Venerdì, 24 Novembre 2017

Rubrica letteraria | Viaggi & Ambiente

Nessun autore meglio di Charles Dickens ha conosciuto e saputo raccontare la Londra vittoriana, i suoi vicoli, la sua società. Legato indissolubilmente alla città nella quale ha vissuto quasi tutta la sua vita, anche la città porta numerose sue tracce – tra cui l'imperdibile Charles Dickens Museum.

La casa delle belle addormentate di Yasunari Kawabata, Libro del Mese di Febbraio 2016, è ambientato in Giappone. È intriso della cultura giapponese, tanto che, per alcuni, potrebbe essere complicato abbandonarsi ad un mondo così lontano e carpirne l'intrinseca bellezza. Già nel febbraio 2015, Il Club del Libro aveva affrontato la lettura di una scrittrice giapponese, Natsuo Kirino. Al relativo articolo di approfondimento vi rimando per una vista, sia pure superficiale, della cultura e società giapponesi. In questo articolo, invece, proveremo ad andare un po' oltre l'immagine approssimativa che abbiamo del Giappone e della sua cultura.

Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve, di Jonas Jonasson, Libro del Mese di Maggio 2015, prende le mosse dalla Svezia, in particolare da una casa di riposo per anziani situata nella piccola località di Malmköping, vicino alla capitale, Stoccolma. Nonostante il protagonista, Allan Karlson, viva avventure in tutto il mondo, dalla Spagna agli Stati Uniti, sotto diversi punti di vista, il romanzo rimane sempre intimamente legato alle peculiarità del territorio svedese.

1984 di George Orwell, Libro del Mese di Aprile 2015, è ambientato in un futuro prossimo, l'anno 1984, appunto, in cui il mondo è diviso in tre superstati, continuamente in lotta tra loro: Oceania, Eurasia ed Estasia. Vi è poi una sorta di territorio cuscinetto, che comprende l'Africa settentrionale, il Medio Oriente, parte del subcontinente asiatico e della Mongolia, e che i tre superstati si contendono.

Il dottor Živago di Borìs Pasternàk, Libro del Mese di Marzo 2015, ci porta nel cuore dell'impero russo, con i suoi misteri ed il suo fascino. Questo immenso territorio, che oggi appartiene a più Stati e che partiva dai Carpazi, saliva fin quasi al polo nord e si estendeva fino all'oceano Pacifico, dall'altra parte del mondo, in un tumulto stordente di paesaggi, di climi e di uomini.

Una storia crudele di Natsuo Kirino, Libro del Mese di Febbraio 2015, ci introduce nella società giapponese, una delle più lontane, non solo geograficamente, da noi e dal nostro modo di essere. Nella società giapponese, il valore primario è rappresentato dal senso del dovere (giri), al quale si sacrificano le emozioni umane (ninjo), al fine di far trionfare l’armonia della collettività. Ancora oggi, in ogni giapponese, la figura di riferimento è quella del samurai, pronto a sacrificare il suo amore, per obbedire al proprio Shogun.

Le vicende narrate in La statua di sale di Gore Vidal, Libro del Mese di Gennaio 2015, si svolgono in molte città degli Stati Uniti, da New York a Los Angeles. Tuttavia, se si pensa che, con tale romanzo, Vidal voleva aprire uno squarcio nell’ipocrisia e negli stereotipi della società americana, intorno all’amore omosessuale, diventa interessante riflettere sul fatto che tali vicende prendono avvio da una cittadina vicino a Richmond, in Virginia, perché ciò ci consente di intraprendere un viaggio verso le radici e i valori fondanti gli USA.

Un altro giro di giostra di Tiziano Terzani, Libro del Mese di Dicembre 2014, è un lungo viaggio verso i lati più reconditi del nostro essere. Questa lunga ricerca di una cura per il cancro si trasforma, chilometro dopo chilometro, nella consapevolezza che la vera malattia di cui è affetto l’uomo è la paura della morte e della sofferenza; e ci accompagna in una dimensione tutta spirituale, tutta celebrale che prende le forme, solo apparenti, della valle dell’Orsigna, dei boschi e dei sentieri amati dallo scrittore, sin dai tempi dell’infanzia.

