images/news-e-eventi/ex-libris.jpg

A New York esiste un luogo dove ogni lettore vorrebbe rinchiudersi almeno una volta nella sua vita: è la New York Public Library, la terza biblioteca più grande dell'America del Nord, con filiali nei quartieri di Manatthan, Bronx e Staten Island per un totale di 97 biblioteche.

Fondata nel 1895, unendo le biblioteche cittadine grazie all'eredità del politico Samuel J. Tindel che desiderava realizzare una biblioteca accessibile a tutti, in quattro piani di struttura sono custoditi cinquantadue milioni di volumi, tra libri cartacei, e-book, e DVD, oltre a numerose mappe antiche ed oggetti storici di inestimabile valore.

Dal 23 al 25 Aprile, in 197 minuti, sarà possibile vivere al cinema l'esperienza di entrare in questo colosso della cultura grazie a Frederick Wiseman e alla sua ultima opera cinematografica: Ex Libris - The New York Public Library.

Il film è stato presentato in anteprima mondiale in Concorso alla 74° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia dove ha vinto il premio FIPRESCI (il premio della federazione internazionale della stampa cinematografica) ed è stato successivamente designato come Film della Critica del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani – SNCCI

Il film sarà distribuito da I Wonder Pictures e Unipol Biografilm Collection nell’ambito delle I Wonder Stories, appuntamento mensile che porta sul grande schermo i documentari e le storie più straordinari che si sono distinti nel panorama internazionale.

Wiseman, autore di innumerevoli documentari, ha puntato l'inquadratura su una delle biblioteche più grandi ed importanti al mondo. Il regista ha dichiarato di aver sempre frequentato le biblioteche pubbliche, affascinato da tutto quello che vi si può scoprire ed imparare.

Della New York Public Libarary a colpirlo è stata l'immensa vastità degli archivi, la diversità dei programmi, il coinvolgimento del personale nell'offrire assistenza a chi ha bisogno di imparare. La NYPL, infatti, si occupa anche di istruire i quartieri più poveri di New York mediante veri e propri corsi.

Il film presenta l'ampia varietà di opportunità offerte dalla biblioteca e lancia un messaggio chiaro, potente e ben mirato all'America di Trump: non c'è diversità ma eguaglianza dei diritti, dell'educazione e del pensiero; alla New York Public Library, chiunque è il benvenuto.

GUARDA IL TRAILER

(articolo a cura di Roberta Failla)