SINOSSI

Londra. CeCe è a un punto di rottura: dopo la morte del padre ha provato a riversare tutte le sue energie nell'arte, ma si sente più sola che mai. Abbandonata da Star, la sorella preferita che ha ormai trovato la sua vera famiglia e un nuovo amore, e senza ispirazione, decide di fuggire da Londra alla ricerca del suo passato. Gli unici indizi sono una foto in bianco e nero e il nome di una pioniera australiana vissuta un secolo prima. Durante il viaggio per Sydney, CeCe decide di fermarsi nell'unico posto dove si sente davvero se stessa: le meravigliose spiagge di Krabi, in Thailandia. Lì, tra turisti e backpackers, incontra Ace, un giovane singolare e solitario quanto lei, con un segreto da nascondere... Australia, 1906. La giovane Kitty McBride, figlia di un pastore di Edinburgo, arriva in Australia come dama di compagnia della benestante signora McCrombie. Ad Adelaide, il suo destino si intreccia con quello della famiglia Mercer, che possiede un impero nel commercio delle perle. Da una parte Drummond, impetuoso e passionale, e dall'altra suo fratello Andrew, sensibile e gentile, due gocce d'acqua dal carattere opposto che si innamoreranno della stessa donna...

RECENSIONE

Questo è il quarto ed ultimo libro della serie "Sette sorelle", sperando che l'autrice scriva velocemente anche gli altri per completare la saga! In questo libro c'è la storia del ritrovamento della famiglia di Cece. Nonostante abbia sempre avuto difficoltà a prendere l'aereo, si ritrova su un volo diretto in Australia con solo due indizi da cui partire: una foto in bianco e nero con due uomini e il nome di una donna sconosciuta. Facendo scalo a Bangokok, ha un'avventura che non si aspettava di avere, e scopre il nome di una sua antenata e l'inizio della sua storia. Atterrata finalmente in Australia, un po' frastornata, continua la sua ricerca del passato, legge tutto quello che riguarda la famiglia Mercer e conosce una ragazza che diventerà una cara amica... In Australia scopre anche sé stessa: non è più solo la ragazza affetta da dislessia, "appiccicata" alla sorella Star! La storia delle perle, la vita difficile degli aborigeni, il suo talento artistico che ha un repentino risveglio, danno al libro una trama che invoglia a non abbandonare la lettura. La figura di nonno Francis e della nonna di Chrissie, due "pozzi" di cultura, un mondo nuovo che si apre davanti a lei. Negli altri libri non mi era piaciuta molto Cece, mi stava antipatica, l'avevo trovata dispotica, arrogante, egoista e molto lunatica, niente a che vedere in realtà con il suo vero carattere che è emerso in questo libro. Dei quattro libri, oltre al primo,questo mi è piaciuto molto, nel leggerlo ho trovato emozioni forti, ma anche umorismo, quindi ha un mix di ingredienti interessanti. Ho apprezzato inoltre che all'inizio del libro, non ci fosse il riassuntino iniziale come nei libri precedenti, bensì una descrizione più interiore della personalità di Cece e Star. Mi ha anche incuriosito il mito ben spiegato delle sette sorelle ispirato alla costellazione delle Pleiadi, pur non amando io i miti. "Per grazia di Dio... sono quello che sono", una frase in questo libro, che mi è piaciuta molto, secondo me è l'inizio della riconciliazione che la protagonista ha verso se stessa, che le fa cancellare tutta la sua sofferenza vissuta da figlia adottiva. Questa frase inoltre è piaciuta molto anche a me per la mia vita: sono da poco rimasta orfana di entrambi i genitori, e rileggendo la mia vita passata, riesco ad "applicarla" e concedermi il perdono degli errori fatti e subiti.

[RECENSIONE A CURA DI LIBROTTA]

Autore Lucinda Riley
Editore Giunti
Pagine 672
Anno edizione 2018
Edizione A
ISBN-10(13) 9788809843486
Prezzo di copertina 15,90 €
Prezzo e-book 9,99 €
Categoria Contemporaneo - Attualità - Sociale - Psicologico