SINOSSI

Oceano Atlantico, 14 aprile 1912. È stata una bugia il biglietto che ha permesso a Tess di salire sulla nave più lussuosa del mondo, diretta in America: stanca di passare le giornate a cucire per pochi spiccioli e dotata di uno straordinario talento come ricamatrice, la ragazza ha trovato il coraggio di avvicinare Lady Lucile Duff Gordon e, mentendo sulla propria identità e sul proprio passato, ha convinto la celebre stilista ad assumerla come cameriera personale. Adesso, davanti a lei, si apre un mondo che sembra uscito da una fiaba: saloni maestosi, tavole imbandite, cabine sfarzose e, soprattutto, sontuosi abiti di velluto cangiante, pizzi raffinati, sete pregiate... Eppure, in quei pochi giorni di viaggio, non sono soltanto la magnificenza e la ricchezza a stupire Tess; ben più sconvolgenti, infatti, sono gli sguardi e le parole di Jim, l'umile mozzo che ha fatto breccia nel suo cuore. Proprio come, di lì a poco, un iceberg farà breccia nell'"inaffondabile" Titanic... New York, 18 aprile 1912. Giunti negli Stati Uniti, i sopravvissuti al naufragio del Titanic vengono accolti come eroi. Presto, però, l'ombra del sospetto oscura proprio la stella di Lady Duff Gordon, accusata da un giornale scandalistico di aver corrotto gli ufficiali di bordo pur di salire su una delle poche scialuppe di salvataggio. E, quando scoprirà chi è la fonte di quella notizia, Tess sarà costretta a una scelta drammatica...

RECENSIONE

Questo libro non mi ha convinto. Di sicuro è molto interessante lo spunto, tutto parte dalla tragedia del Titanic, il transatlantico britannico che nella notte del 14 aprile 1912 entrò in collisione con un iceberg e affondò. Il libro narra l'intreccio dei destini di Tess, una umile ragazza inglese in cerca di riscatto, di un marinaio onesto e intraprendente e di una stilista di moda (realmente stata a bordo del Titanic) Lady Duff Gordon. Tutti e tre sopravvivono alla tragedia e approdano in America, dove dovranno affrontare la giustizia e la stampa, prima di poter pensare farsi una nuova vita. I personaggi non sono convincenti, nessuno è ben delineato, tutti abbastanza scontati nei pensieri e nelle azioni. Arrivare all'ultima pagina è stata una liberazione, chissà come mai, ma i libri che finiscono con "nonostante tutto vissero tutti felici e contenti" non mi sono mai piaciuti.

[RECENSIONE A CURA DI CLACLA]

Autore Kate Alcott
Editore TRE60
Pagine 384
Anno edizione 2012
ISBN-10(13) 9788867020119
Prezzo di copertina 5,90 €
Prezzo e-book 5,99 €
Categoria Contemporaneo - Attualità - Sociale - Psicologico