SINOSSI

Sono molte, a tutt'oggi, le riduzioni cinematografiche - la più bella e la più fedele quella del 1925 con Lon Chaney, la più recente quella diretta da Joel Schumacher, trasposizione del musical di Andrew Lloyd Webber - che hanno consacrato la popolarità di questa originalissima opera scritta da Leroux nel 1911. La storia dell'amore di Erik - costretto a nascondere le sue orrende fattezze dietro una maschera - per Christine, la giovane soprano tanto graziosa quanto inesperta, si svolge tutta nell'ambiente del teatro dell'Opera, che diviene alter ego del Fantasma, luogo che crea l'azione. Una macchina narrativa sapientissima consente a Leroux di tenere in perfetto equilibrio commedia, avventura, poliziesco e grandguignol; così che alla fine della lettura ci accorgiamo di essere stati catturati da una storia tanto carica di suggestioni quanto lineare ed emblematica. Introduzione di Vieri Razzini.

RECENSIONE

Lettura interessante, che mi ha portato a riflettere su alcune cose e ha creato un po' di discussione sul Forum. Nel complesso devo dire che mi è piaciuta, ma non è tra i miei libri preferiti. Forse avevo aspettative molto alte.
Ha uno stile particolare, molto giornalistico. Si parte con una serie di personaggi che vengono subito presentati nella storia senza molti preamboli. Aspetto che, onestamente, mi ha creato qualche difficoltà. Soprattutto perchè alcuni personaggi entrano "per caso" nella narrazione e scopri poi che sono personaggi importanti (vedi il Persiano) e altri che sembrano figure centrali spariscono invece nel nulla.
Si entra subito nel vivo della storia, avvincente e anche divertente a tratti. Trovo nella prima parte molta ironia che però va persa proseguendo con la narrazione. Nella seconda metà del libro ho avuto qualche difficoltà a mantenere alta l'attenzione, l'interesse inizia a scemare. Da un momento all'altro la storia inizia a correre, molte cose si sovrappongono e la storia ha un finale troppo frettoloso, che mi ha lasciato un po' di amaro in bocca.
Il problema principale, secondo me, è che nessun personaggio è stato approfondito adeguatamente e quindi non sono riuscita ad affezionarmi ed entrare in empatia con loro. Nemmeno l'ultima parte della storia, dove si scopre il passato del Fantasma, è stata coinvolgente.
Ho apprezzato veramente tanto le descrizioni delle ambientazioni teatrali, molto belle e fanno capire l'atmosfera che si respirava nel teatro. Concordo con chi, sul Forum, ha fatto notare che questa storia è probabilmente uno dei pochi casi in cui il film è meglio del libro. La trama si presta meglio ad una rappresentazione teatrale o un film dove, accanto alle ambientazioni, la musica può fare da padrona nella storia. Con una adeguata colonna sonora è possibile creare la suspence che sul finale del libro mi è mancata.

[RECENSIONE A CURA DI KIRA990]

Autore Gaston Leroux
Editore Newton Compton
Pagine 283
Anno edizione 2015
Edizione I MiniMammut
ISBN-10(13) 9788848800648
Prezzo di copertina 4,90 €
Prezzo e-book 1,99 €
Categoria Horror - Thriller - Mistero - Gotico