Sabato, 19 Gennaio 2019

Rubrica letteraria

La redazione de Il Club del Libro, guidata della nostra capo redattrice Elisa Gelsomino (alias ziaBetty), cura una rubrica letteraria che realizza articoli a 360° sul mondo della lettura: interviste, curiosità, approfondimenti sugli autori, la storia, i viaggi e la musiche dei nostri Libri del Mese, assieme alle classifiche dei libri più venduti e molto altro! Vi aspettiamo sul Forum per approfondire i temi trattati.

Rubrica letteraria

L'antologia "Piccolo Atlante Celeste. Racconti di astronomia" curata da Giangiacomo Gandolfi e Stefano Sandrelli, Libro del Mese di giugno 2015, ci fa guardare il cielo, le stelle ed i pianeti in tutti i modi possibili: da una buca, con il naso all'insù, come Ciàula, nella famosa novella di Pirandello, oppure attraverso gli schermi di una navicella, a due passi dal Sole, come nel brano tratto da Le auree mele del sole, di Ray Bradbury. Forse, rimane una sola esperienza da descrivere, un solo testo da inserire: il resoconto dello sbarco sulla Luna da parte dell'uomo, avvenuto il 21 luglio 1969.

Rubrica letteraria

Il Libro del Mese di giugno 2015, Piccolo atlante celeste, ci permette di approfondire l'astronomia dal punto di vista letterario. Il primo brano dell'antologia è la lettera più famosa composta da Galileo Galilei sulle sue scoperte astronomiche. Galilei dovette combattere contro secoli di predominio religioso sull'argomento, ma prima dell'avvento del cristianesimo l'astronomia aveva vissuto un altro grande periodo di splendore: quello ellenistico.

Rubrica letteraria

Due comunicatori scientifici, Giangiacomo Gandolfi e Stefano Sandrelli, hanno curato l’antologia di carattere astronomico Piccolo Atlante Celeste. Racconti di astronomia, Libro del Mese di Giugno 2015, con lo scopo di ricostruire la visione dell'uomo nell'universo tramite lo sviluppo della scienza e della letteratura. Trenta racconti scritti da grandi nomi della letteratura in un arco di tempo molto ampio, partendo da Galileo Galilei per arrivare a Hoeg, per dar voce alla storia, all'astronomia e alle rivoluzioni avvenute.

«Nelle mie tenebre non posso dar quiete all’inquieto del mio cervello»

Galileo Galilei

Rubrica letteraria

Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve, Libro del Mese di maggio 2015, ci ha portato in giro attraverso i tormentati decenni del XX secolo per conoscere gli attori principali della storia che ha caratterizzato il nostro passato più prossimo. Le vicende storiche narrate da Jonas Jonasson si concentrano sulla corsa agli armamenti e la Guerra Fredda, quindi lo scontro tra Unione Sovietica e Stati Uniti d'America.  Dal punto di vista musicale, l'espressione più significativa di uno Stato è sicuramente il suo inno nazionale e soprattutto quello sovietico è molto influenzato dagli eventi del Novecento.

Rubrica letteraria

Quasi tutte new entry, in questa classifica dei libri più venduti del mese di maggio: resistono, anche se in discesa, solamente Sette brevi lezioni di fisica e Il magico potere del riordino. Sul podio Camilleri, Sveva Casati Modignani e Camilla Läckberg. A seguire, la fiaba postuma di Giorgio Faletti, l'autobiografia di uno YouTuber, il nuovo romanzo di Luca Bianchini, il saggio di Recalcati sulla figura materna e i segreti sull'intestino scoperti da Giulia Enders.

Rubrica letteraria

Non è un mistero. Basta vedere la top cento dei libri più scaricati per rendersi conto che i testi a contenuto erotico sono sempre presenti. Gli evergreen. L'Eros ha da sempre un ruolo primario nella cultura, in ogni dove, e la ricerca di un contatto  dell'uomo con il proprio lato erotico e con la sessualità, è un'attività che richiede un  investimento energetico notevole, e una buona dose di pensiero e di emozioni. È la sua natura, nonostante tutti gli artifici messi in campo per bloccare la procreazione, il DNA ci spinge ad accoppiarci il più possibile, a salvaguardia della specie.

Rubrica letteraria

Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve, di Jonas Jonasson, Libro del Mese di Maggio 2015, prende le mosse dalla Svezia, in particolare da una casa di riposo per anziani situata nella piccola località di Malmköping, vicino alla capitale, Stoccolma. Nonostante il protagonista, Allan Karlson, viva avventure in tutto il mondo, dalla Spagna agli Stati Uniti, sotto diversi punti di vista, il romanzo rimane sempre intimamente legato alle peculiarità del territorio svedese.

Rubrica letteraria

Nel mese di Aprile 2015, 1984, il capolavoro di George Orwell del 1949, ha fatto conoscere a Il Club del Libro il mondo delle distopie, cioè delle utopie malsane e negative di mondi perfetti che sono possibili solo a costo di soprusi contro i più deboli e leggi di controllo violento da parte delle autorità. Anche il mondo dei videogiochi ha attinto a piene mani da questo tema e la saga di BioShock ne è sicuramente l'esempio meglio riuscito degli ultimi anni.

