SINOSSI

Viaggi fino alla fine del mondo, creature fantastiche, epiche battaglie tra il bene e il male: cosa avrebbe potuto aspettarsi di più un lettore? Scritto nel 1949 da C.S. Lewis, "Il leone, la strega e l'armadio" inaugurò la serie dei sette volumi che sarebbero divenuti celebri come "Le Cronache di Narnia". Un capolavoro che trascende il genere fantasy, ormai riconosciuto tra i classici della letteratura inglese del Novecento. C.S. Lewis lo scrisse con la dichiarata intenzione di rivolgersi ai bambini, ma non solo a loro. Era convinto, infatti, che "un libro non merita di essere letto a dieci anni se non merita di essere letto anche a cinquanta". Un'incredibile girandola di personaggi (fauni, ninfe, streghe, animali parlanti, eroici guerrieri), per il ritmo incalzante dell'avventura, ma anche per l'insolito spessore che tradisce l'immensa cultura di un autentico scrittore, noto medievalista dell'Università di Oxford, capace di attingere dalla vasta letteratura inglese quanto dalle allegorie dantesche. La presente edizione offre al pubblico italiano il testo integrale delle "Cronache di Narnia" in un unico volume, con una traduzione completamente aggiornata e con un breve saggio in appendice, inedito in Italia, in cui Lewis stesso spiega cosa significhi per lui "scrivere per i bambini". Età di lettura: da 11 anni.

RECENSIONE

Il nipote del mago

"Il nipote del mago" è il primo libro delle Cronache di Narnia dopo la ripubblicazione seguendo l'ordine interno della storia. Polly e Digory sono due bambini che vivono a Londra in una casa comunicante. Con la loro fantasia sono in cerca di avventure fin quando non s'imbattono nello zio di Digory. Lo zio Andrew è un mago perfido e crudele. I ragazzi scoprono la passione dello zio che farà cadere Polly in un tranello portandola in un altro mondo facendole indossare un anello. Lì Digory si vede costretto a seguire la sua amica Polly per farla tornare indietro con le istruzione e gli anelli che gli da lo zio mago. Digory segue Polly e la ritrova in una foresta con tante pozze d'acqua. Capito come funzionano gli anelli si immergono in una pozza d'acqua e finiscono in una terra desolata e con la loro curiosità risvegliano la regina della terra e ritornano indietro con lei dallo zio. Scopriranno che la regina è malvagia e dopo vari problemi riusciranno a riportare indietro. Arriveranno il un luogo che non esiste. Li inizierà la loro avventura e conosceranno Aslan, il creatore di Narnia.

Il leone, la strega e l'armadio

"Il leone, la strega e l'armadio" è il secondo volume dei racconti fantasy delle Cronache di Narnia. Nel primo libro i protagonisti sono Digory e Polly. In questo secondo volume troveremo quattro fratelli londinesi: Peter, Susan, Edmudn e Lucy. Per sfuggire ai bombardamenti della seconda guerra mondiale, vengono mandati in campagna presso la casa di un professore amico di famiglia. Durante una giornata di cattivo tempo sono costretti a giocare in casa e passarci molte ore. Allora decidono di giocare a nascondino. Lucy la più piccola di nasconde dentro un armadio pieno di pellicce che le da la sensazione di essere molto grande, fin quando non finirà sulla neve. Questo è il primo contatto con Narnia e con una creatura di essa, un fauno che rivelerà alcuni fatti a Lucy. Ritornando indietro Lucy, credendo che fosse passato del tempo dalla sua sparizione, racconta la sua storia ai suoi fratelli ma loro non le credono, fin quando finiranno tutti e quattro dentro l'armadio e capiranno che la storia della sorellina e tutta vera ed avrà inizio la loro magnifica avventura!

Il cavallo e il ragazzo

"Il cavallo e il ragazzo" è il terzo libro del racconto fantasy Le cronache di Narnia. La storia è definita anche come una "storia dentro la storia" del volume "Il leone, la strega e l'armadio". Questo è il solo libro di Narnia che non con ha come protagonisti i bambini del nostro mondo, ma adulti come la Regina Lucy, la Regina Susan, Re Edmund e Re Peter tutti apparsi ne Il leone, la strega e l'armadio. Il protagonista di questo racconto è Shasta, un ragazzo che vive a sud di Narnia insieme al suo patrigno pescatore. Lui è stato trovato dal suo patrigno in una barca con il cadavere di un uomo sconosciuto. La sua vita è sempre stata caratterizzata dalla vendita del pesce al mercato e dai maltrattamenti subito dal patrigno, e questo rende la sua vita quasi come quella di uno schiavo. Un giorno arriva uno straniero a cavallo e chiede ospitalità al patrigno mandando Shasta a dormire nella stalla. Il ragazzo allora sente che quest'uomo è interessato a compralo. Lui sconvolto inizia a parlare ad alta voce del suo destino avvicinandosi al cavallo ed accarezzandolo. Così scopre che il cavallo parla. Bri, è un cavallo di Narnia catturato dagli uomini e costretto alla schiavitù, allevato come un cavallo da guerra. Bri sente il richiamo di Narnia ma sa di non poter tornare indietro da solo senza un cavaliere perché gli  uomini lo catturerebbero. Allora propone di fuggire e Shasta accetta, avendo anche lui nel fondo dell'animo qualcosa che lo spinge da sempre a visitare le regione del nord.  Così inizia il loro viaggio tra avventure e nuove scoperte.

Il principe Caspian

Questo è il quarto volume della saga Le cronache di Narnia. Qui ritroviamo i quattro fratelli Pevensie: Peter, Susan, Edmund e Lucy. Nel secondo volume arrivano a Narnia tramite un armadio e regnano su essa per lunghi anni. Furono anni di pace e tranquillità ricordati come L'Età d'Oro di Narnia fin quando ritorneranno indietro. Dopo un anno circa i ragazzi sono alla stazione del treno per ritornare a scuola e ricordano ancora Narnia con nostalgia. A Narnia le cose sono cambiate e anche il tempo e passato. Infatti il tempo a Narnia scorre velocemente dal nostro mondo e li sono trascorsi mille anni. Narnia è stata conquistata dai telmarini distruggendo tutta la bellezza di essa costringendo le creature magiche di Narnia a vivere nascoste. Così i quattro fratelli saranno richiamati nel mondo di Narnia da Caspian per cercare di ristabilire la pace e la tranquillità.

Il viaggio del veliero

"Il viaggio del Veliero" è il quinto volume delle cronache di Narnia. Qui ritroviamo i due fratelli Pevensie, Edmund e Lucy, questo perché nella loro ultima vista a Narnia Aslan comunicherà a Peter e a Susan che loro non potranno più tornare a Narnia. Lucy e Edmund trascorrono il periodo estivo a casa di una loro zia insieme al perfido cugino Eustachio perché la madre e i due fratelli sono partiti per un lungo viaggio. I due fratelli si ritrovano a parlare di Narnia con la stessa nostalgia di sempre in camera di Lucy guardando un quadro con un veliero e ripensando alle loro avventure passate. Un giorno mentre loro stanno chiacchierando in camera di Lucy, Eustachio entra ed inizia a deriderli fin quando il quadro si anima e trasporta tutti e tre a bordo del veliero del re Caspian che i due fratelli riconoscono immediatamente. Re Caspian spiega loro che si trova in viaggio per cercare gli oppositori di suo zio che furono allontanati per esplorare i mari d'oriente per liberarsi di loro. Lui ormai avendo sconfitto lo zio, ha lascito Narnia in buone mani per andare a cercare queste persone.  Loro accompagneranno re Caspian nel suo viaggio anche se inizialmente il cugino non sarà per nulla contento fin quando anche per lui arriverà una lezione e vivranno insieme  quest'altra magnifica avventura a Narnia.

La sedia d'argento


La sedia d'argento è il sesto capitolo delle Cronache di Narnia. In questo racconto non troviamo i fratelli Pevensie ma loro cugino Eustachio, già presente nel Viaggio del Veliero, insieme ad una sua compagna di scuola, Jill Pole. Eustachio dopo l'avventura avuta con i suoi cugini è cambiato parecchio. Non è più un bullo ma adesso è vittima lui stesso dei bulli insieme a Jill. Un giorno Eustachio trova Jill che piange e lui per tirarla su le racconta l'avventura che ha vissuto a Narnia. Lei rimane affascinata e vorrebbero recarsi a Narnia ma non sannno come, fin quando i bulli compaio e li rincorrono e loro scappano verso il bosco ma vengono bloccati da un muro con una porta vecchissima. Appena Eustachio tocca la maniglia della porta essa si apre con assoluta facilità permettendo loro di scappare e inaspettatamente si ritrovano a Narnia. Giunti su un ciglio profondo Eustachio perde l'equilibrio e viene salvato da Aslan. Aslan affida un compito a Jill, quello di ritrovare il figlio di re Caspian, Rillian, scomparso oramai da anni e per aiutarla le rivela quattro suggerimenti che la dovranno condurre a esso. Eustachio viene trasportato da Aslan al castello di Cair Paravel dove consocerà Pozzanghera che guiderà i due ragazzi nel loro viaggio.

L'ultima battaglia

Questo è il settimo ed ultimo capitolo delle cronache di Narnia. Tirian, è ultimo discendente della famiglia reale di re Caspian, settimo discendente di re Rilian, è il sovrano di Narnia. C'è una bellissima novità nell'aria, molti degli animali parlanti hanno riferito a Tirian di aver visto Aslan aggirarsi nel bosco. Ma questa è tutta una messa in scena di una scimmia, Cambio. Infatti la scimmia traveste con una pelle il suo buon compagno, un asinello, spacciandolo per Aslan. La maggior parte delle creature di Narnia credono nel finto Aslan e Tirian si ritroverà da solo con pochi animali a sostenerlo. Ma dopo tutto ciò Tirian riuscirà a chiamare Eustachio e Jill e torneranno con loro inaspettatamente anche Peter, Edmund e Lucy, tranne Susan che crescendo ha smesso di credere in Narnia. Qui ci sarà una sanguinosa battaglia che porterà alle rivelazioni finali di Narnia e di tutta la storia.


[RECENSIONE A CURA DI KATYA]

Autore C.S. Lewis
Editore Mondadori
Pagine 1168
Anno edizione 2008
Edizione Collana I Grandi
Lingua Italiano
ISBN-10(13) 9788804586074
Prezzo di copertina 22,00 €
Categoria Fantascienza - Fantastico - Fantasy