SINOSSI

In questi racconti, tra i primi scritti da Doris Lessing, si ritrova già compiuta la capacità della scrittrice di rappresentare sentimenti ed atmosfere. Al centro di ogni racconto si muove una donna, la quale, in ambienti e situazioni ogni volta diversi, ne diventa il punto focale.

RECENSIONE

Questo libro è composto da tre racconti abbastanza brevi ma molto intensi, tutti incentrati su figure femminili molto forti. Il primo, L'altra donna, racconta la storia di Rose, una donna poco più che trent'enne che perde madre e padre nel giro di poco tempo e che – sconvolta – dopo questi fatti mette in discussione tutta la sua vita. E' fragile ma forte Rose, è una donna che ci tiene alla propria indipendenza, e che non accetta compromessi. Soprattutto questo aspetto la porterà a prendere una decisione coraggiosa e poco comune, ma che ho condiviso in pieno. Il secondo, Il quadro, è la storia di una donna inglese che segue il marito, che deve emigrare in Sudafrica per lavoro. Qui Marina scoprirà la vera povertà, cercherà di aiutare il proprio domestico di colore, ma ahimè a poco a poco si renderà conto che certe dinamiche non si possono cambiare così facilmente. Nel terzo racconto, Eldorado, una moglie assennata e saggia non può far altro che assistere ai vani e sconsiderati tentativi di trovare fortuna di marito e figlio: a poco varranno i suoi interventi volti a far ragionare uno e l'altro, i due persevereranno nell’illusione che si possa ottenere molto faticando poco. Davvero un bel libro, scritto magistralmente. Si sente il femminismo dell'autrice (Premio Nobel nel 2007), che descrive in ogni racconto tre donne "centrate", strutturate e con un fondo di positività che aleggia al di sopra di qualsiasi difetto.

[RECENSIONE A CURA DI CLACLA]

Autore Doris Lessing
Editore Feltrinelli
Pagine 184
Anno edizione 2001
Edizione Universale economica
ISBN-10(13) 9788807812286
Prezzo di copertina 7,00 €
Categoria Contemporaneo - Attualità - Sociale - Psicologico