images/rubrica-letteraria/le-otto-montagne-di-paolo-cognetti.jpg

Il podio della classifica dei libri più venduti nel mese di luglio 2017 è tutto italiano. Apre la classifica il vincitore del Premo Strega di quest’anno, Paolo Cognetti con Le otto montagne, a seguire Maurizio De Giovanni e Andrea Camilleri. Restano in classifica Elena Favilli e Francesca Cavallo, Camilla Läckberg, Carlo Rovelli e Marcello Simoni. Novità di questo mese Le otto montagne e Rondini d'inverno dei già citati Cognetti e De Giovanni. Avanti. Perché l'Italia non si ferma di Matteo Renzi e John Grishman con Il caso Fitzgerald.

Paolo Cognetti, nel romanzo che lo ha portato quest'anno alla vittoria del Premio Strega e del Premio Strega Giovani, Le otto montagne (Einaudi), ci racconta la storia di Pietro, che vive in città e che trascorre le estati in montagna. Lì conosce Bruno, e da quel momento per Bruno e Pietro arriveranno giornate di esplorazioni e di lunghe camminate fra le rocce e la neve.

Rondini d’inverno. Sipario per il commissario Ricciardi (Einaudi) di Maurizio De Giovanni racchiude un misterioso omicidio. Michelangelo e Fedora sono una coppia di attori. Tutte le sere, a teatro, Michelangelo spara a Fedora: la notte del 28 dicembre però, da quella pistola, parte un colpo vero e Fedora rimarrà uccisa. A riallacciare i fili della vicenda ci penserà il commissario Ricciardi.

Scende in classifica Andrea Camilleri, ma resta sul podio con La rete di protezione (Sellerio). In questo episodio il commissario Montalbano avrà a che fare con la tecnologia, mondo ostico per lui, e dovrà risolvere un caso legato ad alcune videocassette degli anni Cinquanta.

Nicholas Sparks in La vita in due (trad. A. Petrelli, Sperling & Kupfer) narra della trasformazione di un uomo felice, con accanto una moglie e una figlia, che all’improvviso si ritrova solo a fare da unico genitore.

Camilla Läckberg con La strega (trad. A. Borini, V. Gorla, S. K. Milton Knowles, Marsilio) sale dal decimo al quinto posto. Due ragazzine vengono accusate di aver ucciso una bambina di quattro anni e trent’anni dopo un’altra bambina viene uccisa allo stesso modo: per far luce sui due delitti molte cose da tempo sepolte verranno allo scoperto.

L’ex Presidente del Consiglio Matteo Renzi si serve di un libro per parlare della difficoltà che ci vuole per governare il nostro paese. In Avanti. Perché l'Italia non si ferma (Feltrinelli), Renzi racconta, sotto forma di diario, pensieri, aneddoti e scelte della sua esperienza nel mondo della politica.
In discesa in classifica Carlo Rovelli con L’ordine del tempo (Adelphi). Rovelli torna a parlare di qualcosa della fisica con cui tutti abbiamo a che fare: il tempo.

Resistono, seppur anche loro in calo, Elena Favilli e Francesca Cavallo. Storie della buonanotte per bambine ribelli (trad. L. Balducci, Mondadori) raccoglie le biografie di cento donne “straordinarie”, che non hanno mai avuto paura di sognare.

L'eredità dell’abate nero (Newton Compton) è il primo capitolo della saga Secretum di Marcello Simoni. Il banchiere Giannotto de’ Grifi è stato assassinato e l’unico testimone è Tigrinus. Tigrinus, verrà arrestato e accusato di aver ucciso il banchiere attirando le ire della famiglia dell’uomo. Per Tigrinus sarà fondamentale allearsi con Cosimo de’ Medici e trovare la prova della sua innocenza.

Chiude la classifica John Grishman con Il caso Fitzgerald (trad. L. Fusari e S. Prencipe, Mondadori). Cinque preziosi manoscritti di Francis Scott Fitzgerald sono stati rubati dalla Princeton University ma i ladri hanno lasciato una piccolissima traccia. Mercer Mann conosce benissimo il luogo e spera di trovare qualcosa che possa incastrare Bruce Cable, libraio e appassionato di libri antichi.

(articolo a cura di Roberta Failla)

Se vuoi collaborare con la Rubrica Letteraria del Club del Libro, segnalarci iniziative interessanti o semplicemente comunicare con noi, scrivici a:

Mail