SINOSSI

Nel passato di una cittadina di provincia, alle porte di Cagliari, è sepolta una brutta storia di corruzione e violenza insabbiata dalle forze di polizia locali. Il passato, però, è destinato a riemergere quando in città fa il suo arrivo Carmine Cannas, uno sbandato appena uscito di prigione. Carmine vorrebbe rigare dritto e reinserirsi nella società, ma la sua fedina penale non glielo permette; così, quando gli viene proposto di fare un sacco di soldi sporchi, accetta e si caccia in qualcosa di molto grosso, scoperchiando il passato che qualcuno vorrebbe mantenere sepolto. La sua storia si intreccia con quella di Lisa, vedova di un poliziotto e madre di un ventenne che sta scontando tre anni e mezzo di prigione per spaccio, una donna a pezzi ed emotivamente instabile, che frequenta lo studio di uno psichiatra e non riesce mai a trovare la vera svolta nella sua vita. E quando il figlio uscirà di prigione sarà soltanto l’inizio di un’altra brutta storia.

AUTORE

Nato a Cagliari il 24 marzo del 1993. A 18 anni vince la pubblicazione di un racconto grazie a un concorso scolastico, esperienza che si ripete anche l'anno successivo. Nel 2014 pubblica con la casa editrice Amicolibro la raccolta di racconti Hinterland – Noir nell'Area Vasta cagliaritana, con cui è finalista al Corpi Freddi Awards, nella categoria miglior autore esordiente. Stagione di sangue (Watson edizioni, 2016) è il suo primo romanzo.