Dopo quarantun anni, due uomini, che da giovani sono stati inseparabili, tornano a incontrarsi in un castello ai piedi dei Carpazi. Uno ha passato quei decenni in Estremo Oriente, l'altro non si è mosso dalla sua proprietà. Ma entrambi hanno vissuto in attesa di quel momento. Null'altro contava per loro. Perché? Perché condividono un segreto che possiede una forza singolare: "una forza che brucia il tessuto della vita come una radiazione maligna, ma al tempo stesso dà calore alla vita e la mantiene in tensione". Tutto converge verso un "duello senza spade" ma ben più crudele. Tra loro, nell'ombra il fantasma di una donna.

Per il mese di maggio la Community de Il Club del Libro ha scelto di leggere Le braci di Sándor Márai, scrittore ungherese che ha raggiunto la fama proprio con questo libro. In questo romanzo il tema tratto è l’amicizia maschile e i protagonisti sono Henrik e Konrad, due ragazzini che si conoscono in un collegio militare a Vienna. Qualcosa differenzia i due protagonisti: uno è ricco e l’altro è povero. Infatti Henrik è ricco e bisognoso di affetto, anche se crescendo sarà ben disposto e amato dalla gente mentre Konrad, figlio di una famiglia di funzionari, è povero ma forte, con un animo artistico. Al collegio nascerà tra i due una grande amicizia, tanto da essere riconosciuta da tutti e vista come un legame talmente forte paragonabile a quello di due gemelli. La vita li condurrà per mano fino ad un certo punto quando qualcosa li separerà lasciando domande senza risposte e quando il momento del chiarimento tanto aspettato arriverà, dopo quarantuno anni andrà in scena l’atto finale della loro amicizia. Vi aspettiamo numerosi sul Forum per parlare di questo libro!

Autore Sándor Márai
Editore Adelphi
Pagine 181
Prezzo di copertina 10,00 €
Prezzo e-book 6,99 €
Categoria Contemporaneo - Attualità - Sociale - Psicologico