SINOSSI

Giovane medico del pronto soccorso, Gerard Galvan racconta una folle notte di molti anni prima, quando fra crisi di asma e arti spappolati era stato finalmente notato un uomo seduto su una sedia che ripeteva: "Non mi sento tanto bene". Il malato passa da tutti gli specialisti, convocati d'urgenza a risolvere uno dopo l'altro crisi acute di ogni genere: dall'occlusione intestinale all'esplosione della vescica, all'attacco epilettico. Rimasto accanto al suo letto, Galvan si addormenta e al mattino il malato non c'è più. È morto? È sparito? Dove è stato portato? Galvan non sa neppure come si chiama. Nessuno lo sa. Ma il paziente riappare e le cose che dirà e farà saranno per il buon Galvan la fine di un sogno.

RECENSIONE

E' notte al pronto soccorso della Clinica Universitaria Postel-Couperin, in cui è di turno il Dottor Galvan, medico per tradizione familiare. Tra le mille urgenze, un uomo sta alcune ore in sala d'attesa perché "non si sente tanto bene" ma, ad un certo punto, tracolla. Da lì inizierà "la lunga notte del Dottor Galvan", che accompagnerà il paziente per tutto l'Ospedale di specialista in specialista, senza riuscire ad arrivare ad una conclusione. Una volta sprofondato nel coma, il Dottor Galvan sta accanto al paziente nella speranza che si salvi, imparando il lato più umano della sua professione... ma lo aspetta un finale a dir poco incredibile ed esilarante, con una vena di malinconia.  Il ritmo incalzante, la prosa scorrevole, la sagacia della penna di Pennac rendono questo racconto di una settantina di pagine un piccolo gioiello, assolutamente imperdibile.

[RECENSIONE A CURA DI ZIABETTY]

Autore Daniel Pennac
Editore Feltrinelli
Pagine 77
Anno edizione 2013
Edizione Collana Universale economica
Lingua Italiano
ISBN-10(13) 9788807883194
Prezzo di copertina 5,00 €
Prezzo e-book 0,99 €
Categoria Altri generi