SINOSSI

Stavano così bene insieme, cosa è successo alla loro vita? Cosa è successo ai due chiusi in una camera d'albergo con il cartello "non disturbare" sulla porta? Dove sono finite la passione, la complicità? Il romanzo è un'immersione nella vita quotidiana di una coppia, nell'evoluzione di un amore. Racconta la crisi che si scatena alla nascita di un figlio e, ancora di più, racconta di quando qualcosa rompe l'incantesimo tra due innamorati. E suggerisce, lascia intravedere una risposta, una via d'uscita. È come se i protagonisti dei suoi romanzi più amati, "Il giorno in più" o "Il tempo che vorrei", si ritrovassero ad affrontare quello che viene dopo l'innamoramento, la responsabilità e la complessità dello stare insieme per davvero. Volo sorprende per la capacità di fotografare e dare un nome ai sentimenti, perfino quelli meno nobili e non per questo meno comuni. Si tratta di un romanzo diretto, sincero, spudorato. Leggendolo capita di ridere e commuoversi, come quando qualcosa ci riguarda da vicino.

RECENSIONE

Non è la prima volta che leggo qualcosa di Fabio Volo e finora ho trovato i suoi romanzi piacevoli e delicati. Questo invece mi è risultato quasi fastidioso. L'argomento trattato è sostanzialmente la maternità/paternità. Il punto di vista è, come sempre, quello dell'uomo: vengono raccontati i cambiamenti che l'arrivo di un bebè comporta all'interno della coppia. La riflessione che più volte sono stata portata a fare è stata: "Ma se tutti gli uomini pensano così, povere noi...". Lo stile di Volo è questo, linguaggio semplice, moderno, i complicati moti dell'animo vengono sdrammatizzati e raccontati attraverso le vicissitudini del protagonista e tutti noi siamo portati a pensare che, è vero, anche a noi è successa quella cosa, anche noi ci siamo sentiti così. Trovo che questa sia sostanzialmente la forza dei suoi libri. Ma questa volta, davvero, ho fatto fatica: Nicola, il protagonista, è un bambinone, in alcuni casi la sua immaturità è davvero imbarazzante; Sofia, la compagna, sembra vivere un amore che giustifica tutto. Volo descrive le sue reazioni come quelle di una donna intelligente e capace di "andare oltre". Io il più delle volte mi sono riscoperta a sperare che mandasse brutalmente al diavolo il compagno. Fare i genitori è il mestiere più difficile del mondo e, leggendo questo libro, nonostante le elucubrazioni finali positive, passa la voglia di compiere un passo del genere.

[RECENSIONE A CURA DI CLACLA]

Autore Fabio Volo
Editore Mondadori
Pagine 234
Anno edizione 2015
Edizione Arcobaleno
ISBN-10(13) 9788804658221
Prezzo di copertina 19,00 €
Prezzo e-book 6,99 €
Categoria Contemporaneo - Attualità - Sociale - Psicologico