Banner
Banner
Banner
Banner
Recensioni: Storia di una capinera
Titolo:      Storia di una capinera
BookID:      33
Autori:      Giovanni Verga
ISBN-10(13):      9788854120891
Editore:      Newton Compton
Data pubblicazione:      2010
Edizione:      Collana Grandi tascabili economici
Lingua:      Italiano
Prezzo di copertina:      6,00 €
Valutazione:      4 
Immagine:      cover           Il Club del Libro consiglia ibs.it!
Descrizione:     

SINOSSI

Scritto nel 1869 e pubblicato in volume nel 1871, questo primo romanzo di Verga ha goduto di una grande fortuna. Scritto in forma epistolare, è tratto da un'esperienza autobiografica. Le lettere che la giovane Maria, costretta dal padre alla vita del convento senza vocazione, scrive all'amica Marianna durante un breve soggiorno con la famiglia in campagna, testimoniano del suo turbamento di giovane novizia che al di fuori della vita monacale riscopre nuovi orizzonti, e soprattutto l'esistenza dell'amore che, osteggiato da tutti, crescerà in lei assumendo una tensione parossistica.

RECENSIONE

E' un romanzo epistolare e si svolge a Monte Illice e a Catania. La protagonista è Maria, un'educanda di diciannove anni chiusa in convento, perché rimasta orfana di madre all'età di sette anni, per diventare monaca di clausura per motivi di indigenza economica. In seguito allo scoppio di un’epidemia di colera, lascia temporaneamente il convento per trasferirsi con la famiglia in campagna, a Monte Illice, nel 1854. Vive le sue giornate con la spensieratezza di un bambino, perché per lei è tutto nuovo. Gli alberi, l'aria fresca che respira, questo è tutto diverso da ciò che lei ha imparato a conoscere: il convento. Muri spogli, grigi, silenzio e preghiere. Racconta tutte queste sue vicende con delle lettere scritte a Mariana, anch'essa educanda, tornata anche lei a casa a Mascalucia. Racconta di come sia bella la campagna, come le piace correre e vedere la natura privata a loro in convento. Spiega le sensazione che prova nel respirare l'aria fresca della campagna. Racconta di aver fatto amicizia con la famiglia Valentini e ne descrive i soggetti. Parla anche di Nino, ne parla molto, senza neanche accorgersene. Fin quando le sue lettere diventano sempre più tristi, più cupe. Fino a quando capisce il suo male... essersi innamorata di Nino, il figlio dei signori Valentini. La matrigna anche lei capisce il male che affligge la novizia e le priva di avere rapporti ad di fuori della famiglia. Ritornerà comunque in convento.

Storia sconvolgente, che ti incupisce l'anima perché senti la sofferenza di questa ragazza tagliata fuori dalla vita per una scelta non sua. La sua sofferenza ti accompagna. Il suo amore così vero, sincero, purissimo viene esasperato e drammatizzato all'eccesso. Questo amore che l'ossessiona, che la impaurisce. Scoprirà la gelosia fino alla follia. L'intensità del romanzo è forte ed emozionante. Da leggere.

"Passione e tormento di un impossibile sogno d'amore"

[RECENSIONE A CURA DI KATYA]

   
You are here: Recensioni