L'azione si svolge in un futuro prossimo del mondo (l'anno 1984) in cui il potere si concentra in tre immensi superstati: Oceania, Eurasia ed Estasia. Nel superstato di Oceania, in particolare, la società è controllata da un Partito che basa il suo potere sui principi del Socing, un socialismo estremo, il cui comandante supremo è il Grande Fratello, onnisciente e infallibile, un misterioso dittatore che nessuno ha visto di persona ma di cui ovunque sono visibili grandi manifesti di propaganda. Il Ministero della Verità, nel quale lavora il personaggio principale, Smith, ha il compito di censurare libri e giornali non in linea con la politica ufficiale, di alterare la storia e di ridurre le possibilità espressive della lingua. Per quanto sia tenuto sotto controllo da telecamere, Smith comincia a condurre un'esistenza "sovversiva" mal sopportando i condizionamenti del regime e non riuscendo ad adeguare la propria mente al bipensiero. La sua vita cambia radicalmente quando incontra Julia, una giovane ventiseienne che si adatta al Partito Esterno solo per convenienza. Winston e Julia decidono di collaborare con un'organizzazione clandestina di ribelli, detta la Confraternita, a cui O'Brien, un importante funzionario del Partito Interno, dice di appartenere. Catturati da uno squadrone della Psicopolizia, Winston e Julia vengono sottoposti ad un programma di tortura fisica e psicologica condotta da O'Brien, che in realtà è un ufficiale della stessa Psicopolizia. Durante le varie fasi di torture, Winston viene condotto nella Stanza 101 dove si materializza la fobia più assoluta di ogni condannato. Le varie torture ed il lavaggio del cervello, riusciranno a far schierare Wiston dalla parte del Grande Fratello? Scritto nel 1949, il libro è considerato una delle più lucide rappresentazioni del totalitarismo.

Per il mese di Aprile 2015, la Community del Club del Libro ha scelto di leggere "1984" di George Orwell, che fin da subito pare abbia incuriosito i lettori i cui voti lo hanno sempre mantenuto nella prima posizione della classifica. "1984", oltre ad essere uno dei romanzi più celebri di Orwell, è considerato il romanzo distopico per eccellenza. Orwell (Motihari, 25 giugno 1903 – Londra, 21 gennaio 1950), anarchico passato al socialismo, combattente in Spagna col POUM, fu vittima delle persecuzioni staliniste durante la guerra civile spagnola: da questo evento terribile nacque in lui la necessità di combattere ogni forma di totalitarismo, sia quello fascista che quello comunista. In una lettera del 16 giugno 1949 disse: «Il mio recente romanzo [1984] NON è inteso come un attacco al Socialismo o al Partito Laburista (di cui sono sostenitore), ma come la denuncia delle perversioni che sono state parzialmente realizzate nel Comunismo e nel Fascismo.»

Autore George Orwell
Editore Mondadori
Pagine 336
Prezzo di copertina 10,00 €
Prezzo e-book 6,99 €
Categoria Fantascienza - Fantastico - Fantasy