SINOSSI

In una cittadina del "profondo" Sud degli Stati Uniti l'onesto avvocato Atticus Finch è incaricato della difesa d'ufficio di un "negro" accusato di violenza carnale; riuscirà a dimostrarne l'innocenza, ma l'uomo sarà ugualmente condannato a morte. La vicenda, che è solo l'episodio centrale del romanzo, è raccontata dalla piccola Scout, la figlia di Atticus, un Huckleberry in gonnella, che scandalizza le signore con un linguaggio non proprio ortodosso, testimone e protagonista di fatti che nella loro atrocità e violenza non riescono mai a essere più grandi di lei. Nel suo raccontare lieve e veloce, ironico e pietoso, rivive il mondo dell'infanzia che è un po' di tutti noi, con i suoi miti, le sue emozioni, le sue scoperte.

RECENSIONE

Scout e Jem Finch, due fratelli orfani di madre, trascorrono la loro infazia spensierata, giocando e combinando guai con il loro amico Dill. Il bersaglio principale delle loro macchinazioni sono i loro vicini, i Radley, una famiglia disprezzata da tutto il vicinato perché bizzarra e fuori dall’ordinario, soprattutto per via del figlio che non esce mai di casa. La monotonia viene rotta quando il loro amato padre Atticus accetta di difendere Tom Robinson, un nero accusato ingiustamente di stupro e condannato a morte. Scout viene così catapultata in un mondo che non comprende e a cui non riuscirà mai ad adeguarsi, fatto di pregiudizi sul colore della pelle che come un velo impediscono di distinguere il vero dal falso, il buono dal cattivo.

[RECENSIONE A CURA DI FLEUR]

Autore Harper Lee
Editore Feltrinelli
Pagine 290
Anno edizione 2013
Edizione Collana Universale economica
Lingua Italiano
ISBN-10(13) 9788807881558
Prezzo di copertina 8,50 €
Prezzo e-book 2,99 €
Categoria Contemporaneo - Attualità - Sociale - Psicologico