SINOSSI

Naomi Alderman immagina un mondo dominato dalle donne, in cui gli uomini sono ridotti in semi-schiavitù. Le ragazze adolescenti hanno infatti sviluppato una sorta di energia elettrica capace di fulminare chiunque cerchi di molestarle. Quattro personaggi ci guidano tra i diversi scenari sociali, politici, mediatici e confessionali che il rivoluzionario ribaltamento delle gerarchie e dei rapporti di genere ha innescato, raccontandoci come la diffusione della scintilla del potere femminile sia rapidamente degenerata nella depravazione. Le donne ora distruggono, violentano, seviziano e uccidono proprio come prima di loro avevano fatto gli uomini. Questa è l’atroce verità. L’universo distopico di Alderman, infatti, cresce e si sviluppa attorno ad una questione attualissima e disturbante: perché le persone, al di là del sesso e della razza, abusano del potere?

RECENSIONE

In questo romanzo Naomi Alderman immagina un mondo in cui si capovolge la relazione di forza tra i generi. E quando dico "forza" intendo innanzitutto forza fisica: prima le ragazze e poi le donne adulte sviluppano la capacità di liberare scosse di energia elettrica tramite le mani. E grazie a ciò le donne, prima di tutto, si liberano. Le schiave del sesso, le donne in paesi dove non vige la parità di genere, singole ragazze o donne in condizione di maltrattamento hanno la forza fisica e il potere di liberarsi. Dopo questo primo momento in cui la Alderman ti fa pensare "forza ragazze, fategliela vedere a questi schifosi", la situazione cambia drammaticamente. Nuove religioni, vecchi interessi e collaudate logiche di potere traghettano attraverso una distopia da pelle d'oca. Ho apprezzato Ragazze elettriche per aver proposto una riflessione sul potere che usa il genere, ma non è squisitamente sul genere. Ne ho apprezzato inoltre la scorrevolezza nella lettura e alcuni intuizioni che mi hanno tenuta letteralmente incollata alla pagina (es. lanciare degli "indizi" tra un capitolo e un altro attraverso delle illustrazioni). Ho apprezzato meno la circolarità della narrazione attraverso i personaggi (Allie - Margot - Roxy - Tunde - Allie - Tunde - Margot...) che strizza un po' troppo l'occhio alla TV. In pratica è come leggere una serie con i pro (suspance tra i capitoli - velocità di azione) e contro (psicologia dei personaggi non approfondita - descrizione degli ambienti quasi inesistente). Altre due riflessioni: la scrittrice è un'autrice per i videogiochi. Ha scritto la trama di Zombie run che farebbe correre dalla paura anche un bradipo. E in Ragazze elettriche ci sono molti momenti di fuga in cui i personaggi sono braccati in qualche modo. Qualche ispirazione sembra esserci. Il titolo originale del libro è The power, che significa allo stesso tempo il potere e l'energia elettrica. Il titolo italiano, per quanto ben descrittivo del contenuto, purtroppo perde questo significato duplice.

[RECENSIONE A CURA DI ILARIAANGELICCHIO]

Autore Naomi Alderman
Editore Nottetempo
Pagine 446
Anno edizione 2017
Edizione Narrativa
ISBN-10(13) 9788874526758
Prezzo di copertina 20,00 €
Prezzo e-book 10,49 €
Categoria Fantascienza - Fantastico - Fantasy