitali. Se proprio adoro il libro e/o l'autore, compro la copia cartacea XD


Non mi risulta sia possibile fare in modo legale copie di backup di eBook protetti da drm. È la gestione dell'Adobe Id è talmente cervellotica che mandarli a quel paese è un atto di legittima difesa.


Tre anni al club...tre stelle. Una per me, una per il Club e una sia di buon auspicio...

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Di più
19/08/2015 19:58 #10 da Giacovet
Risposta da Giacovet al topic Lettori e-reader

pierbusa ha scritto: Non mi risulta sia possibile fare in modo legale copie di backup di eBook protetti da drm. È la gestione dell'Adobe Id è talmente cervellotica che mandarli a quel paese è un atto di legittima difesa.


Infatti è il motivo per cui definivo gli interessati 'Iper-onesti'. Le copie di backup senza DRM non si potrebbero creare legalmente (si può fare solo il backup del file .acsm, che è quello che scarichi dai siti e che viene processato da ADE per scaricare a sua volta l'ebook), ma soprattutto in seguito a debacle come quelli della Sony o della statunitense Barnes&Nobles, c'è chi lo fa lo stesso per paura di perdere i file.

A volte credo si faccia anche confusione con CD e DVD le cui copie di backup a solo scopo personale sono sempre state considerate legali.

Parlando di editoria digitale e copyright in generale, hai mai letto Cory Doctorow? E' un paladino della questione e ha fatto molti esperimenti per confutare i preconcetti in questi campi.

Orogliosa proprietaria di un Kobo Glo e ferma sostenitrice della lettura digitale.

Accedi o Crea un account per partecipare alla conversazione.

Shoutbox

Avatar di guidocx84 guidocx84 - 19/06/2018 - 20:12

Ciao a tutti i nuovi arrivati!Giacomo, ti ho mandato un messaggio privato ;)

Avatar di freddy65 freddy65 - 18/06/2018 - 22:39

buonasera sono nuovo del forum

Avatar di Misunderstood83 Misunderstood83 - 18/06/2018 - 18:48

Salve, sono nuova. Sto cominciando a leggere, "I diari della famiglia Dracula" di Jeanne Kalogridis. Sono appassionata di vampiri ma non del genere horror. Il libro mi sembra scritto bene.

Avatar di GiacomoAmitrano GiacomoAmitrano - 17/06/2018 - 23:19

Non so poi se nelle zone che ho detto ce ne siano più di uno, nel qual caso ne sarei felice :D

Avatar di GiacomoAmitrano GiacomoAmitrano - 17/06/2018 - 23:16

A Napoli Guido, zone raggiungibili con la linea 1 della metropolitana. Grazie mille per l'aiuto??

Avatar di guidocx84 guidocx84 - 17/06/2018 - 12:41

Quale gruppo di lettura Giacomo? Sul territorio ne abbiamo svariati. Dacci qualche indicazioni in più altrimenti non possiamo aiutarti ;)

Avatar di GiacomoAmitrano GiacomoAmitrano - 16/06/2018 - 14:16

Per favire qualcuno potrebbe dirmi quando e dove sarà il prossimo appuntamento del gruppo di lettura? Grazie :D

Avatar di Appassionata Appassionata - 14/06/2018 - 23:21

Accidenti mi fate venire voglia di nn dormire per progredire nella lettura più velocemente ;)

Avatar di Dot.Cromag Dot.Cromag - 12/06/2018 - 08:17

Ciao a tutti! Io sono Dot Cromag.Amo leggere e scrivo per ossessione.Ho da poco aperto un “bloggario”, un’entita ibrida tra blog e diario.Sono esigente e amo il buongusto in fatto di libri. Ciao!

Avatar di Fede95 Fede95 - 05/06/2018 - 21:23

Ciao! Va bene, grazie! :D

The shoutbox is unavailable to non-members

Ultimi commenti

  • GIUGNO 2018 - Furore
    marta.rossi 21.06.2018 11:45
    "Furore" è il primo libro del mese di cui lascio un commento (sono iscritta alla community da gennaio).
     
  • Diciannove minuti
    Graziella 15.06.2018 13:21
    Claudia, ho appena finito di leggere Diciannove minuti, in certi momenti mi è sembrato un pochino ...
     
  • La storia
    Anna96 03.06.2018 11:11
    Anche per me era il suo primo libro e credo che si possa leggere anche senza avere una conoscenza ...
     
  • La storia
    Bibi 02.06.2018 18:29
    Mi è piaciuta molto la recensione tanto da farmelo mettere nella Readlist! Mi consigliate di leggerlo ...
     
  • GIUGNO 2018 - Furore
    a.dalbis 31.05.2018 12:55
    Comincio oggi! Vi faccio sapere1 Grazie di tutto agli amministratori!

Eventi

Giugno 2018
DOM LUN MAR MER GIO VEN SAB
27282930310102
03040506070809
10111213141516
17181920212223
24252627282930

STATISTICHE

Utenti
3042
Articoli
1426
Visite agli articoli
1496240

Iscriviti alla newsletter

Compila il form per iscriverti alla nostra Newsletter ed essere sempre aggiornato sulle attività, gli eventi e le novità che riguardano Il Club del Libro!