SINOSSI

Sono le due polarità geografiche e la maturazione della protagonista a fornire i temi cardine del romanzo: Margaret, trasferitasi da Helstone, fiabesco villaggio del sud, a Milton-Northern, popolosa città manifatturiera del nord, si trova bruscamente immessa nel mondo nuovo, e per molti aspetti irriconoscibile, prodotto dall'industrializzazione. La famiglia Hale, che coltiva valori tradizionali, è totalmente estranea alla frenetica vita del centro industriale in piena espansione, alla nascente lotta di classe fra padroni e operai, all'inquinamento e al degrado sociale. Attraverso l'occhio di un'anima incorrotta, Elizabeth Gaskell rappresenta così la corruzione dei tempi nuovi, e non li condanna. Anzi auspica soluzioni che sintetizzino i due opposti, la vita arcaica e quella moderna, in modo che la prima dia contenuto alla seconda. Grazie al vissuto doloroso, suo e dell'ambiente soffocato che la circonda, la sua eroina acquisisce identità, supera i pregiudizi e apprende una nuova etica, incarnando la "congiunzione" fra passato e futuro, fra uomini e donne, fra padroni e operai. Fra nord e sud.

RECENSIONE

La protagonista è una tipica eroina dell'età vittoriana calata però nella realtà della vita quotidiana e non persa unicamente nei suoi drammi amorosi, sebbene non manchino neppure quelli. Margaret Hale è una donna indipendente, forte poichè di supporto alle persone che le stanno accanto; semplice e dolce, arrogante ed ostinata nello stesso tempo. Grazie alla sua protagonista la Gaskell affronta temi importanti: la dicotomia tra nord e sud, tra ricchi e poveri, tra industriali e operai. Una lotta tra classi molto diverse, ognuna con il suo punto di vista espresso nel libro senza giudizi di sorta ma valutando le verità contenute in ogni opinione. Nonostante siano trascorsi quasi 200 anni i problemi sociali dell'epoca sono ancora molto attuali: la disperazione delle classi povere, gli scioperi, i licenziamenti, il "morire di fame", la crisi del mercato. E' un romanzo sofferto, che non si legge certo a cuor leggero, eppure ti tiene incollato alle pagine con il desiderio d'intravedere un barlume di speranza sia per la società che per la stessa Margaret, che affronta una vita non facile. Ho davvero apprezzato il fatto che i personaggi non rimangano fermi nelle loro idee ma apprendano invece anche da quelle altrui e dai propri errori. John Thornton, come protagonista maschile, non ha nulla da invidiare al più famoso Mr Darcy di Jane Austen. Contemporanea delle sorelle Bronte (su Charlotte ha scritto una biografia) e di George Eliot, la Gaskell, autrice forse meno conosciuta, è sicuramente da riscoprire. Questo libro entra a pieno diritto nel pantheon dei libri da me più amati.

[RECENSIONE A CURA DI EMILYJANE]

Autore Elizabeth Gaskell
Editore Jo March
Pagine 560
Anno edizione 2011
Edizione Collana Atlantide
Lingua Italiano
ISBN-10(13) 9788890607608
Prezzo di copertina 15,00 €
Categoria Classico - D'ambiente - Storico