SINOSSI

Cosa hanno in comune Kurt Cobain, Jim Morrison, Jimi Hendrix, Janis Joplin, Robert Leroy Johnson, Amy Winehouse e molti altri ancora, oltre alla loro notorietà nel mondo della musica? Sono tutti deceduti, in circostanze più o meno oscure, all'età di 27 anni! Si tratta di alcuni dei "soci", non necessariamente in ordine temporale, del misterioso Club 27, da molti considerato una delle tante leggende metropolitane, per altri ancora un impenetrabile enigma all'interno del quale agiscono forze oscure e segreti complotti governativi, o forse entrambe le cose insieme. Una inchiesta serrata, un ritmo incalzante, un saggio che esplora ogni possibile spiegazione, partendo dalla classica indagine fino ad addentrarsi in alcune verità scomode che caratterizzarono lo scenario dell'America e dell'Inghilterra negli anni Sessanta e Settanta. Il Rock muove i suoi primi passi, a rappresentarlo sono personaggi spesso fuori dal comune, musicisti e poeti dal carattere non sempre facile, spesso incarnazione di un disagio che, pur nascendo dai loro trascorsi, finiva per rappresentare quello delle masse, una situazione difficile da gestire, che poteva seriamente danneggiare gli equilibri di quel "discreto" controllo che serve a reggere e preservare ogni forma di potere. Documenti, racconti, testimonianze, curiosità, studi statistici e riferimenti medici, un enorme calderone di informazioni all'interno del quale si celano verità ancora oggi non completamente svelate; la Triade Maledetta "Sesso, Droga & Rock and Roll" fu veramente l'unica causa della morte di questi artisti? Se per alcuni questa ipotesi risulta essere la più fondata, per altri la verità è ancora lontana dall'essere scoperta. Quale fu il ruolo del Cointelpro nella vicenda di Jimi Hendrix? Chi era il misterioso agente Jack Ryan? Questa è l'imparziale e fredda storia di tante vite prematuramente spezzate, così come freddi e crudeli furono gli eventi determinarono la nascita del Club 27.

AUTORE

Roberto La Paglia (Catania, 2 giugno 1961) è un giornalista freelance, scrittore e divulgatore nel campo delle tematiche misteriose e delle scienze di frontiera; autore di numerose pubblicazioni editoriali e altrettanti articoli per varie riviste del settore, alterna a queste sue prevalenti attività l'interesse per la poesia, la letteratura, la musica e l'informazione alternativa. Interessato fin dall'adolescenza alle tematiche misteriose, in particolare alle scienze occulte e all'Esoterismo, riversa quelle che saranno in seguito le caratteristiche principali del suo percorso divulgativo, nella poesia. Distinguendosi per il suo stile molto personale, oltre che per i temi fuori dai comuni scenari poetici, pubblica le sue prime raccolte e si fa notare in numerosi concorsi, sia in Italia che in Europa. Il passo successivo lo vede come autore di racconti, sempre improntati sull'immagine di un mistero onnipresente nel nostro quotidiano, quasi inquietante. Approda alla saggistica misteriosa con uno studio sulla figura del Conte di Cagliostro, libro nel quale sono già presenti le caratteristiche che accompagneranno tutte le sue future pubblicazioni e che continuano ad avere un ruolo importante anche nella sua carriera di divulgatore: semplicità di esposizione, estrema apertura ad ogni opinione, ricerca di un punto di incontro tra scienza e mistero. Negli ultimi anni, dimostrando una notevole spinta eclettica, si è spesso soffermato sull'osservazione e l'approfondimento di tematiche scottanti, quali i disagi sociali, i conflitti ideologici e le verità nascoste. Negli anni Novanta partecipa alla redazione, alla grafica e ai testi di MYSTERIA, la prima mostra internazionale dei misteri che si terrà a Roma. Questa partecipazione completerà il suo percorso e segnerà definitivamente le sue scelte future. Inizia la sua collaborazione con riviste e periodici quali DNA Magazine, Area 51, X Times, Area di Confine, Hera, Mystero, I Misteri di Hera, L’Iniziazione, Secreta, LuxTerrae; a queste attività si affiancano numerose conferenze a carattere divulgativo. Dal 2000 ad oggi il suo interesse si sposta sui canali multimediali; interviene in qualità di esperto sul canale web tv Eclissia, collabora con la testata online WikiNews e con il portale Sevenradio.it/Seven Network. Dal 2010 al 2011 conduce la trasmissione radio “Cose dell’Altro Mondo” su Radio Universal. A partire dal 2012, mentre continua la sua produzione editoriale, è presente in rete quale ideatore e direttore editoriale della rivista digitale SIGNS Magazine. Nel 2017 lancia il progetto di una nuova rivista digitale, Tabulae, per la quale cura ancora una volta il ruolo di direttore editoriale.