SINOSSI

Un ragazzino di tredici anni che è ancora bambino, ma che comincia ad avvertire la pulsione di scoprire la vita; una madre, vedova, che è ancora fiorente e desiderosa di vivere. L'inquietudine, la difficoltà dei rapporti, la scoperta del sesso... I turbamenti sessuali ed esistenziali di un adolescente che scopre la vita in un grande romanzo che ha segnato un'epoca.

RECENSIONE

Agostino è un ragazzino romano che ama passare il suo tempo con la madre; insieme trascorrono lunghe giornate in riva al mare fino a quando un giorno la madre, ancora attraente e desiderosa di vivere, si innamora di un giovane bagnino, trascurando quindi il figlio. In poche pagine, Moravia affronta un tema molto delicato, ossia il passaggio dall'infanzia all'adolescenza; giorno dopo giorno Agostino sente un forte cambiamento dentro di sé, che comporta anche un differente rapporto con la madre, dapprima vista come una protettrice, ma poi considerata una prostituta (bisogna ricordare che nel corso del romanzo Agostino viene influenzato da un gruppo di monelli vagabondi, i quali, per l'appunto, la considerano una prostituta). Inoltre tale cambiamento conduce il protagonista a nutrire una sorta di attrazione nei confronti della donna ma che non sfocerà mai nel complesso di Edipo. "Agostino" è il tipico esempio del romanzo che, in poche pagine, riesce ad affrontare egregiamente un tema delicato e tutt'ora odierno coinvolgendo il lettore.

[RECENSIONE A CURA DI ROBY]

Autore Alberto Moravia
Editore Bompiani
Pagine 160
Anno edizione 2000
Edizione Collana I grandi tascabili
Lingua Italiano
ISBN-10(13) 9788845246326
Prezzo di copertina 7,90 €
Prezzo e-book 6,99 €
Categoria Contemporaneo - Attualità - Sociale - Psicologico