SINOSSI

Giovanni è un bambino di Palermo. Per il suo decimo compleanno, il papà gli regala una giornata speciale, da trascorrere insieme, per spiegargli come mai, di tutti i nomi possibili, per lui è stato scelto proprio Giovanni. Tappa dopo tappa, mentre prende vita il racconto, padre e figlio esplorano Palermo, e la storia di Giovanni Falcone, rievocata nei suoi momenti chiave, s'intreccia al presente di una città che lotta per cambiare. Giovanni scopre che il papà non parla di cose astratte: la mafia c'è anche a scuola, nelle piccole prepotenze dei compagni di classe, ed è una nemica da combattere subito, senza aspettare di diventare grandi. Anche se ti chiede di fare delle scelte e subirne le conseguenze. Con la prefazione di Maria Falcone e un'intervista all'autore. Età di lettura: da 8 anni.

RECENSIONE

Si tratta del racconto di un padre al figlio per spiegargli cosa sia la mafia, per spiegargli cosa sia la vita. Un racconto fatto di parole semplici adatte ad arrivare dritte al cuore e al pensiero di un bambino, ma altrettanto efficaci a scuotere gli adulti che già conoscono la drammaticità della parola mafia. L'autore usa abilmente l'artificio di un padre che racconta una storia al figlio, per spiegare in modo semplice, diretto ed esemplificativo cosa voglia dire mafia, lo fa perchè crede che sia giusto educare sin dalla più tenera età a riconoscere la bestia, e io credo che per tutti i bambini che hanno letto questo libro l'obiettivo sia stato raggiunto.

[RECENSIONE A CURA DI ARIEL]

Autore Luigi Garlando
Editore BUR Biblioteca Univ. Rizzoli
Pagine 161
Anno edizione 2015
Edizione Ragazzi
ISBN-10(13) 9788817083614
Prezzo di copertina 15,00 €
Prezzo e-book 6,99 €
Categoria Realistico - Cronaca - Saggi - Biografia