SINOSSI

"Il mondo è una superficie piana come quella di una carta geografica, sulla quale i flatlandesi scivolano senza sovrapporsi. La loro è una società rigidamente gerarchica: la casta più vile è quella delle donne". Un classico del fantastico, con un saggio di Giorgio Manganelli.

RECENSIONE

"Abbi pazienza che il mondo è vasto e largo", è così che inizia la prima parte di Flatlandia. Il romanzo sembra così invocare dapprima alla calma e alla pazienza, e a raccontarci la storia è infatti un personaggio mite e modesto, che rappresenta la staticità e la linearità del mondo a due dimensioni, un quadrato. Questo geniale romanzo abbatte i soliti schemi con cui viene raccontata la geometria, portando tramite essa un messaggio che appare molto chiaro: ci può essere sempre qualcosa di più, che sta oltre e che non riusciamo a vedere, potremmo averla davanti agli occhi e comunque non vederla perché non riusciamo ad aprirli. Penso il messaggio sia proprio questo, bisogna cercare di fare uno sforzo in più che ci consenta di vedere oltre. La seconda parte del libro esordisce con la frase "O nuovi e Arditi mondi, patria di tali genti", in questa parte la nostra figura geometrica narratrice è costretta a confrontarsi con un mondo al di fuori di se, uscire dalla Flatlandia, dal mondo piatto delle figure geometriche e conoscere un mondo nuovo delle figure tridimensionali. Quanto sforzo può fare un quadrato a capire cosa è una sfera? Noi stessi nelle nostre vite, spesso non riusciamo a fare sforzi molto minori per vedere ciò che sta proprio al di là del nostro naso. Come tutte le nuove scoperte, quella della terza dimensione in Flatlandia è del tutto spiazzante e non viene accettata dalla società; ben magra sarà la consolazione del quadrato che si batterà per la Verità. Abbott nel 1882 rivoluzionava il modo di vedere la geometria e lo spazio, ma forse in realtà, quello che si auspicava era proprio una rivoluzione della mente. Il suo romanzo sembra urlare a tutti i suoi lettori "Aprite gli occhi, aprite la mente!".

[RECENSIONE A CURA DI CALI]

Autore Edwin A. Abbott
Editore Adelphi
Pagine 166
Anno edizione 1993
Edizione Gli Adelphi
ISBN-10(13) 9788845909825
Prezzo di copertina 10,00 €
Prezzo e-book 3,99 €
Categoria Fantascienza - Fantastico - Fantasy