SINOSSI

"Dracula" è forse l'ultimo grande romanzo gotico: spettrale, altero, spietato o sottilmente erotico, il pallido Conte (il cui nome è sinonimo di vampiro) appartiene a quei personaggi che entrano a far parte dell'immaginario collettivo, imponendo un genere, un simbolo, una sorta di dimensione.

RECENSIONE

Due ragazzi, Mario e Guido, apparentemente diversi ma straordinariamente inseparabili e complementari: Mario è il più pacato e ordinario dei due, al contrario Guido è eccentrico, fuori dagli schemi e soprattutto anticonformista. Finiti gli studi al liceo classico vogliono evadere dalla grigia e soffocante Milano ma, mentre Guido decide di fare il girovago senza una meta precisa, Mario si innamora della campagna umbra, comprando un terreno con due case abbandonate nei pressi di Gubbio. Le "Due Case" stimolano la rinascita psico-fisica di Mario, facendogli apprezzare la terra, la primitività e l'essenzialità della vita umana. 
Questo romanzo affronta diverse tematiche nel corso delle pagine, dal movimento studentesco del 1968, alla critica al consumismo e al conformismo borghese fino alla complicata rete di sentimenti che contraddistingue l'amicizia.
La cosa, a mio avviso, più bella del romanzo è la capacità di De Carlo nell'accompagnare il lettore a capire nel profondo la psicologia dei protagonisti. Insomma è proprio un bel libro, accattivante e stimolante, consigliato soprattutto ai ragazzi che non hanno ancora progetti stabili per il proprio futuro.

[RECENSIONE A CURA DI ROBY]

Autore Andrea De Carlo
Editore Bompiani
Pagine 389
Anno edizione 2005
Edizione Collana Tascabili
Lingua Italiano
ISBN-10(13) 9788845234422
Prezzo di copertina 10,90 €
Prezzo e-book 6,99 €
Categoria Contemporaneo - Attualità - Sociale - Psicologico