SINOSSI

La vicenda si svolge nella Boston puritana del sec. XVII. Hester Prinne ha preceduto nel Massachusetts il marito, un anziano scienziato, e ha avuto una figlia, Pearl, da una relazione illegittima. Viene messa alla gogna e condannata a portare sul petto la lettera A (adultera), ritagliata "in un bel panno scarlatto". Rifiuta di dire il nome del suo amante, ma il marito, sotto falso nome, si mette alla ricerca dell'uomo. Riesce a scoprirlo: è il giovane revederendo Dimmesdale, che soffre moltissimo, ma, per orgoglio, non vuole confessare. Pressato dal marito di Hester alla fine confessa pubblicamente la sua colpa, ma stroncato dall'emozione, muore.

RECENSIONE

Un classico della letteratura americana. Hawthorne racconta la storia di Hester Prynne: nel XVII secolo ella si trova da un paio d'anni nel Nuovo mondo, ivi spedita da un marito che avrebbe dovuto raggiungerla e dal quale invece non ha più avuto notizie. Hester ha quindi avuto una relazione con un altro uomo da cui è nata la piccola Pearl. Messa alla gogna dalla comunità puritana ella è costretta ad indossare sul petto la lettera A di adultera e la ricama da sé stessa in un panno scarlatto. Si rifiuta però di dire il nome dell'altro peccatore. Dopo un'introduzione a volte un po' tediosa, lo scrittore attira con il suo stile tutta la simpatia del lettore, sembra che a volte racconti la storia con un sottile sorriso sulle labbra. Hawthorne si rivela essere un profondo conoscitore dell'animo umano, egli scava a fondo nella sofferenza e nella solitudine delle persone mettendo in contrasto l'angoscia dell'individuo e il giudizio della comunità in cui vive. Secondo me è anche un libro femminista perchè, nonostante sia solo la donna a dover portare il peso della colpa, ella dimostra un coraggio e una resistenza senza pari che risalta al confronto con la debolezza e la meschinità dell'uomo. E' un romanzo cupo, in cui si alternano immagini demoniache e di santità: in particolare colpisce l'immagine della piccola Pearl che, nonostante la sua beltà e il suo visino angelico, con il suo atteggiamento ricorda la bambina del film "L'esorcista", quasi che le parole da lei dette provenissero da Satana in persona. Nonostante non sia un libro di lettura scorrevole, infatti procede lento, con pochi dialoghi e molte divagazioni riflessive, rimane senz'altro un bel libro: da leggere!

[RECENSIONE A CURA DI EMILYJANE]

Autore Nathaniel Hawthorne
Editore Newton Compton
Pagine 160
Anno edizione 2010
Edizione Collana Grandi tascabili economici
Lingua Italiano
ISBN-10(13) 9788854120549
Prezzo di copertina 6,00 €
Prezzo e-book 0,49 €
Categoria Classico - D'ambiente - Storico