SINOSSI

Karen, Eleanor e Bea sono amiche sin da quando erano bambine. Tra loro non ci sono segreti, e ciascuna conosce le altre alla perfezione. Adesso che hanno superato i trent'anni, hanno cominciato ad allontanarsi a causa delle difficoltà di tutti i giorni: Eleanor è una moglie e una madre sommersa dalle responsabilità e fatica a stare dietro a tutto; Bea è felicemente single, o almeno questo è ciò che lascia credere agli altri; Karen fa la psichiatra e, nonostante il suo passato oscuro, si considera la roccia del gruppo, l'amica su cui contare. Ma quando una nuova paziente si presenta nel suo studio con disturbi che non le sono ancora del tutto chiari, Karen comincia a temere di aver messo le sue più care amiche in pericolo. Perché la sua paziente sa cose sulle tre donne che nessuno all'infuori del loro ristretto circolo potrebbe (o dovrebbe) conoscere...

RECENSIONE

Karen, Bea ed Eleanor sono tre amiche inseparabili, la loro amicizia è limpida e cristallina, quando Bea e Eleanor hanno un problema sanno di poter contare su Karen, l'amica dal consiglio sempre pronto il cui unico obiettivo è sempre stato proteggere le amiche. Karen è la roccia del gruppo, e nella vita è una psichiatra di successo. Quando una nuova paziente, Jessica Hamilton, entra nel suo studio e comincia a parlare, Karen capisce subito che c'è qualcosa che non va. Jessica sembra conoscere molte cose della vita di Karen e delle sue amiche, dettagli che nessuno al di fuori del trio potrebbe sapere. L'istinto da "amica chioccia" si impossessa subito di Karen, che cercherà di proteggerle a tutti i costi. Cosa vuole veramente Jessica? Un libro tutto al femminile in cui il centro di tutto il romanzo è l'amicizia, l'amicizia simbiotica che lega le tre protagoniste. Negli anni hanno imparato ad aver bisogno sempre l'una dell'altra, creando a poco a poco una dipendenza positiva tra loro. La loro relazione rispecchia molto le amicizie che nella realtà legano le persone, e questo ha permesso ai personaggi di risultare reali, veritieri, familiari a chi legge. Sono sicura che leggendolo, vi ritroverete ad immedesimarvi nella personalità carismatica di Bea, o in quella razionale di Karen, e ancora, nella vita frenetica di Eleanor. Per quanto speciale, l'amicizia che le ha rese unite e forti insieme, sarà la stessa che le travolgerà in un incubo in cui la tensione regna sovrana. "Per i lettori in cerca di suspense". Si legge questo sul retro della copertina, e dopo averlo finito posso, felicemente, trovarmi d'accordo.  L'atmosfera che circonda la vicenda è piena di mistero, malintesi, fraintendimenti. E l'autrice è stata abilissima nel creare una trama in cui ogni verità viene capovolta fino all'ultima riga. Thriller psicologico ben congegnato da questa autrice inglese quasi sconosciuta, ma che non manca di capacità e tipicità: leggendo si ha proprio la sensazione di trovarsi alle prese con lo stile tipicamente femminile anglosassone. Mi è piaciuto moltissimo, proprio perché fino in fondo non si riesce a capire chi è il colpevole, non ci sono cadaveri fino al dopo il 70% del libro. Tutta la narrazione è la costruzione in preparazione di quello che sarà il finale, il momento, la suspense, che fino alla fine ti costringe a non abbandonarne la lettura. Questo romanzo può essere giudicato alla pari di La donna del treno. E' un romanzo di cui consiglio la lettura a tutti coloro che amano il genere e anche a quelli che in questo periodo non hanno voglia di impegnarsi con libri maggiormente impegnati.

[RECENSIONE A CURA DI GRAZIELLA]

Autore Jenny Blackhurst
Editore Newton Compton
Pagine 384
Anno edizione 2018
Edizione Nuova narrativa Newton
ISBN-10(13) 9788822714282
Prezzo di copertina 10,00 €
Prezzo e-book 1,99 €
Categoria Horror - Thriller - Mistero - Gotico