SINOSSI

Da quando è nato, A si risveglia ogni giorno in un corpo diverso. Per ventiquattr'ore abita il corpo di un suo coetaneo, che poi è costretto ad abbandonare quando il giorno finisce. Affezionarsi alle esistenze che sfiora è un lusso che non può permettersi, influenzarle un peccato di cui non vuole macchiarsi. Quando però conosce Rhiannon, chiudere gli occhi e riprendere il cammino da nomade è impossibile: per la prima volta innamorato, A cerca di stabilire un contatto, di spiegare la sua maledizione, fino a convincere Rhiannon che è tutto vero, che quello che ogni giorno si presenta da lei è la stessa persona, anche se in un corpo diverso. Rhiannon s'innamora a sua volta dell'anima di A, ma dimenticare il suo involucro è difficile, e pian piano la relazione con i mille volti di A si fa più delicata di un vetro sottile. Nel disperato tentativo di non perderla, A tradisce le sue regole, inizia a lasciare nelle esistenze quotidiane tracce e strascichi del suo passaggio, e qualcuno se ne accorge...

RECENSIONE

Per quanto a volte la storia risulti scontata e abbastanza adolescenziale, sono riuscita a ricavarne qualcosa da questo libro. La storia d'amore fra i protagonisti è stata una cosa in più. Quello è stato il mio ultimo pensiero. La cosa che più mi ha colpito di questo libro è che A non è né maschio né femmina, e mi fa pensare a quanto sia vero che per amare realmente una persona non ci serviamo del nostro corpo sessuato ma della nostra anima.
A passa da un corpo all'altro, senza sapere cosa lo aspetta. Passa nel corpo di una persona sovrappeso, di una ragazza bellissima, di una ragazza che vuole togliersi la vita, di un ragazzo che non apprezza per niente la sua ragazza e in molti altri corpi, e per 24 ore A vive la loro vita appieno. Quindi conoscerà per forza i loro pensieri, il loro stato d'animo, le loro preoccupazioni, e questo perché li guarda da dentro. L'uomo in generale invece tende a guardare solo ed esclusivamente l'esterno, in ogni cosa. E così il ragazzo sovrappeso è un ciccione mangione, la ragazza bellissima è una facile, quella che vuole suicidarsi è una debole incapace di vivere e di affrontare i problemi che la vita gli piazza davanti e via discorrendo. Tendiamo un po' troppo e un po' troppo spesso a catalogare le persone per quello che loro appaiono, senza sforzarci minimamente di ascoltare quello che la loro "anima" ha da dirci. Ci prendiamo cura delle persone e non ci prendiamo cura delle loro anime.
Se prendessimo in considerazione più spesso le nostre anime, ma in generale quello che abbiamo dentro e scartassimo a prescindere tutto quello che sta fuori, tutto quello che è involucro, tutto quello che è di contorno, il mondo sarebbe un posto migliore.
Per concludere direi che il testo è molto scorrevole. E' leggero, e lo consiglio principalmente ai giovani lettori, ma anche agli adulti non farebbe male leggere questa bella storia di anime.

[RECENSIONE A CURA DI BIBI]

Autore David Levithan
Editore 2013
Pagine 370
Anno edizione 2013
Lingua Italiano
ISBN-10(13) 9788817065337
Prezzo di copertina 15,00 €
Prezzo e-book 4,99 €
Categoria Fantascienza - Fantastico - Fantasy