SINOSSI

Una bella donna dalla condotta scandalosa approda sullo sgabello di un bar degli Champs-Élysées, con la testa confusa dall’alcol. Che cosa c'è dietro? Per lo meno una magistrale indagine nelle zone più remote e più torbide della psiche femminile.

RECENSIONE

È stato il primo libro di Simenon che abbia mai letto. Ad essere sincera ho difficoltà ad inquadrarlo in un genere preciso. Ovviamente mi sarei aspettata un giallo, ma sin dalle prime pagine è palese l'assenza di una vittima, almeno in senso tradizionale. Il racconto inizia in medias res, la protagonista è seduta ad un tavolo di un bar degli Champs-Élysées e non si capisce come mai la protagonista si trovi lì, chi siano gli strani personaggi che la circondano e cosa vogliano da lei. Ovviamente tutte queste domande trovano risposta nel prosieguo del libro, ma Simenon riesce sin da subito a catturare l'attenzione del lettore: mi sono infatti ritrovata sia in ansia per la sorte di Betty, che curiosa di sapere come sarebbe andata avanti la storia. Betty, si capisce subito, non è una donna comune, non ha gli stessi interessi delle altre donne della sua età e della sua estrazione sociale e questo la spinge inevitabilmente a chiedersi se sia lei ad essere sbagliata e a cercare di cambiare se stessa, senza però mai riuscire a sfuggire a quella che è la sua vera indole. In questo breve romanzo (sono circa 140 pagine), Simenon offre una magistrale ricostruzione della psiche della protagonista, cercando di portare il lettore a capire quali motivi l'abbiano spinta a determinate scelte, senza giudicare, lasciando il lettore libero di formarsi la propria opinione. Inoltre, per tutta la lettura, mi sono chiesta come si sarebbe potuto concludere il libro e il finale, che per me è stato del tutto inaspettato, non mi ha affatto delusa. Insomma il libro mi è piaciuto molto, anche se non è stato il giallo che mi aspettavo, perché lo stile di Simenon mi ha tenuta incollata alle pagine e mi ha fatta entrare in empatia con Betty, ma anche con Laure, quella che potremmo definire l'antagonista di questa storia. È una delle cose che apprezzo di più in uno scrittore: riuscire a portarmi nella mente di una persona che non si comporta affatto come mi comporterei io nella medesima situazione, farmi capire le sue ragioni e infine convincermi a stare dalla sua parte fino alla fine del libro. Simenon c'è riuscito in pieno.

[RECENSIONE A CURA DI ANNA96]

Autore Georges Simenon
Editore Adelphi
Pagine 141
Anno edizione 1992
Edizione Gli Adelphi
ISBN-10(13) 9788845909146
Prezzo di copertina 10,00 €
Prezzo e-book 4,99 €
Categoria Contemporaneo - Attualità - Sociale - Psicologico