SINOSSI

"Il prossimo sarebbe stato lui. Non c'era altra possibilità. Tornati nella stanza l'uomo lo fece sedere sul letto e gli legò un polso solo. Jordan era ammutolito. Era seduto sul bordo del letto. Si girò di scatto, rendendosi conto che su quel letto ci avevano dormito altri prima di lui. Altre vittime di quei pazzi. Le lenzuola erano sporche. E anche lì c'era del sangue. Macchie piccole, di un colore marrone. Sangue vecchio. Ma sempre sangue".

Ambientato nel Messico del Nord. Qui si vivono parallelamente due storie, la prima, quella di Harvey (il cattivo), la seconda quella di Chris (il buono). Magicamente, o beffardamente, che dir si voglia, sta a voi lettori interpretare meglio la storia, le due vite si incontrano e sono unite da uno strano destino. La storia inizia nel 1984 in un orfanotrofio in cui si trova Harvey, un giovane ragazzo. Dopo aver cambiato diverse famiglie, subisce una violenza all'età di 16 anni, quando viene molestato da suo padre adottivo, così decide di scappare. Intraprende una vita scapestrata, vive in strada, dove conosce il suo fedele amico e compagno di viaggio Pedro. Entrano nel giro del narcotraffico, molto diffuso nell'area geografica in cui sono collocati. All'età di 28 anni Harvey è uno dei più temuti boss nell'ambiente. Ad una festa, alla quale lo invita Pedro conosce Ines, se ne innamora e si sposano. Lei resta incinta e partorisce nella clinica più vicina alla loro abitazione, se pur contro la volontà del ricco padre di lei che la voleva in una più sicura e privata clinica del centro. Nel frattempo Chris, orfano di padre e madre, bravo e tranquillo ragazzo, laureato conosce Lilia. Aenn la sorella di lui, che aveva già in passato intrapreso una cattiva strada, muore in un agguato di narcotrafficanti. Chris, così, deciso di voler indagare sulla morte della sorella, individua dei traffici insoliti che comunica immediatamente alla polizia. Nel 1986, stesso anno in cui nasce il figlio di Harvey e Ines, nella stessa clinica Chris e Lilia danno alla luce Jordan. A Ines invece, gracile, sofferente e già malata da tempo, il figlio che dà alla luce muore dopo un’ora e si lascia morire anche lei dopo qualche anno. Il libro ci porta poi al 2008, quando Jordan è un giovane ragazzo che studia all'Università di San Diego. Viene improvvisamente rapito. Chris denuncia la sua scomparsa, di cui all'inizio viene deriso. Successivamente viene ritrovato il suo corpo in una palude. Tragico finale, quando Harvey scoprirà il triste modo in cui il proprio destino si unisce a quello di Chris.

RECENSIONE

Vi ho già parlato di questo libro all'interno del forum, però sono stata talmente colpita che meritava una vera e propria recensione. Mi è stato consigliato da una persona molto vicina alla scrittrice e avvisandomi che era per lei il suo primo ed unico. L'ho comprato senza aspettarmi grandi cose, invece già dalle prime pagine sono rimasta molto sorpresa. Ha usato una tecnica ben strutturata per narrare le vicende di due famiglie opposte, diverse, ma in realtà unite da una "vita".

L'intera storia è ambientata, come sopra riportato, nell'America Latina ed affronta una realtà complicata, cruda e cattiva, ma purtroppo estremamente vera come la povertà ed il narcotraffico. La scrittrice si è informata molto bene sull'argomento, che viene spiegato in modo analitico, ma a piccole dosi. Proprio questo suo modo di narrare a "dosi" e con molti flashback mi ha catturato, perché la storia si apre di pari passo per entrambe con piccoli dettagli che mi hanno preso e che mi hanno entusiasmato, emozionato sempre di più. La storia principale è complicata e solo verso la fine si snoda e sono riuscita a capire delle descrizioni e degli avvenimenti diversi da come mi ero immaginata. Per me i personaggi si sono intrecciati tra loro da un sentimento comune l'Amore, che nel bene e nel male, ha trionfato ed ha reso possibile la risoluzione della storia. Anche il dolore per la perdita di un figlio, di una sorella, di una persona amata fanno da protagonista indiscusso sia nel libro sia nella realtà quotidiana, attraverso un Destino che si presenta per tutti i personaggi  e che fa in modo di intrecciarli tra loro, senza che loro sappiamo il motivo. La scrittrice ha toccato molte realtà che ci circondano in modo piacevole ed accattivante, per questo mi è piaciuto tanto: Una storia vera, quotidiana, con sentimenti veri, profondi intrecciati in un contesto familiare opposto ma nello stesso tempo uguale; accomunati tutti dall'odio e dall'Amore.

Spero vivamente che non vi ho annoiato troppo e che la scrittrice scriva un altro libro con la stessa intensità di questo. Grazie Rossana, meriteresti un premio letterario.

[RECENSIONE A CURA DI BRUNY]

Autore Rossana Ruscio
Editore Vertigo
Pagine 526
Anno edizione 2012
Edizione Collana Approdi
Lingua Italiano
ISBN-10(13) 9788862060936
Prezzo di copertina 18,50 €
Categoria Contemporaneo - Attualità - Sociale - Psicologico