SINOSSI

La giovane hacker Lisbeth Salander è di nuovo immobilizzata in un letto d'ospedale, anche se questa volta non sono le cinghie di cuoio a trattenerla, ma una pallottola in testa. È diventata una minaccia: se qualcuno scava nella sua vita e ascolta quello che ha da dire, potenti organismi segreti crolleranno come castelli di carta. Deve sparire per sempre, meglio se rinchiusa in un manicomio. La cospirazione di cui si trova suo malgrado al centro, iniziata quando aveva solo dodici anni, continua. Intanto, il giornalista Mikael Blomkvist è riuscito ad avvicinarsi alla verità sul terribile passato di Lisbeth ed è deciso a pubblicare su "Millennium" un articolo di denuncia che farà tremare i servizi di sicurezza, il governo e l'intero paese. Non ci saranno compromessi. L'ultimo capitolo della trilogia di Stieg Larsson è ancora una volta una descrizione della società contemporanea sotto forma di thriller. Un romanzo di trame occulte e servizi segreti deviati, che cattura il ritmo del nostro tempo e svela a cosa possono condurre le perversioni di un sistema malato. Una storia che, fedele all'anima del suo autore, narra di violenza contro le donne, e di uomini che la rendono possibile.

RECENSIONE

Questo è il terzo e ultimo capitolo di questa bellissima trilogia. In questo capitolo il protagonista diventa lo Stato. Si attacca proprio lui. Si attacca la Sapö, i servizi segreti svedesi. Nasce un complotto complesso, dove c'è di mezzo Zalachenko che era invischiato con la storia delle prostitute del secondo capitolo. In questo capitolo si cerca di togliere di mezzo Lisbeth perché è una testimone scomoda. Conosce troppo e qui entra in scena la storia complessa della sua infanzia difficile. Intanto Lisbeth si trova in ospedale mal ridotta con un proiettile nel cervello e non riesce a muoversi. Durante la sua permanenza in ospedale, dove lotta per riprendersi, fuori si discute di cosa ne sarà di lei dal momento in cui metterà piedi fuori dall'ospedale. Intanto Mikael fa di tutto, con le altre poche persone che sostengono Lisbeth, per trovare un ottimo piano di difesa per Lisbeth, così si mettono a lavoro riuscendo a muovere parecchie pedine del gioco. Lisbeth, grazie anche a l'aiuto di un dottore e di Mikael, riesce in ospedale a trovare delle prove che la scagionino e che l'aiutino e non ritornare in qualche manicomio. In questo capitolo niente resta in sospeso, tutto ha una fine, tutto ha una risposta. Così si svolge questo terzo capitolo e saltano fuori altre novità che ci stupiscono ancora!! Larsson riesce a tenere bene la storia base in tutti è tre i libri riuscendo ad amalgamarla bene da risultare difficile la lettura di questo terzo capitolo senza la lettura dei precedenti libri perché si hanno rivelazioni su domande nate nei precedenti capitoli. 
"Aprì del tutto la porta e lo fece entrare di nuovo nella sua vita": è questa la frase che conclude la trilogia di "Millennium", e mai come in questo caso la parola "fine" ha avuto un significato così definitivo.

[RECENSIONE A CURA DI KATYA]

Autore Stieg Larsson
Editore Marsilio
Pagine 857
Anno edizione 2009
Edizione Collana Farfalle
Lingua Italiano
ISBN-10(13) 9788831796774
Prezzo di copertina 21,50 €
Categoria Horror - Thriller - Mistero - Gotico