SINOSSI

"Uno studio in rosso", pubblicato nel 1887, è il primo romanzo di Sir Arthur Conan Doyle sulle avventure del detective Sherlock Holmes. Assistiamo qui al primo incontro tra Holmes e il dottor Watson, che diventerà il suo inseparabile compagno di avventure e che fa anche le veci della voce narrante. In questa vicenda, che si dipana tra la Londra brumosa in cui avvengono due misteriosi delitti e le pianure del west americano sedi vent'anni prima degli eventi che li spiegano, il celebre detective dà già una prova memorabile delle sue straordinarie capacità analitiche e deduttive.

RECENSIONE

Il 1877 è un anno importante per la letteratura mondiale. Infatti, è la data di pubblicazione di "Uno studio in rosso", primo episodio, di una lunga serie, che vede come protagonista Sherlock Holmes. Il dott. John H. Watson, di ritorno dalla guerra in Afghanistan, si stabilisce a Londra; ed è alla ricerca di una casa a basso costo. L'occasione, che gli viene proposta da un suo vecchio collega, è quella di dividere l'appartamento, situato al numero 221B di Baker Street, con un singolare individuo: Sherlock Holmes. Questi è consulente investigativo di Scotland Yard, verso i cui agenti non nutre particolare stima, riservando loro, spesso, un trattamento di compassionevole ironia. Esperto chimico e profondo conoscitore della letteratura scandalistica, si distingue per le sue capacità di osservazione e di applicazione del metodo induttivo alle indagini investigative. Il romanzo si divide in due parti. Dopo aver presentato e descritto i protagonisti, nella prima parte, nella seconda vengono narrati gli antefatti del delitto, durante le cui indagini Watson avrà la possibilità, per la prima volta, di osservare Holmes all'opera. Si tratta di una storia di sangue e di odio covato per anni, nella quale la vendetta diventa la ragione unica della vita. Puniti i colpevoli, non ha più senso vivere e perde significato persino la cattura e la condanna a morte. Il grande successo di pubblico arriverà, qualche anno più tardi, con il secondo romanzo dedicato alla avventure di Sherlock Holmes, ma sono già presenti tutti gli elementi che renderanno celeberrimi il personaggio e il suo autore. La narrazione è affidata al dott. Watson, nel quale Conan Doyle e lo stesso lettore si identificano. Lo stile è asciutto e incalzante; e rappresenta una riuscita cornice per le deduzioni di Sherlock Holmes. Intorno ad esse, in fondo, ruota l'intero romanzo. Si potrebbe dire che, leggere "Uno studio in rosso" è come osservare un quadro di Giotto in cui cogliere i bagliori dello splendore che sarà.

[RECENSIONE A CURA DI PORTHOSEARAMIS]

Autore Arthur Conan Doyle
Editore Giunti Demetra
Pagine 160
Anno edizione 2010
Edizione Collana Nuovi acquarelli
Lingua Italiano
ISBN-10(13) 9788844037956
Prezzo di copertina 6,00 €
Prezzo e-book 0,99 €
Categoria Giallo - Poliziesco - Noir