images/rubrica-letteraria/la-classifica-dei-libri-piu-venduti-settembre-2016.jpg

Top ten di settembre equilibrata tra italiani e stranieri. Questi ultimi conquistano il podio con Harry Potter e la maledizione dell'erede e i due romanzi di Jojo Moyes, e sono in classifica gli attesissimi romanzi di Foer e Clara Sanchez.  Generi diversissimi per gli italiani: un romanzo ambientato nell'Antica Roma quello di Manfredi, ancora L'amica geniale della Ferrante, il nuovo romanzo breve di Erri De Luca, il romanzo su Istanbul di Augias e un giallo di Carlotto.

Già nella classifica di agosto nella versione originale e uscito in Italia per Salani (tradotto da L. Spagnol) solamente il 24 settembre, Harry Potter e la maledizione dell'erede di J.K. Rowling, John Tiffany e Jack Thorne svetta al primo posto in classifica. L'ottava storia della serie, la prima ad essere rappresentata a teatro, vede Harry Potter ormai adulto ma che si trova ancora a fare i conti col passato.

Ancora nel podio Jojo Moyes, con Io prima di te in edizione tascabile (trad. M.C. Dallavalle, Mondadori). Un romanzo che ha avuto e continua ad avere un grandissimo successo, una storia d'amore che potrebbe sembrare banale ma banale non è, soprattutto per come ce la racconta la Moyes. Louisa, che ha costruito la sua vita su certezze che a un certo punto vengono messe in discussione, si ritrova a fare da assistente a Will, un tempo uomo di successo, finito in sedia a rotelle dopo un terribile incidente. Il sequel, Dopo di te, segue al terzo posto.

Arriva nelle librerie il nuovo attesissimo romanzo di Jonathan Safran Foer, Eccomi (trad. Irene Abigail Piccinini, Guanda), a distanza di undici anni dall'ultima opera di narrativa Molto forte, incredibilmente vicino. Storia di una famiglia ebraica di Washington sull'orlo della crisi: tradimenti, frustrazioni, ribellioni, e anche un Bar Mitzvah da organizzare. Un romanzo-mondo imperdibile.

In Teutoburgo (Mondadori) Valerio Massimo Manfredi ha osato riscrivere Tacito sulla strage di Teutoburgo (La Stampa): fu proprio questa disastrosa battaglia, avvenuta nel 9 d.C., a convincere l'imperatore Augusto a rinunciare alla romanizzazione della Germania. Attraverso la storia di due coppie di fratelli, il centurione Marco Celio e Aulo da un lato e dall'altro Arminio e Flavus,figli di un re barbaro che diventano guerrieri romani e le cui scelte porteranno proprio a Teutoburgo.

Resiste ormai da tempo in classifica il best seller e long seller L'amica geniale (e/o), complici forse le ultime novità sull'identità della nuova scrittrice.

Alla settima posizione in classifica troviamo Erri De Luca con La natura esposta (Feltrinelli). In meno di cento pagine, partendo dal delicato restauro alla statua di un crocifisso, De Luca esplora la natura del sacro e non solo.

Dopo il successo, sei anni or sono, de Il profumo delle foglie di limone, Clara Sanchez ci regala il seguito, Lo stupore di una notte di luce (trad. Enrica Budetta, Garzanti), uscito in anteprima mondiale in Italia. Tornano Sandra, a cui viene rapito il figlio, e Julian, sopravvissuto a Mauthausen e cacciatore di nazisti.

In nona posizione Corrado Augias con I segreti di Istanbul (Einaudi), il romanzo di Istanbul, in cui la città è protagonista e la trama si compone di storie degli uomini e delle donne che l'hanno fondata, vissuta, abbandonata.

Chiude la classifica Il Turista (Rizzoli) di Massimo Carlotto. Un serial killer imprendibile uccide in maniera sempre diversa e mai due volte nella stessa città. Pietro Sambo, ex capo della Omicidi, ha con il Turista l'occasione di rifarsi, ma deve essere pronto a tutto.

(articolo a cura di Elisa Gelsomino)

Se vuoi collaborare con la Rubrica Letteraria del Club del Libro, segnalarci iniziative interessanti o semplicemente comunicare con noi, scrivici a:

Mail