SINOSSI

Una donna assassinata in una casa vuota, distesa in una pozza di sangue nel buio del salotto. Unico testimone, il gatto. È questa la scena agghiacciante che Wahhch Debch si trova davanti una sera, tornando dal lavoro. Quella casa è la sua, quella donna è sua moglie. Accecato dal dolore, assetato di vendetta ma soprattutto in cerca di risposte, l'uomo parte alla caccia del killer. Nel disperato tentativo di trovare una spiegazione al male, sprofonda nelle viscere di un mondo a sé stante, che vive appena sotto la pelle del mondo civile, abbandonato a mafie e traffici di ogni sorta, governato da leggi proprie. È un'esplorazione della natura umana nei suoi lati più oscuri, quella compiuta da Wahhch, un viaggio che lo porterà dalle gelide riserve indigene del Quebec, dove le più orribili bassezze si mescolano alla bellezza della cosmologia indiana, fino al Libano, dov'è sepolto il suo tragico segreto, un episodio brutale dell'infanzia che gli ha cambiato per sempre la vita. Sconvolgente odissea contemporanea, "Anima" è al tempo stesso un'ardita provocazione letteraria: capitolo dopo capitolo, il filo della narrazione è ripreso da una successione di mali, a partire dal gatto che racconta la scena iniziale. In un atipico bestiario, cani, gatti, topi, serpenti e insetti d'ogni genere si fanno testimoni dell'intera vicenda, immergendo il lettore nella loro percezione della realtà. La desolante verità che si delinea è una sola: "il cielo non ha visto niente di più bestiale dell'uomo".

RECENSIONE


È un libro che amo, che avrà per sempre un posto speciale nella mia libreria, ma che non riesco a consigliare: un paradosso che vivo per la prima volta. È una storia cruda e sconvolgente già dalle prime pagine. Per continuare la lettura della prima parte ho dovuto quasi leggerlo con dovuto distacco, in quando le sensazioni erano anche fisiche e non solo emotive. Più avanti sono riuscita ad ottenere un approccio più emotivo a vivere la storia attraverso un'interpretazione originale descritta dai vari animali i quali sono narratori e testimoni delle vicende. La realtà è che non ero pronta a sprofondare nell'abisso  insieme al protagonista, perché questo è l'obiettivo dell'autore e si continua a leggere sperando in un lieto fine, perché noi vogliamo sempre un lieto fine. L'omicidio brutale della moglie del protagonista risveglia in lui ricordi passati e il romanzo non è più banalmente basato sulla ricerca dell'assassino della donna, ma un viaggio verso la ricerca di se stessi e della verità assoluta.

[RECENSIONE A CURA DI TESS]

Autore Wajdi Mouawad
Editore Fazi
Pagine 505
Anno edizione 2015
Edizione Le Strade
ISBN-10(13) 9788876256110
Prezzo di copertina 18,50 €
Categoria Giallo - Poliziesco - Noir