SINOSSI

Che cosa faresti se un fantasma ti volesse come apprendista? Un libro sui misteri che ci legano al passato e al futuro, a gente sconosciuta che ha amato i luoghi che noi amiamo e che vivrà nei luoghi in cui stiamo vivendo.

RECENSIONE

"Gli Sporcelli" è un romanzo per bambini scritto da Roald Dahl, autore, fra l'altro, de "La fabbrica di cioccolato", che narra la divertente storia di due anziani ma strani e bizzarri coniugi inglesi, che si fanno ogni giorno scherzi a vicenda. Il signor Sporcelli non ama l'igiene e la pulizia, infatti non si lava mai, ha una barba lunghissima dove rimangono incastrati pezzi di cibo e gli fuoriescono i peli del naso e delle orecchie; la signora Sporcelli è altrettanto ributtante, è gobba, ha un occhio di vetro storto, un naso lungo e porta sempre con sé un bastone, principalmente per spaventare i bambini. Pochi sanno che in origine erano degli addestratori di scimmie, infatti, vicino all'albero morto, tengono in gabbia 4 scimmie (Capopò, sua moglie e i suoi due cuccioli) e le costringono a rimanere a testa in giù e a fare tutto a testa in giù. Gli Spocelli adorano mangiare il pasticcio di uccellini ogni mercoledì con gli uccellini che rimangono intrappolati dalla colla "Nontimolla" del signor Sporcelli, spalmata nei rami del grande albero morto nel giardino. Le scimmie, con l'aiuto dell'uccello Rococò, riescono ad impedire agli uccellini di rimanere incollati ai rami e quindi di essere mangiati dagli Sporcelli; questi due, non appena notano che nessun uccello è rimasto incollato, decidono di comprare due fucili da caccia per assicurarsi il pasticcio del mercoledì. Nella loro assenza, le scimmie riescono a liberarsi grazie all'uccello Rococò ed escogitano un piano per vendicarsi degli Sporcelli: in pratica Capopò ha intenzione di farli capovolgere su se stessi e di metterli quindi con le gambe in aria e per fare ciò, con l'aiuto degli altri volatili e della colla "Nontimolla", riescono a incollare tutto il soggiorno sul soffitto. Al loro ritorno sulla testa degli Sporcelli viene versata della colla e, quando trovano il loro soggiorno sottosopra, decidono di mettersi a testa in giù, ma rimangono incollati al pavimento/soffitto tanto che, alla fine, si restringono e di loro non rimangono altro che i loro vestiti e le scimmie diventano libere definitivamente. Che dire, la storia è molto piacevole, è perfetta per un bambino, ma riesce a strappare una risata ed un sorriso anche ad un adulto; non credo che questo libro abbia un vero e proprio messaggio, forse l’autore vuole far capire ai bambini che non bisogna essere cattivi.

[RECENSIONE A CURA DI ROBY]

Autore Roald Dahl
Editore Salani
Pagine 112
Anno edizione 2008
Edizione Collana Gl’istrici
Lingua Italiano
ISBN-10(13) 9788862560283
Prezzo di copertina 7,50 €
Categoria Altri generi