Torna l'appuntamento con la classifica dei libri più venduti! La novità è che torna al di fuori della Rubrica Letteraria poiché abbiamo deciso di regalare un giorno in più alla rubrica ormai da voi seguitissima. Naturalmente non potevamo perdere la classifica dei libri più venduti che da oggi in poi troverete nella nostra sezione news.

Concluso agosto, i lettori sono tornati alle loro normali occupazioni: ma cosa avranno letto in vacanza? Anche in questa classifica, come in quella di luglio, ci sono solamente romanzi. Incredibilmente – ma neanche poi troppo, visto il successo clamoroso già dello scorso mese - la James conquista tutte e tre le posizioni del podio con la sua trilogia di narrativa erotica. Seguono Camilleri e Gramellini, da mesi presenti e stabili in classifica. Ritorna, invece, il romanzo vincitore del Premio Strega 2012, firmato Alessandro Piperno. New-entries in settima e ottava posizione "La casa dei sette ponti" e "I love Tiffany". Resistono in classifica i thriller di Jo Nesbo e Giancarlo De Cataldo, che chiude, ex aequo con Ammaniti, la top ten dei libri più venduti di agosto.

1° posto: "Cinquanta sfumatura di grigio" di E. L. James

"Quando Anastasia Steele, graziosa e ingenua studentessa americana di 21 anni, incontra Christian Grey, giovane imprenditore miliardario, si accorge di essere attratta irresistibilmente da quest'uomo bellissimo e misterioso e di volerlo a tutti i costi. Incapace a sua volta di resisterle, anche lui deve ammettere di desiderarla, ma alle sue condizioni. Presto Anastasia scoprirà che Grey ha gusti erotici e pratiche sessuali decisamente singolari ed è un uomo tormentato dai suoi demoni e consumato dal bisogno di controllo. Nello scoprire l'animo enigmatico di Grey, Anastasia conoscerà per la prima volta i suoi più oscuri desideri."

2° posto: "Cinquanta sfumature di nero" di E. L. James

"Profondamente turbata dagli oscuri segreti del giovane e inquieto imprenditore Christian Grey, Anastasia Steele ha messo fine alla loro relazione e ha deciso di iniziare un nuovo lavoro in una casa editrice. Ma l'irresistibile attrazione per Grey domina ancora ogni suo pensiero e quando lui le propone di rivedersi, lei non riesce a dire di no. Pur di non perderla, Christian è disposto a ridefinire i termini del loro accordo e a svelarle qualcosa in più di sé, rendendo così il loro rapporto ancora più profondo e coinvolgente. Quando finalmente tutto sembra andare per il meglio, i fantasmi del passato si materializzano prepotentemente e Ana si trova a dover fare i conti con due donne che hanno avuto un ruolo importante nella vita di Christian. Di nuovo, il loro rapporto è minacciato e a questo punto Ana deve affrontare la decisione più importante della sua vita, e può prenderla soltanto lei..."

3° posto: "Cinquanta sfumature di rosso" di E. L. James

"Quella che per Anastasia Steele e Christian Grey era iniziata solo come una passione erotica travolgente è destinata in breve tempo a cambiare le loro vite. Ana ha sempre saputo che amarlo non sarebbe stato facile e stare insieme li sottopone a sfide che nessuno dei due aveva previsto. Lei deve imparare a condividere lo stile di vita di Grey senza sacrificare la sua integrità e indipendenza, lui deve superare la sua ossessione per il controllo lasciandosi alle spalle i tormenti che continuano a perseguitarlo. Le cose tra di loro evolvono rapidamente: Ana diventa sempre più sicura di sé e Christian inizia lentamente ad affidarsi a lei, fino a non poterne più fare a meno. In un crescendo di erotismo, passione e sentimento, tutto sembra davvero andare per il meglio. Ma i conti con il passato non sono ancora chiusi."

4° posto: "Una lama di luce" di Andrea Camilleri

"Un gorgo d'angoscia governa l'alterno respiro delle storie che nel romanzo si tramescolano. Il commissario Montalbano è in apprensione. Gli orli sfumati di un sogno trasudano malessere, sensazioni superstiziose, oscure premonizioni. (…) La rotta sequenza delle indagini, su un'aggressione a mano armata e violenza carnale, su un traffico d'armi, e su degli esportatori di opere d'arte rubate, allinea e intreccia storie di donne di forte e deciso temperamento; mentre il commissario, così esposto al lato oscuro delle cose e ai clandestini giochi della mente, è in attesa che qualcosa di non del tutto delucidato esca fuori, alla fine, da un qualche retroscena, e si riveli."

5° posto: "Fai bei sogni" di Massimo Gramellini

"Dedicato a quelli che nella vita hanno perso qualcosa. Un amore, un lavoro, un tesoro. E rifiutandosi di accettare la realtà, finiscono per smarrire se stessi. Come il protagonista di questo romanzo. (…) Massimo Gramellini ha raccolto gli slanci e le ferite di una vita priva del suo appiglio più solido. Una lotta incessante contro la solitudine, l'inadeguatezza e il senso di abbandono, raccontata con passione e delicata ironia. Il sofferto traguardo sarà la conquista dell'amore e di un'esistenza piena e autentica, che consentirà finalmente al protagonista di tenere i piedi per terra senza smettere di alzare gli occhi al cielo."

