SINOSSI

"Felici coloro per i quali la sventura entrata nella loro carne è la sventura del mondo stesso nella loro epoca", ha scritto Simone Weil. I protagonisti di questo libro sono affetti da quella che è stata definita "l'allergia del secolo". Una malattia immunotossica causata dall'inquinamento e dall'esposizione ai prodotti chimici di sintesi, che colpisce milioni di persone ma di cui non si parla. E' chiamata Mcs, Sensibilità chimica multipla. Nella sua fase iniziale viene anche definita Tilt, Toxicant induced loss of tolerance (perdita di tolleranza indotta da sostanze tossiche); il termine sottolinea il cosiddetto punto di non ritorno, il momento in cui l'organismo, per cosí dire, va in tilt. Ogni storia inizia con una serie di divieti e racconta come si può vivere evitando il contatto con il mondo: niente profumi e deodoranti, niente roba appena lavata o nuova, niente saponi, creme, trucchi, niente plastica, niente farmaci, pochissimi alimenti, niente odori e sapori artificiali... Sono storie di solitudine e di invisibilità, di lontananza da tutto ciò che si ama. Eppure corre lungo ciascuna di queste pagine, in questo coro continuo di voci, la stessa creativa, ostinata, sorprendente capacità di inventare ogni giorno un modo nuovo di adattarsi all'esistenza. La stessa fierezza. Perché alla fine vivere è tutto ciò che conta: "Sono deodorata, decolorata, sprofumata, ripulita, struccata, degassata, svuotata, decontaminata, disintossicata... Malata, viva".

RECENSIONE

Cosa succede quando il corpo umano va in TILT? Cosa diventa la vita quando, a causa di una serie di serissime allergie, non possiamo più fare le cose di tutti giorni, le più banali, come mangiare, bere, respirare? Questo è un libro scioccante, di denuncia, l'autrice sembra parlare di fantascienza, ma in realtà non è così: le storie raccontate attraverso la voce dei protagonisti sono storie che potrebbero essere reali, per qualcuno purtroppo lo sono a tutti gli effetti. Spesso i cambiamenti sono lenti ma inesorabili. Non percepiamo la tragedia perché nell'arco della nostra vita non ravvisiamo "differenze" impattanti direttamente sulla nostra stessa esistenza, ma questo non significa che il pericolo non sia reale. L'inquinamento sta provocando cambiamenti climatici senza ritorno, questo lo sappiamo tutti. E anche la malattia di cui si parla in questo libro esiste veramente, anche se è poco conosciuta: si chiama MCS (Multiple Chemical Sensitivity), il corpo umano, giorno dopo giorno, immagazzina inquinanti e ad un certo punto va in TILT... e la vita cambia drasticamente. Le voci narranti sono diverse, raccontano le loro storie, cosa erano prima, cosa sono diventati, ma soprattutto come affrontano le immense difficoltà che sono costretti ad affrontare ogni giorno per sopravvivere. Eppure in tutti questi racconti emerge la voglia di vivere e di lottare fino all'ultimo per potersi garantire un futuro.

[RECENSIONE A CURA DI CLACLA]

Autore Caterina Serra
Editore Einaudi
Pagine 142
Anno edizione 2008
Edizione I coralli
ISBN-10(13) 9788806189051
Prezzo di copertina 14,00 €
Categoria Contemporaneo - Attualità - Sociale - Psicologico