SINOSSI

All'ombra delle fanciulle in fiore Premio Goncourt nel 1919, All'ombra delle fanciulle in fiore rappresenta, all'interno di quel "tout vivant" che è la Recherche, il momento spirituale e biologico della giovinezza. Libro "corale", "estroverso", di un fascino duraturo, è anche un libro "marino", nel quale il paesaggio della costa normanna insolitamente assolata, tratteggiata con tocchi impressionisti, fa da sfondo al doppio amore del Narratore per Gilberte prima e per la piccola banda delle "fanciulle in fiore" poi, in cui spicca Albertine. Tra i molti incontri decisivi, quello con lo scrittore Bergotte e il pittore Elstir, che inizieranno il Narratore alla vita e all'arte.

RECENSIONE

In questo secondo volume de "Alla ricerca del tempo perduto", Proust ci narra dell'adolescenza attraverso due tematiche: l'erotismo e l'arte. Ci racconta dell'amore per Gilberte, di piccole passioni che lei suscita in Marcel e di come lui reagisca a questo amore, con sbalzi d'amore e d'odio improvvisi. La partenza per le vacanze e gli incontri con un gruppo di ragazze. Qui inizia a fantasticare per poi lasciarsi travolgere dalle ragazze, fino alla nascita di un nuovo amore. In queste riflessioni troviamo così tanti stati d'animo opposti, con descrizioni accurate ma che spesso fanno distrarre il lettore. La trama si fa seguire ma ho faticato molto di più a finire questo volume. Rispetto al primo volume ho sentito meno magia tra le righe. Consiglio comunque la lettura di questo libro se si è letto il precedente.

[RECENSIONE A CURA DI KATYA]

Autore Marcel Proust
Editore Mondadori
Anno edizione 2012
Edizione Collana Oscar scrittori moderni
ISBN-10(13) 9788804623342
Prezzo di copertina 11,00 €
Prezzo e-book 2,99 €
Categoria Contemporaneo - Attualità - Sociale - Psicologico