6° posto: "Inseparabili. Il fuoco amico dei ricordi" di Alessandro Piperno

"Inseparabili, come i pappagallini che non sanno vivere se non insieme: questo sono sempre stati i fratelli Pontecorvo, Filippo e Samuel, diversissimi e complementari. Ma ecco che i loro destini sembrano invertirsi e qualcosa si incrina. L'indolente Filippo diventa un cartoonist dal successo planetario, il brillante Samuel si avvita nella spirale di un vertiginoso fallimento lavorativo e sentimentale... Una famiglia intera alla resa dei conti: quando la fama, la ricchezza, il sesso, l'amore non contano più nulla, che cosa ancora dà senso alla vita?”

7° posto: "La casa dei sette ponti" di Mauro Corona

"Sull'Appennino tosco-emiliano, non lontano dall'Abetone, c'è una valle stretta e tortuosa, e in fondo una casa, una piccola casa con il tetto coperto di plastica colorata e due comignoli che buttano fumo sempre, estate e inverno. Un industriale della seta torna ai boschi dove un tempo andava a far funghi e la vede, quella casa. Malgrado il fuoco acceso sembra disabitata. È incuriosito. Entra. E lì comincia la sua avventura, che lo strappa alla mesta quotidianità del danaro e del potere per precipitarlo dentro un vertiginoso delirio, che è prova e passaggio, alla scoperta di sé. Mauro Corona scrive una piccola grande storia che suona come un apologo ed è allegoria della condizione umana quando perde di vista la semplicità dei valori cardine."

8° posto: "I love Tiffany" di Marjorie Hart

"New York, 1945. Marjorie Jacobson e la sua migliore amica, Marty Garrett, sono appena arrivate da una cittadina dello Iowa con la speranza di trovare un lavoretto estivo come commesse. Rifiutate dai più celebri grandi magazzini, quasi per miracolo riescono a ottenere un impiego da Tiffany & Co: saranno le prime donne in assoluto a far parte del personale addetto alle vendite, suscitando l'invidia di tutte le amiche. Le due ragazze si trovano gomito a gomito con personaggi ricchi e famosi e cominciano a trascorrere le loro serate al Martinique, ballando a più non posso con gli ufficiali della Marina. Da Tiffany incontrano Judy Garland e Marlene Dietrich, si trovano alle prese con famosi gangster e playboy e imparano lezioni indimenticabili. Finché Marjorie si innamora di un marinaio e a quel punto dovrà prendere la più importante delle decisioni."

9° posto: "Lo spettro" di Jo Nesbo

"Estate. Gusto, poco più di un ragazzino, è sdraiato per terra in un appartamento di Oslo. Mentre sente i rintocchi lontani delle campane, racconta la sua storia di tossico e spacciatore. Di vero figlio di puttana. Sanguina, e non avrà molto tempo per raccontarla. Autunno. Ex detective della polizia, Harry Hole torna dall'estero dopo tre anni. Chiede di poter investigare su un caso di omicidio, ma il caso è già stato chiuso. Gusto, un ragazzino con trascorsi pesanti nel giro delle droghe, molto probabilmente è stato ucciso da qualcuno del suo squallido giro durante una lite. Harry ottiene solo il permesso di far visita al presunto assassino in galera. E li incontrerà se stesso e la propria storia."

10° posto ex aequo: "Il momento è delicato" di Niccolò Ammaniti

"La varietà degli intrecci, la capacità di muoversi tra stili diversi, dall'horror alla parodia, dal pulp alla commedia, dal grottesco alla farsa tragica, rende questo nuovo libro un vero scrigno di autentici gioielli, dove il divertimento della lettura dissimula una critica feroce della società contemporanea."

10° posto ex aequo: "Io sono il Libanese" di Giancarlo De Cataldo

"Roma, 1976. Un anno prima che tutto accada. Il Libanese freme. Il Libanese ha tre amici, Dandi, il Bufalo, Scrocchiazeppi. Passa con loro da un colpetto all'altro, tiene le armi delle altre bande. (...) Una sera, il Libanese incontra Giada. Lei è bella, ricca, inquieta (...) , appartiene a un altro mondo. Il Libanese ne è stregato. E nello stesso tempo comincia a intuire che proprio da quel mondo potrà venire l'idea che gli permetterà di rendere il suo sogno una realtà. È grazie a lei, inconsapevole guida, che il Libanese penetra nel mondo dei ricchi, prima come pusher di un grande artista schiavo dell'eroina, e poi organizzando, con i suoi compari, un primo sequestro di persona..."

(articolo a cura di Elisa Gelsomino)

Fonti: www.classifica-libri.itwww.lafeltrinelli.itwww.ibs.it