images/rubrica-letteraria/dentro-il-libro-brunori-sas.jpg

Nick Hornby è l'autore del Libro del Mese di Ottobre 2016 Come diventare buoni. I suoi titoli sono tutti molto celebri ed alcuni sono dei veri e propri best-seller riadattati per il cinema a volte con la supervisione dello stesso autore. Anche l'Italia si è cimentata con la realizzazione di un film tratto da un romanzo campione di vendita di Hornby e le musiche realizzate per questo lavoro sono tutte italiane e portano la firma di Brunori Sas.

Il film in questione è: E' nata una stella?, realizzato nel 2012 da Lucio Pellegrini con la partecipazione di Rocco Papaleo e Luciana Litizzetto nei panni dei genitori del giovane Pietro Castellitto. Il film è tratto dal romanzo omonimo di Hornby (titolo originale: Not a star) che racconta le vicende familiari di due genitori che si confrontano con la scoperta della notevole fama raggiunta dal figlio nel mondo della pornografia, grazie ad una particolare predisposizione fisica di cui erano naturalmente allo scuro. Pellegrini si mantiene completamente fedele al romanzo, uscito in Gran Bretagna nel 2006 e chiede al cantautore emergente italiano Brunori Sas, di scriverne l'intera colonna sonora, che successivamente sarà pubblicata dal musicista come album indipendente.

Il lavoro di Brunori Sas, al secolo Dario Brunori (Cosenza, 1977), per il film di Pellegrino arriva dopo molti anni di attività. Brunori infatti esordisce musicalmente nel 2003 con tre brani all'interno del collettivo Minuta, una produzione italo-svizzera che gli permette di farsi conoscere nel mondo della discografia internazionale. Da subito apprezzato, incontra Matteo Zanobini, che sarà uno dei suoi più stretti collaboratori, ed inizia a produrre musiche per serie di animazione, tra cui la più celebre Gino il pollo, irriverente e a volte contestata serie satirica firmata dall'artista digitale Andrea Zingoni.

Nel corso degli anni Brunori matura la voglia di scrivere brani d'autore e comincia ad organizzare un primo disco da proporre al pubblico italiano. Il suo genere musicale si innesta nel filone del cantautorato italiano con tematiche sociali; il suo primo lavoro, Vol. 1, esce nel 2009 ed è un album di ricordi sulla gioventù negli anni Novanta, sull'adolescenza, sulla società a fine millennio. Per la pubblicazione di questo album Brunori decide di scegliersi un nome d'arte e s'ispira ironicamente all'azienda di famiglia, da cui la sigla "Sas" dopo il cognome. Vol. 1 viene premiato immediatamente nello stesso anno con il Premio Ciampi al miglior album d'esordio e nella stessa categoria con la Targa Tenco l'anno successivo.

Il successo ottenuto con la critica, oltre che con il pubblico, spinge Brunori a creare una vera e propria band organizzando un tour italiano che dura quasi due anni, alla fine del quale viene pubblicato un secondo lavoro, Vol. 2 – Poveri Cristi. Questa volta i brani sono più incentrati sulle tematiche sociali della disoccupazione e delle condizioni di vita dei ragazzi del XXI secolo. La band assume un ruolo importante nella realizzazione dell'album, che viene pubblicato nel 2011 ed ottiene un enorme successo di critica e pubblico. Brunori decide di fondare a questo punto una propria etichetta discografica indipendente, la Picicca Dischi.

Dopo l'esperienza della produzione della colonna sonora per il film di Pellegrino, Brunori pubblica un terzo album, Vol. 3 - Il cammino di Santiago in taxi, edito nel 2013. A questo punto decide di intraprendere una strada particolare, tentando di portare la propria musica nei teatri e registrando un successo clamoroso con lo spettacolo Brunori Srl – Una società a responsabilità limitata, che in seguito diviene una serie televisiva realizzata nel 2015 in collaborazione con Neri Marcoré.

(articolo a cura di Francesco Isidoro Gioia)

Se vuoi collaborare con la Rubrica Letteraria del Club del Libro, segnalarci iniziative interessanti o semplicemente comunicare con noi, scrivici a:

Mail