SINOSSI

Seattle. Nella cantina dell'hotel Panama il tempo pare essersi fermato: sono passati quarant'anni, ma tutto è rimasto come allora. Nonostante sia coperto di polvere, l'ombrellino di bambù brilla ancora, rosso e bianco, con il disegno di un pesce arancione. A Henry Lee basta vederlo aperto per ritrovarsi di nuovo nei primi anni Quaranta. L'America è in guerra ed è attraversata da un razzismo strisciante. Henry, giovane cinese, è solo un ragazzino ma conosce già da tempo l'odio e la violenza. Essere picchiato e insultato a scuola è la regola ormai, a parte quei pochi momenti fortunati in cui semplicemente viene ignorato. Ma un giorno Henry incontra due occhi simili ai suoi: lei è Keiko, capelli neri e frangetta sbarazzina, l'aria timida e smarrita. È giapponese e come lui ha conosciuto il peso di avere una pelle diversa. All'inizio la loro è una tenera amicizia, fatta di passeggiate nel parco, fughe da scuola, serate ad ascoltare jazz nei locali dove di nascosto si beve lo zenzero giamaicano. Ma, giorno dopo giorno, il loro legame si trasforma in qualcosa di molto più profondo. Un amore innocente e spensierato. Un amore impossibile. Perché l'ordine del governo è chiaro: i giapponesi dovranno essere internati e a Henry, come alle comunità cinesi e, del resto, agli americani, è assolutamente vietato avere rapporti con loro. Eppure i due ragazzini sono disposti a tutto, anche a sfidare i pregiudizi e le dure leggi del conflitto.

RECENSIONE

Henry è un bambino di dodici anni, nato negli Stati Uniti ma di origini cinesi e con dei genitori fortemente legati alle tradizioni orientali. E' il 1942 ed Henry si trova a vivere in pieno il periodo della seconda guerra mondiale che vede gli Stati Uniti contrapposti al Giappone. In città dilaga sempre più il sentimento di razzismo verso gli orientali e proprio per non essere scambiato per un giapponese, il padre obbliga Henry ad indossare quotidianamente una spilla con riportata l’iscrizione "Io sono cinese". Un giorno Henry incontra Keiko, anch’ella americana ma di origini giapponesi. I due bambini sono presto oggetto di scherzi e umiliazioni e condividono un primo periodo di frustrazione facendosi forza a vicenda. Tra i due nasce una profonda amicizia che diviene "primo amore" soltanto quando Keiko, assieme ai suoi parenti e a tutti i giapponesi di Seattle, viene deportata in un campo di prigionia. Henry, per amore della sua Keiko, attraverserà varie peripezie e farà delle scelte che lo porteranno a vivere sentimenti forti e contrastanti anche durante gli anni successivi della sua vita.

[RECENSIONE A CURA DI GUIDOCX84]

Autore Jamie Ford
Editore Garzanti Libri
Pagine 372
Anno edizione 2010
Edizione Collana Narratori moderni
Lingua Italiano
ISBN-10(13) 9788811681687
Prezzo di copertina 18,60 €
Prezzo e-book 5,99 €
Categoria Contemporaneo - Attualità - Sociale - Psicologico