SINOSSI

A quindici anni, Mariam non è mai stata a Herat. Dalla sua "kolba" di legno in cima alla collina, osserva i minareti in lontananza e attende con ansia l'arrivo del giovedì, il giorno in cui il padre le fa visita e le parla di poeti e giardini meravigliosi, di razzi che atterrano sulla luna e dei film che proietta nel suo cinema. Mariam vorrebbe avere le ali per raggiungere la casa del padre, dove lui non la porterà mai perché Mariam è una "harami", una bastarda, e sarebbe un'umiliazione per le sue tre mogli e i dieci figli legittimi ospitarla sotto lo stesso tetto. Vorrebbe anche andare a scuola, ma sarebbe inutile, le dice sua madre, come lucidare una sputacchiera. L'unica cosa che deve imparare è la sopportazione. Laila è nata a Kabul la notte della rivoluzione, nell'aprile del 1978. Aveva solo due anni quando i suoi fratelli si sono arruolati nella jihad. Per questo, il giorno del loro funerale, le è difficile piangere. Per Laila, il vero fratello è Tariq, il bambino dei vicini, che ha perso una gamba su una mina antiuomo ma sa difenderla dai dispetti dei coetanei; il compagno di giochi che le insegna le parolacce in pashtu e ogni sera le dà la buonanotte con segnali luminosi dalla finestra. Mariam e Laila non potrebbero essere più diverse, ma la guerra le farà incontrare in modo imprevedibile. Dall'intreccio di due destini, una storia che ripercorre la storia di un paese in cerca di pace, dove l'amicizia e l'amore sembrano ancora l'unica salvezza.

RECENSIONE

"Mille splendidi soli" è il secondo romanzo dello scrittore americano di origine afghana Khaled Hosseini, scrittore del precedente bestseller "Il cacciatore di aquiloni". Un romanzo con una trama che si intreccia con gli avvenimenti che hanno distrutto l'Afghanistan ad una storia di due donne che per caso saranno nemiche e poi amiche in questa società così diversa e lontana dalla nostra. Mariam è un "harami", una bastarda perché figlia illegittima nata da un padre ricco e dalla sua serva. Impara questa parola sulla sua pelle e questo le fa male. Allontanata assieme alla madre, vive nella kolba, una baracca, ricevendo delle visite occasionali dal padre. Pur essendo stata allertata dalla madre più volte, Mariam crede a tutto ciò che racconta il padre senza darle ascolto, fin quando un giorno chiede al padre di poter festeggiare il suo compleanno insieme a lui e le sue sorellastre e fratellastri al cinema di proprietà del padre. Il padre riluttante accetta ma non si presenterà l'appuntamento. Lei andrà a cercarlo e, in seguito ad una serie di spiacevoli avvenimenti, cambierà la sua vita. Sarà costretta a sposare un uomo più grande di lei e ad abbandonare la propria città. Nel frattempo conosciamo una bambina di nove anni, Laila che cresce insieme ad una madre in un lutto perenne per la perdita dei suoi fratelli più grandi, morti in guerra combattendo il comunismo, che lei non ricorda neanche e con un padre che sembra irreale in questa società d'ignoranza. Il padre l'aiuterà a suo modo a crescere e studiare. Crescerà insieme al suo più grande amico Tariq, fin quando, col tempo, capiranno d'amarsi. Qui si ha visione del cambio di governo e politica che si verificano nel frattempo in Afghanistan, fino allo scoppiare della guerra. Così Tariq, costretto ad andare via con la propria famiglia, propone a Laila di andar via con lui ma ella non se la sentirà di lasciare i suoi genitori, quindi Tariq partirà da solo. Dopo qualche settimana anche la famiglia di Laila decide di partire e, un grande cambiamento nella vita di Laila, la porterà a conoscere e condividere il tetto con Miriam. Da qui nascerà un rapporto tra le due donne che ci condurrà tra guerra, violenze, amori, tristezze e rinascite alla fine della storia. Un romanzo che valorizza i sentimenti di amicizia e di amore, dove si cerca di raccontare la storia di donne che cercano di reagire a questa società malata che le vede schiacciate e oppresse dall'uomo.

[RECENSIONE A CURA DI KATYA]

Autore Khaled Hosseini
Editore Piemme
Pagine 408
Anno edizione 2010
Edizione Collana Numeri Primi
Lingua Italiano
ISBN-10(13) 9788866216216
Prezzo di copertina 13,00 €
Prezzo e-book 7,99 €
Categoria Contemporaneo - Attualità - Sociale - Psicologico