SINOSSI

I destini di cinque famiglie si intrecciano inesorabilmente attraverso due continenti sullo sfondo dei drammatici eventi scatenati dallo scoppio della Prima guerra mondiale e dalla Rivoluzione russa.
Tutto ha inizio nel 1911, il giorno dell'incoronazione di Giorgio V nell'abbazia di Westminster a Londra. Quello stesso 22 giugno ad Aberowen, in Galles, Billy Williams compie tredici anni e inizia a lavorare in miniera. La sua vita sembrerebbe segnata. Amore e inimicizia legano la sua famiglia agli aristocratici Fitzherbert, proprietari della miniera e tra le famiglie più ricche dInghilterra. Lady Maud Fitzherbert, appassionata e battagliera sostenitrice del diritto di voto alle donne, si innamora dell'affascinante Walter von Ulrich, spia tedesca all'ambasciata di Londra. Le loro strade incrociano quella di Gus Dewar, giovane assistente del presidente americano Wilson. Ed è proprio in America che due orfani russi, i fratelli Grigorij e Lev Pevkov, progettano di emigrare, ostacolati però dallo scoppio della guerra e della rivoluzione.
Dalle miniere di carbone ai candelabri scintillanti di palazzi sontuosi, dai corridoi della politica alle alcove dei potenti, da Washington a San Pietroburgo, da Londra a Parigi il racconto si muove incessantemente fra drammi nascosti e intrighi internazionali. Ne sono protagonisti ricchi aristocratici, poveri ambiziosi, donne coraggiose e volitive e sopra tutto e tutti le conseguenze della guerra per chi la fa e per chi resta a casa.

RECENSIONE

Guardando il numero di pagine di cui è composto il libro sono sicura che vi cadranno gli occhi ma credetemi non sembreranno così tante quando inizierete a leggerlo. La bellezza di questo libro è che i personaggi, inventati, ruotano attorno a persone realmente esistite e, il periodo storico in cui è ambientato il romanzo, è aderente alla realtà storica dell'inizio dello scorso secolo. L'ambientazione è quella della prima guerra mondiale ed i personaggi che troverete ruoteranno attorno a questa. Troverete l'aristocratico inglese che vuole la guerra, troverete il russo che vuole cambiare il futuro di suo figlio, la giovane inglese che si innamora di un tedesco, una famiglia di minatori inglese che deve affrontare una figlia ribelle e un figlio che parte nelle prime linee, vittime e carnefici alternano le loro storie attorno alla guerra che non è mai bella, in nessuno dei suoi aspetti. Il bello, come specifica Follet sul finale, è che i personaggi storici presenti nel libro, vengono posti in luoghi e in tempi in cui non è impossibile che siano vissuti. A volte racconta la storia inventando i dialoghi, altre volte, soprattutto quando interagiscono con i personaggi follettiani, sicuramente non hanno fatto o detto quelle cose ma i dialoghi non rientrano certo nell'impossibilità, rendendo il tutto molto vero. La guerra è comunque la grande protagonista, e vi terrà con il fiato sospeso, nonostante già conosciate la fine, le singole battaglie, i retroscena e i piani fatti da persone che non sono sempre competenti, poiché i capi vengono scelti a seconda del rango sociale più che per la bravura. I giovani e la gente senza un cognome altisonante muoiono come mosche ma cercano in ogni modo di uscire dal loro guscio e ottenere diritti. A tal proposito vedremo anche le suffragette e la loro lotta per il voto. In fondo, quando gli uomini partono per la guerra, le donne sono costrette a fare anche la loro parte. Quindi consigliatissimo, e credetemi che una volta iniziato il libro le pagine vi sembreranno molte meno!

[RECENSIONE A CURA DI ELLE]

Autore Ken Follet
Editore Mondadori
Pagine 999
Anno edizione 2010
Edizione Collana Omnibus
Lingua Italiano
ISBN-10(13) 9788804603177
Prezzo di copertina 25,00 €
Prezzo e-book 7,99 €
Categoria Azione - Avventura