SINOSSI

Primo romanzo della Austen, "L'abbazia di Northanger" è percorso da una sottile vena d'ironia, mai eccessiva ma graffiante: il bersaglio principale è l'ingenuo e un po' esaltato romanticismo dei romanzi cosiddetti "gotici" o "neri", tanto in voga in Inghilterra nella seconda metà del Settecento. Catherine, fanciulla dall'immaginazione fervida, dedida alla lettura di tenebrosi romanzi, insegue misteriosi manoscritti nell'antica dimora medievale del generale Tilney, padre del suo fidanzato, che la portano sulle tracce di un atroce delitto di cui si sarebbe macchiato il generale stesso.

RECENSIONE

L'abbazia di Northanger è forse il più insolito dei romanzi della Austen. Come tema di questa storia troviamo come sempre l'amore, il quale viene messo però un po' in secondo piano rispetto alle altre opere Austeniane. Qui la fa da padrone un'atmosfera a tratti noir ed una componente critica/ironica, che rendono il romanzo molto fresco e piacevole. La protagonista della storia è una giovane donna di nome Catherine, la quale recandosi in visita all'abbazia di Northanger, affascinata dall'atmosfera dei luoghi da lei solo immaginati attraverso le sue letture, si lascerà influenzare e guidare dalla sua fantasia, che a volte la aiuterà ed altre la ingannerà. La giovinezza, l'ingenuità e la dolcezza della protagonista non possono però non colpire il lettore, il quale non può fare a meno di affezionarsi e di parteggiare per lei. Lo stile di scrittura di Jane Austen in questo romanzo cambia notevolmente, molto spesso troviamo dialoghi diretti con il lettore, allo scopo di far capire al meglio la vita e il carattere della sua eroina. Un'eroina che, come la stessa autrice dichiara, è insolita rispetto a quello che ci si aspetterebbe, non eccelle né in astuzia né in cultura, è una semplice e normale ragazza affascinata dai balli, dallo sfarzo e dall'amore. I protagonisti della storia sono molto originali ed interessanti, caratterizzati da un forte senso critico e un gran senso dell'umorismo come nel caso di Henry Tilney, o molto frivoli e egoisti come nel caso di Isabella. Nel corso del romanzo assistiamo ad una vera e propria crescita, Catherine matura e diventa sempre più consapevole delle persone che la circondano, riuscendo vedere la malizia dove prima non l’avrebbe mai vista e comprendendo la doppiezza delle persone, guidate per lo più dall'amore per il denaro.

[RECENSIONE A CURA DI CLAUDIA1221]

Autore Jane Austen
Editore Garzanti Libri
Pagine 212
Anno edizione 2007
Edizione Collana I grandi libri
Lingua Italiano
ISBN-10(13) 9788811368519
Prezzo di copertina 8,60 €
Prezzo e-book 1,99 €
Categoria Horror - Thriller - Mistero - Gotico