SINOSSI

Nel matrimonio di Rachel non c'è più amore. Suo marito ha interesse solo per il lavoro, in casa è sciatto, per di più beve, e non c'è verso che ricordi la data del compleanno della loro bambina. Non si accorge nemmeno che sua moglie, per disperazione, ha cominciato ad andare a letto con uno di cui non le importa veramente. Che vita è? È la vita di tante donne, e a volte è destinata a continuare così. La svolta arriva imprevista, ed è terribile. La figlia Emma muore in un incidente. Adesso Rachel ha perduto davvero tutto. Incapace di sopportare il dolore decide di abbandonare Londra, il marito, le amiche e ritirarsi nella sua terra di origine, l'isola di Santorini, in mezzo all'Egeo. Quella natura assolata, quel mare violento, un villaggio di case imbiancate sulla scogliera diventano lo scenario in cui cerca di superare il lutto, di ricominciare una nuova esistenza. L'isola e i suoi abitanti, a poco a poco, entrano in contatto con la sua anima ferita. L'amicizia con la giovane Ingrid, anche lei alla deriva, ma per tutt'altre ragioni, le insegna che si può ancora gettare sulla vita uno sguardo di speranza. E l'incontro con Johnny Palmer, un uomo delicato, le fa riprovare emozioni dimenticate. Ma la "guarigione" di Rachel è ancora appesa a un filo. Soprattutto quando da Londra arriveranno notizie che non avrebbe mai voluto sentire. Una storia che accompagna il lettore nelle profondità del dolore. Per uscirne.

RECENSIONE

Amo definirlo un libro per i duri cuore! Louise Candlish, con quella che inizialmente può sembrare una storia banale e dal finale già conosciuto, ci spiazza con un mix di emozioni travolgenti. La protagonista, Rachel, perde prematuramente la figlia Emma di 6 anni, cardine della sua vita composta da un matrimonio in rottura, un marito assente e due amiche con le quali condivide le gioia e le preoccupazioni di essere mamma. Da questo momento Rachel, presa da un dolore insormontabile, abbandona tutto ciò che era il mondo anteEmma alla volta di Santorini, la città di origine della famiglia. L’unica cosa che non riesce a lasciare a Londra è la Bambina. Passerà molto tempo prima che, senza accorgersene, riuscirà a schiudere un piccolo spiraglio di luce nel suo buio dolore e allontanare quella disperazione totale che distacca dalla vita. Dopo varie vicissitudini, la protagonista impara così a convivere con compostezza e coraggio con quel mostro silente. Grazie al suo forte impatto emotivo, e’ uno tra i romandi che ricordo con maggiore attaccamento e credo che sia il tipico libro che in momenti difficili possa servire da spalla, come un amico silenzioso, e nello stesso tempo invece  possa fungere da "terzo  occhio" a chi purtroppo già li ha vissuti.

[RECENSIONE A CURA DI LAB]

Autore Louise Candlish
Editore Sperling & Kupfer
Pagine 456
Anno edizione 2009
Lingua Italiano
ISBN-10(13) 9788860615206
Prezzo di copertina 12,90 €
Categoria Altri generi