Era solamente novembre quando andava in onda su Rai3 in prima serata il programma "Vieni via con me", ideato e condotto da Fabio Fazio e Roberto Saviano, con un audience record, tanti applausi e qualche polemica più del dovuto. Il 2 marzo, quindi tra pochissimi giorni, uscirà nelle librerie l’omonimo libro di Roberto Saviano edito da Feltrinelli, una novità assolutamente da non perdere.

Il giovane giornalista e scrittore, autore dei best-sellers "Gomorra" (recensito nella nostra Biblioteca) e "La bellezza e l’inferno", in questo suo nuovo libro traccia  "un ritratto unico dell’Italia di oggi, scavando dentro alcune delle ferite vecchie e nuove che affliggono il nostro Paese". Il punto di partenza sono proprio i monologhi presentati in occasione del programma televisivo, poi riscritti, riveduti ed ampliati dallo stesso Saviano, che ha dato loro nuova forma e nuova vita. In queste 144 pagine e in questi otto capitoli, Roberto Saviano narra delle storie che non solo denunciano ciò che non va nel nostro Paese, ma raccontano con il cuore vite vissute con coraggio e speranza, diversissime tra loro però con un comune denominatore: da Piergiorgio Welby a Giacomo Panizza, si tratta di "esempi su cui possiamo ancora contare per risollevarci e costruire un’Italia diversa." (La Feltrinelli)
Ha dichiarato Roberto Saviano: "Sono molto contento che le storie di "Vieni via con me" stiano diventando libro, perché non è stato facile farle arrivare al grande pubblico. Hanno cercato prima di zittirle, minacciando di non mandarle in onda, poi di contrastarle e, infine, di farle dimenticare il più in fretta possibile. La volontà della Feltrinelli di raccoglierle in un libro significa volerle difendere e allo stesso tempo renderle accessibili a chiunque vorrà. Significa farle diventare, di nuovo, storie di tutti."

(articolo a cura di ziaBetty)