Rubrica letteraria

"Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve", Libro del Mese di maggio 2015, è strutturato su due filoni narrativi: la trama della fuga e la rievocazione dei trascorsi storici del personaggio principale, Allan Karlsson, attraverso i suoi incontri con i più grandi potenti della storia del Novecento, da Franco a Stalin, da Truman a Mao e tanti altri. L'idea di attraversare gli anni con una continuità di racconto non è nuova ed è stata imitata successivamente da altri autori letterari e cinematografici. Due esempi importanti sono frutto della creatività di Ken Follett e Edgar Reitz.

Rubrica letteraria

Un podio d'eccezione per il mese di aprile: Rovelli, Piccolo e Baricco. Resta in classifica il saggio sul "magico potere del riordino", seguito dall'ultimo volume della pentalogia mistery-fantasy Eroi dell'Olimpo, dal nuovo thriller firmato da Jo Nesbo e da Il paese dei coppoloni di Vinicio Capossela. Tra i libri più venduti di aprile, resiste anche L'amica geniale di Elena Ferrante. Chiudono la top ten un libro per bambini con Masha e Orso e il nuovo lavoro di Aldo Cazzullo, Possa il mio sangue servire. Uomini e donne della Resistenza.

Rubrica letteraria

Quando si parla di distopia ci riferiamo ad una realtà distorta, utopica al contrario, perché detestabile anziché desiderabile. La letteratura offre molti esempi di realtà distopiche come quella descritta da George Orwell in 1984, Libro del Mese di Aprile 2015. Anche il cinema ne dà numerose dimostrazioni, i registi hanno infatti avuto l'opportunità di utilizzare musica contemporanea scritta appositamente per i loro film o risultata idonea a descrivere la distorsione del reale in un mondo negativo, sbagliato, da cui fuggire. Un maestro in questo senso è stato Stanley Kubrick, che si è servito delle musiche di Gyorgy Ligeti per alcuni dei suoi più celebri capolavori.

Rubrica letteraria

1984 di George Orwell, Libro del Mese di Aprile 2015, è ambientato in un futuro prossimo, l'anno 1984, appunto, in cui il mondo è diviso in tre superstati, continuamente in lotta tra loro: Oceania, Eurasia ed Estasia. Vi è poi una sorta di territorio cuscinetto, che comprende l'Africa settentrionale, il Medio Oriente, parte del subcontinente asiatico e della Mongolia, e che i tre superstati si contendono.

Rubrica letteraria

Con il suo 1984, Libro del Mese di Aprile 2015, George Orwell ha immaginato come potesse essere un mondo governato dalle tre grandi ideologie politiche del XX secolo, comunismo, capitalismo e religione di Stato, se queste ideologie fossero state portate all'estremismo delle loro forme. La lotta tra le prime due, ha caratterizzato quasi tutta la seconda metà del Novecento ed è ricordata dalla storia con il titolo di Guerra Fredda, termine utilizzato per la prima volta nel 1945 proprio da George Orwell.

Rubrica letteraria

Solamente le Cinquanta sfumature e Sette brevi lezioni di fisica resistono rispetto allo scorso mese. Nessuno si salva da solo conquista il podio, i nuovi romanzi di Francesco Piccolo e Alessandro Baricco trovano già posto in top ten. Seguono un saggio zen sul potere del riordino ed uno, a firma di Mario Giordano, sui pescecani che stanno divorando il nostro paese. Andrea Vitali sorprende con un noir molto particolare e, a chiudere la classifica, è niente meno che L’amica geniale di Elena Ferrante.

Rubrica letteraria

Dall'avvento della prima macchina da stampa di Gutenberg, i libri sono nei secoli divenuti bene dell'umanità: tutti li possono possedere, leggere, usufruirne.

Di questo beneficio l'uomo ne ha fatto un uso sempre più svariato e, in questo articolo, analizzeremo l'approccio ai libri nel nuovo millennio. Per seguire la moda del momento, faremo la solita categorizzazione, stavolta scegliendo: Quelli che i libri…

Rubrica letteraria

Il dottor Zivago, Libro del Mese di Marzo 2015, è stato un caso letterario importantissimo a livello internazionale in relazione al Premio Nobel che fu conferito al suo autore Boris Pasternàk, il quale fu costretto a rifiutarlo su pressione del regime comunista, che lo considerava un sovversivo e un nemico dell'Unione Sovietica. Il caso scosse l'opinione pubblica e il mondo della cultura ed anche Eugenio Montale se ne occupò, scrivendo il suo prezioso contributo in un'edizione dell'opera pubblicata nel 1970 dall'editrice torinese Einaudi.

Rubrica letteraria

Il dottor Živago di Borìs Pasternàk, Libro del Mese di Marzo 2015, ci porta nel cuore dell'impero russo, con i suoi misteri ed il suo fascino. Questo immenso territorio, che oggi appartiene a più Stati e che partiva dai Carpazi, saliva fin quasi al polo nord e si estendeva fino all'oceano Pacifico, dall'altra parte del mondo, in un tumulto stordente di paesaggi, di climi e di uomini.

Rubrica letteraria

«Vivere significa sempre lanciarsi in avanti, verso qualcosa di superiore, verso la perfezione, lanciarsi e cercare di arrivarci.»

(Boris Pasternak, Il Dottor Zivago)

Libro del Mese di Marzo 2015 è Il Dottor Zivago, romanzo scritto da Boris Leovidonič  Pasternak, poeta e scrittore sovietico, tradotto in 29 lingue e venduto in milioni di copie. Libro che lo portò alla notorietà del mondo, ma alla sua persecuzione nella terra natia.

Pagina 9 di 23

Ultimi commenti