images/rubrica-letteraria/pulvis-et-umbra.jpg

Questo mese sul podio Pulvis et umbra di Antonio Manzini, La colonna di fuoco di Ken Follett e il Premio Strega 2017 Le otto montagne di Paolo Cognetti. Seguono le novità del mese: Tempo da elfi, L'Arminuta, L'uomo che inseguiva la sua ombra e La ragazza scomparsa. Resistono ancora in classifica Elena Favilli e Francesca Cavallo con Storie della buonanotte per bambine ribelli, Roberto Emanuelli con E allora baciami e Carlo Rovelli con L’ordine del tempo.

Antonio Manzini torna a dar vita al personaggio del vicequestore Rocco Schiavone. In Pulvis et umbra (Sellerio) la trama si svolge in due ambienti in modo parallelo: ad Aosta viene trovato il cadavere di un trans, a Roma il cadavere di un uomo con addosso un bigliettino. Durante le indagini il vicequestore perderà un po' della sua ruvida corazza a causa di un bambino - che risveglia in Schiavone sentimenti paterni da troppo taciuti - e del pensiero del fantasma della moglie che si affievolisce sempre di più.

La colonna di fuoco (trad. A. Raffo, R. Scarabelli, Mondadori) di Ken Follett è il terzo volume della Trilogia di Kingsbridge. Anche in questo romanzo, ambientato in uno dei periodi più turbolenti della storia, Follett sarà in grado di appassionare il lettore attraverso intrighi, spionaggi, tradimenti e amori raccontati da personaggi che risultano sempre indimenticabili. Quando Ned Willard, figlio di un ricco mercante, torna a casa, si troverà davanti una città distrutta dal conflitto religioso. Anche per questo, l’amore che prova per Margery, figlia del sindaco cattolico della città in cui vive, non troverà mai il consenso delle due famiglie. Ned verrà invece ingaggiato nel servizio di spionaggio per proteggere la regina Elisabetta I dagli attacchi dei nemici, che si ritrova sola contro l’intera Europa cattolica.

A chiudere il podio è l’italiano Paolo Cognetti, vincitore del Premio Strega 2017 e Premio Strega Giovani 2017. Il protagonista di Le otto montagne (Einaudi) è Pietro. Tra una madre che lavora facendosi carico dei problemi degli altri e un padre chimico che ritorna a casa sempre arrabbiato, la montagna - punto di incontro di tutta la famiglia - sembra essere l'unica parte serena della vita di Pietro. Infatti è proprio l’amore per la montagna che i genitori di Pietro gli trasmettono, come fosse un’eredità.
Fra le cime del Monte Rosa, Pietro incontrerà Bruno, che in montagna non ci va in vacanza ma ci lavora, portando al pascolo le mucche. Tra i due ragazzi della stessa età nascerà un'amicizia fatta di passeggiate tra le rocce, scoperte ed escursioni fra mulini e case abbandonate.

Francesco Guccini e Loriano Macchiavelli con Tempo da Elfi. Romanzo di boschi, lupi e altri misteri (Mondadori) tornano ancora a raccontarci delle vicende di Marco Gherardini, ispettore della Forestale. In città pare sia cambiato qualcosa, infatti sempre più spesso si vedono ragazzi dai vestiti colorati che vendono prodotti del bosco. Sono gli elfi e Gherardini dovrà risolvere il caso della morte di uno di loro. Questa si rivelerà l'indagine più difficile per "Poiana", che vede da lontano la fine della sua carriera e che si ritroverà a sospettare dei suoi amici e ad ammettere che l’intuito femminile è invincibile.

L’Arminuta (Einaudi), libro vincitore del Premio Campiello 2017, di Donatella Di Pietrantonio è la storia forte e tagliente di una bambina che ritorna alla famiglia biologica. L'Arminuta, “la ritornata” - è così che il lettore la conoscerà per tutto il tempo, senza sapere il suo vero nome - si troverà all'improvviso a dividere il letto con una sorella che tutte le notti il letto lo bagna, e la stanza con altri tre fratelli maschi che non hanno nessuna intenzione di darle il benvenuto, eccetto il maggiore Vincenzo. A fare da contorno alla storia un padre violento, una madre incapace di dimostrare affetto, la tavola sempre troppo vuota e un amore segreto e sbagliato.

Ancora in classifica Elena Favilli e Francesca Cavallo, che con Storie della buonanotte per bambine ribelli. 100 vite di donne straordinarie (trad. L. Baldinucci, Mondadori) hanno conquistato i lettori di tutto il mondo. Cento biografie illustrate per dare alle donne, alle ragazze e alle bambine la forza di sognare in grande.

Scende di due posizioni Roberto Emanuelli con E allora baciami (Rizzoli). Leonardo e Laura sono padre e figlio. Dopo che Angela, moglie e mamma, li lascia, Leonardo e Laura cercheranno l’amore in cose diverse. Leonardo nella soddisfazione dei clienti e nelle serate con gli amici di sempre; Laura l'amore lo trova su internet, fra le parole dei blogger che le fanno bene al cuore. Grazie a un viaggio, Leonardo e Laura troveranno la risposta alla fuga di Angela e riscopriranno il coraggio di amare.

L’uomo che inseguiva la sua ombra (trad. L. Cangemi, K. De Marco, Marsilio), romanzo poliziesco di David Lagercrantz, è il seguito di Quello che non uccide, seguito a sua volta della trilogia Millennium di Stieg Larsson. Dopo aver passato ad un famoso giornalista documenti internazionali scottati, la celebre hacker Lisbeth Salander è costretta a scontare una pena in un carcere di massima sicurezza. Qui terrà testa a un gruppo di donne delinquenti, tra cui Benito, che ha l'intera prigione ai suoi piedi. Salander, ora che ha in mano informazioni in grado di rimettere a posto il suo passato e la sua infanzia, con l'aiuto di Mikael, comincia ad indagare su una misteriosa lista di nomi che le sono familiari e che le riporterà alla mente molti ricordi; fra questi il viso di una donna con il collo macchiato di rosso.

Con L’ordine del tempo (Adelphi), Carlo Rovelli affronta, con un linguaggio semplice e comprensibile ad un vasto pubblico, un tema della fisica che è un mistero per tutti: il tempo. Questo libro è un viaggio nel passato della fisica e nei luoghi in cui la fisica oggi ci ha condotti.

Chiude la classifica dei libri più venduti durante il mese di settembre La ragazza scomparsa (trad. E. Farsetti, R. Moro, Newton Compton Editori) di Angela Marsons. Due bambine di nove anni, Charlie e Amy, sono state rapite e le rispettive ne hanno ricevuto la conferma tramite un biglietto. A far vivere momenti di forte tensione alle famiglie degli ostaggi, un biglietto nel quale si minaccia la morte di una delle due bambine. Inevitabilmente le due famiglie si ritroveranno contro, ognuna a cercare di proteggere la propria bambina. Dalle indagini, emergeranno oscuri segreti legati alle due famiglie.

(articolo a cura di Roberta Failla)

Se vuoi collaborare con la Rubrica Letteraria del Club del Libro, segnalarci iniziative interessanti o semplicemente comunicare con noi, scrivici a:

Mail