SINOSSI

"Oceano mare" racconta del naufragio di una fregata della marina francese, molto tempo fa, in un oceano. Gli uomini a bordo cercheranno di salvarsi su una zattera. Sul mare si incontreranno le vicende di strani personaggi. Come il professore Bartleboom che cerca di stabilire dove finisce il mare, o il pittore Plasson che dipinge solo con acqua marina, e tanti altri individui in cerca di sé, sospesi sul bordo dell'oceano, col destino segnato dal mare. E sul mare si affaccia anche la locanda Almayer, dove le tante storie confluiscono. Usando il mare come metafora esistenziale, Baricco narra dei suoi surreali personaggi, spaziando in vari registri stilistici.

RECENSIONE

Dovrebbe esistere una locanda Almayer, e dovrebbero esistere Dira, Doom, Ditz e Dol. Io li ho visti, e qualche volta, quando ne ho bisogno, ci faccio delle stranissime chiacchierate. Quella di Oceano Mare è una storia assurda, una storia per niente scontata che, se ben letta, ti si incolla sulla pelle. Il racconto ti trascina fra le onde, ti lascia precipitare nell'abisso dell'oceano mare e poi ti trascina in superficie cullandoti dolcemente sulle parole di Baricco. E' inconfondibile lo stile di Baricco, saprei riconoscerlo ad occhi chiusi. Anche in Oceano Mare ha giocato con le parole come sa fare solo lui, ogni frase è un colpo all'anima delicatissimo, un ossimoro. Ed è questo quello che rende speciale questo autore. Non puoi leggere Oceano Mare senza sentirti in apnea. Personalmente sono stata per tutto il tempo sott'acqua a sentire le voci dei personaggi alterate e nonostante tutto non ho sentito l'esigenza di respirare.

[RECENSIONE A CURA DI BIBI]

Autore Alessandro Baricco
Editore Feltrinelli
Pagine 212
Anno edizione 2013
Edizione Collana Universale economica
Lingua Italiano
ISBN-10(13) 9788807883026
Prezzo di copertina 8,00 €
Prezzo e-book 3,99 €
Categoria Azione - Avventura