SINOSSI

Un inno alla vita e all'amore terreno; ma anche un canto di dolore e di disperazione. È questo il senso della lunga lettera indirizzata ad Aurelio Agostino, il grande Padre della Chiesa, vissuto nel IV sec. d.C, da Floria Emilia, sua ex amante e madre del suo unico figlio. Una lettera mai venuta alla luce, fino al 1995, quando Jostein Gaarder, spulciando tra gli scaffali di una vecchia libreria antiquaria di Buenos Aires, non s'imbatte nel prezioso codice. Un ritrovamento importante, poiché attraverso le struggenti parole di Floria prende forma una figura appena accennata nelle celebri Confessioni ed emergono i tratti di quell'unione felice. Dalla voce di Floria scaturisce, così, un racconto accorato e commovente, ironico fino al sarcasmo ma vibrante ancora di tenerezza e desiderio, in cui una donna, ferita nel proprio orgoglio, ma non rassegnata, si ribella alla perdita del proprio uomo, ponendo a lui, a se stessa e a noi le eterne domande sul divino, la natura umana e il significato dell'amore.

RECENSIONE

Jostein Gaarder, autore norvegese conosciuto ai più per "Il mondo di Sofia" e "La ragazza delle arance", ha la straordinaria capacità – rarissima negli scrittori, che spesso fanno proprio l'inverso - di riuscire a far diventare comprensibili a noi "comuni mortali" le cose più complicate: la storia dell'universo, la filosofia, la religione e l'amore. In "Vita brevis", Gaarder dà voce all'amante di Sant'Agostino, battezzata dallo scrittore Floria Emilia. Compagna per dodici anni del grande padre della Chiesa, dal quale ebbe un figlio e dal quale venne abbandonata per seguire la strada della santità, Floria Emilia in questa lunga immaginaria missiva risponde alle Confessioni, esprime tutta la sua rassegnazione e la sua rabbia, ricorda il loro amore, racconta di sé e di Agostino. Ma non solo. Floria Emilia, infatti, ci spinge a riflettere su cosa sia l'amore, sulla contrapposizione che si può creare tra vita di coppia e realizzazione personale, sulla natura della fede e sulle sue conseguenze nelle relazioni amorose. Il risultato è un romanzo filosofico godibilissimo e molto scorrevole, in cui Floria Emilia si dimostra una donna forte, lucida, moderna, ma anche appassionata e pronta di fronte alle prove in cui è stata posta dalla vita. Una donna nella quale il lettore può senz'altro riconoscersi e trovare, tra le righe delle sue parole, delle risposte ai quesiti universali che tormentano tutti noi, nel IV secolo a.c. così come nel III millennio.

[RECENSIONE A CURA DI ZIABETTY]

Autore Jostein Gaarder
Editore TEA
Pagine 168
Anno edizione 2009
Edizione Collana Teadue
Lingua Italiano
ISBN-10(13) 9788878187696
Prezzo di copertina 8,00 €
Prezzo e-book 5,99 €
Categoria Classico - D'ambiente - Storico