SINOSSI

Personaggi dublinesi che, nella loro inerzia e nella loro ipocrisia, riflettono caratteri universali. Racconti naturalistici che mettono a fuoco i momenti fondamentali dell'esistenza: la fanciullezza, l'adolescenza, la maturità.

RECENSIONE

Ogni racconto narra uno spezzone di vita quotidiana del protagonista. Tramite di esso l’autore vuole mostrare al lettore alcuni aspetti caratterizzanti la vita nella capitale irlandese in quel particolare periodo storico. Gli aspetti che ricorrono nei racconti sono la paralisi morale che colpisce il/la protagonista, spesso di origine politico/religiosa, e la fuga, conseguenza strettamente legata al primo dei due aspetti. Le storie sono distribuite lungo un asse temporale che caratterizza ogni fase della vita: in "Le sorelle", "Un incontro" e "Arabia", il protagonista vive il periodo dell’infanza. In "Eveline", "Dopo la corsa", "I due galanti" e "Pensione di famiglia", Joyce tratta del periodo dell’adolescenza. In "Una piccola nube", "Rivalsa", "Polvere" e "Un caso pietoso" i protagonisti sono ormai maturi. In "Il giorno dell’Edera", "Una madre" e "La grazia" Joyce tratta della vita pubblica dei protagonisti. L’epilogo del libro è costituito da un ultimo racconto: "I morti".

[RECENSIONE A CURA DI GUIDOCX84]

Autore James Joyce
Editore Mondadori
Pagine 224
Anno edizione 1998
Edizione Collana Oscar classici moderni
Lingua Italiano
ISBN-10(13) 9788804448310
Prezzo di copertina 9,00 €
Prezzo e-book 1,49 €
Categoria Contemporaneo - Attualità - Sociale - Psicologico