A Parigi, nel quartiere della Chaussée d’Antin, c’è la chiesa di Notre Dame de Lorette, intorno alla quale si snoda il quartiere nel quale, nel corso del XIX secolo, presero alloggio le più illustri cortigiane. Col termine di lorettes, dunque, si cominciò a indicare, in maniera non volgare, un nuovo tipo di cortigiana, elegante, fascinosa, amabile nei modi e nella conversazione, di cui Marguerite, protagonista de La signora delle camelie, Libro del Mese Novembre 2014, è uno degli esempi più memorabili, in ambito letterario e non solo.

Qualcuno volò sul nido del cuculo, Libro del Mese di Ottobre 2014, è ambientato in Oregon. Si tratta del trentatreesimo stato a entrare a far parte della repubblica federale, poco conosciuto e poco nominato dai più, ma, sicuramente, il più affascinante dal punto di vista paesaggistico, con le sue numerose bellezze naturali, tra le quali oltre 400 km di spiagge sul Pacifico, riconosciute tra le più belle al mondo.

I fantasmi del cappellaio, Libro del Mese di Settembre 2014, è un romanzo poliziesco - psicologico, ambientato nella cittadina francese di La Rochelle, il quale deve il suo successo alla capacità dell'autore di creare il giusto equilibrio tra eventi narrati, personaggi e ambiente circostante. Si tratta di un blocco tematico monolitico, imprescindibile per la comprensione del testo.

Se la vita che salvi è la tua di Fabio Geda, Libro del Mese di Agosto 2014, è incentrato sul tema del perdono: il perdono che riceviamo dagli altri, e in particolare da coloro che ci sono cari; il perdono che doniamo a chi ci circonda; ma soprattutto, il perdono di noi stessi. Quest'ultimo, forse, è il più difficile da conquistare e, spesso, l'unica via per raggiungerlo è quella dell'espiazione.

L'ambientazione de La fine dell’eternità, Libro del Mese di Luglio 2014, è minimale, basica, essenziale. In una dimensione atemporale, che si estende dal 27° secolo all'infinito, per ogni secolo, questa dimensione ha una "sezione" che può essere paragonata al piano di un palazzo: le sezioni sono tutte uguali e comprendono l'alloggio del calcolatore, che decide i cambiamenti di realtà; gli alloggi dei tecnici che attuano i cambiamenti decisi; gli alloggi degli operai e degli addetti alla comunicazione. Nulla più.

Il Club del Libro affronta la lettura del capolavoro di Gabriel Garcia Marquez, Cent’anni di solitudine (Libro del Mese di Giugno 2014), rispetto al quale l'ambientazione geografica assume un ruolo determinante e costituisce una vera e propria chiave di lettura del romanzo, tanto che alcuni riscontrano un preciso parallelismo tra i luoghi descritti in esso e quelli in cui lo scrittore, nato nella cittadina colombiana di Aracataca, è cresciuto e ha vissuto fino al periodo degli studi universitari.

Il Libro del Mese di Aprile 2014, Il muro invisibile di Harry Bernstein, è ambientato nella stradina di un quartiere operaio, ma ogni tanto gli innamorati fanno due passi nelle campagne del Lancashire. Ciò che Bernstein non dice è che quello è uno tra i più bei panorami al mondo: infatti, è da posti così che hanno preso ispirazione i grandi del fantasy come Tolkien e la Rowling.

Ultimi commenti

STATISTICHE

Utenti
2652
Articoli
1304
Visite agli articoli
1274952

Iscriviti alla newsletter

Email non valida
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Accetta questo campo prima di proseguire
Invalid Input

Questo sito utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento e migliorare l'esperienza utente. Sono anche utilizzati cookie di profilazione e di terze parti. Continuando la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie.